1. Navicelli, Canale dei

    Navicelli, Canale dei Canale artificiale che si stacca dall’Arno a Pisa e sfocia in mare poco a N di Livorno (23 km). Fu costruito da Cosimo I per favorire il traffico fluviale (1560-73).... Leggi

    Categoria: Europa
    Tags:
    livorno
  2. Pisa

    Città della Toscana occidentale (185,2 km2 con 87.461 ab. nel 2008), capoluogo di provincia. Sorge a circa 12 km dal Tirreno, nella pianura alluvionale costiera formata dall’Arno, che l’attraversa dividendola in due parti, di cui quella destra contiene il nucleo primitivo dell’abitato, mentre quella sinistra è posteriore al Mille. Formatasi in età antica, P. fiorì agli inizi dell’era volgare come nodo di traffici sulla Via Aemilia Scauri, che conduceva da Roma nella Gallia, e si sviluppò come emporio marittimo particolarmente nel 12° e 13° secolo. Il nucleo romano di P... Leggi

  3. Cavo

    Fune (di solito di grossa sezione), spesso metallica; anche tubo o guaina tubiforme.1. C. per aeronauticaC. di guida (o c. moderatore o ammortizzatore) Lungo e pesante c. che viene lasciato pendere dalla navicella di un aerostato in modo che si adagi sul suolo per un tratto più o meno lungo; svolge la funzione di stabilizzare la quota dell’aerostato: se l’aerostato sale, parte del c. sul suolo si alza e il suo peso tende a ostacolare un ulteriore innalzamento; se l’aerostato scende, diminuisce invece il tratto di c. sospeso, e l’aerostato viene sgravato... Leggi

  4. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • LIVORNO

      LIVORNO (A. T., 24-25-26 bis). - Città e porto della Toscana, dopo Firenze il centro maggiore della regione e uno dei porti di maggiore traffico del regno e di tutto il Mediterraneo. La città di Livorno sorge sulla costa del Tirreno a 15 km. a sud della foce dell'Arno, alla posizione geografica riferita al faro di 43° 32′ 35″ lat. N. e 10° 20′ long. E. Di recente origine, giacché la sua fondazione risale soltanto alla seconda metà del sec. Leggi

    • PISA

      PISA (A. T., 24-25-26 bis). - Città della Toscana, capoluogo di provincia e sede arcivescovile.Si esclude, oggi, ogni affinità del nome della città con il nome greco di Pisa dell'Elíde e lo si ravvicina piuttosto a un gruppo d'origine etrusca, frequente nella toponomastica toscana, dal significato generico "bocca, foce".La città sorge sulle due rive dell'Arno a 12 km. dalla sua foce nel Tirreno, in mezzo a un vasto piano alluvionale formato dai depositi del fiume stesso a 4 m. s. m. Leggi

    • ARNO

      ARNO (A. T., 24-25-26). - Fiume della Toscana, per sviluppo di corso il maggiore della regione e, dopo il Tevere, il maggiore di tutta l'Italia peninsulare, ma per importanza storica tra i più notevoli del mondo. L'Arno nasce dalle pendici meridionali del M. Falterona, a m. 1358 d'altezza, cioè a 300 m. di dislivello dalla sommità del monte Piccolo torrentello nel primo tratto, alimentato da scarse sorgenti, raggiunge, con 12 km. di rapido corso, la quota di 440 m. Leggi

    • ITALIA

      ITALIA (A. T., 22-23, 24-25-26, 24-25-26 bis, 27-28-29, 29 bis).Il nome. - Secondo Antioco di Siracusa (Dion. Halic., I, 35), il nome d' Italia derivava da quello di un potente principe di stirpe enotrica, Italo, il quale avrebbe cominciato col ridurre sotto di sé il territorio estremo della penisola italiana, compreso tra lo stretto di Messina e i golfi di Squillace e di Sant'Eufemia, e, chiamata questa regione da sé stesso Italia, avrebbe poi conquistato molte altre città. Leggi

    • NAVIGAZIONE

      NAVIGAZIONE. - Si naviga o in vista di oggetti terrestri o fuori della vista di essi. In questo secondo caso ci si serve degli astri (navigazione astronomica) o si tiene conto del cammino percorso (navigazione stimata) o servono rilevamenti radiogoniometrici (navigazione radiogoniometrica) o servono misure della profondità del mare (navigazione batimetrica). Nel primo caso ci si serve di rilevamenti o di misure angolari di oggetti terrestri (navigazione geodetica o costiera). I metodi della navigazione astronomica sono stati trattati alla voce astronomia: Astronomia nautica.Storia.Antichità. Leggi

    • CANALE

      CANALE(VIII, p. 660; App. III, I, p. 302; IV, I, p. 357)Anche negli ultimi anni sono stati costruiti c. a superficie libera per usi diversi: bonifica idraulica; adduzione e distribuzione d'acqua per irrigazione; produzione di energia; approvvigionamento industriale e, più di rado, idropotabile; trasporto di acque reflue; idrovie per la navigazione interna. Peraltro è sempre più frequente l'utilizzazione promiscua dei c. per far fronte a una domanda diversificata e crescente che rende più. Leggi

    • PISA

      PISA (XXVII, p. 392). - Al censimento del 1936 (21 aprile) la popolazione del comune risultò di 75.875 abitanti sopra una superficie del territorio comunale di 187,14 kmq., mentre al 31 dicembre 1936 la popolazione è calcolata a 75.043 abitanti. Pisa occupa così il terzo posto tra le città toscane, subito dopo Firenze e Livorno. La morbilità e la mortalità sono fra le più basse del regno. Infatti la mortalità annuale è scesa all'11 per mille abitanti e tale si mantiene dal 1931 ad oggi (1938). La morbilità per malattie cosiddette comuni e per le malattie infettive è ugualmente molto bassa. Leggi

  5. Risultati da Wikipedia

    Canale dei Navicelli

    Il Canale dei Navicelli è un canale realizzato fra il 1563 e il 1575 che collega Pisa con il porto di Livorno. Esso prende il nome dai cosiddetti navicelli, caratteristiche imbarcazioni toscane di modeste dimensioni con le quali venivano trasferite attraverso il canale merci provenienti dalla pianura pisana, dal Lago di Bientina e dall'area di Empoli. Storia La foce dell'Arno era, nel XVI Leggi su

    Pisa

    Pisa (pronuncia:) è un comune italiano di 87.696 abitanti della Toscana ed il capoluogo dell'omonima provincia. Secondo una leggenda sarebbe stata fondata da dei mitici profughi troiani provenienti dall'omonima città greca di Pisa, posta un tempo nella valle del fiume Alfeo , nel Peloponneso. Tra i monumenti più importanti della città vi è - nella celebre piazza del Duomo, dichiarata Leggi su

    Bottini dell'olio

    I Bottini dell'olio, a Livorno, costituiscono una delle più caratteristiche architetture del quartiere della Venezia Nuova. In origine erano destinati al deposito dell'olio, mentre oggi ospitano esposizioni periodiche e parte della Biblioteca Labronica. Storia I Bottini dell'olio furono eretti nel 1705 in un'area ancora non urbanizzata della Venezia Nuova, tra il Forte San Pietro ed il Canale Leggi su

    Scolmatore dell'Arno

    Lo scolmatore dell'Arno o canale Scolmatore è un canale scolmatore del fiume Arno che parte a valle di Pontedera e termina nei pressi del Calambrone, al confine tra i comuni di Livorno e di Pisa. Dopo l'inondazione del 1949, nel 1954 fu decisa la costruzione dello scolmatore dell'Arno per un costo di oltre 10 miliardi di lire del tempo. L'opera non era ancora completa per l'alluvione del 1966. Leggi su

    Palazzo Stub

    Palazzo Stub è un palazzo di Livorno, sito in via Castelli, all'esterno del Rivellino di San Marco. Storia Le origini del palazzo, attribuito al disegno di Riccardo Calocchieri, risalgono all'urbanizzazione delle aree esterne al Rivellino di San Marco; qui, in un lotto di terreno compreso tra il Fosso Reale ed il Canale dei Navicelli, Gherardo Stub fece costruire, precedentemente al 1829, la Leggi su

    Palazzo del Refugio

    Il Palazzo del Refugio è un edificio di Livorno, ubicato nel quartiere della Venezia Nuova, nelle vicinanze della chiesa di Santa Caterina e dei Bottini dell'olio. Nell'Ottocento fu sede della Scuola di Architettura, Ornato e Agrimensura (o Scuola Michoniana). Dal maggio 2006 alcuni locali al pian terreno ospitano l'Officina Sociale Refugio, uno spazio sociale autogestito che propone diverse Leggi su

    Camp Darby

    Camp Darby è una base militare statunitense in Italia. È situata nel territorio comunale di Pisa, alle spalle della frazione di Tirrenia e non distante dal porto di Livorno. La base nasce nel 1951 grazie ad un accordo tra Italia e Stati Uniti che consegnò mille ettari di pineta toscana all'esercito americano per la costruzione della base militare. La base deve il suo nome al brigadiere Leggi su

    Porta a Mare

    La Porta a Mare (o Degazia) è una porta facente parte delle antiche Mura di Pisa, adiacente al trafficato Ponte della Cittadella. La porta sostituì nei secoli XII e XIV quella che fu praticata sotto l'arco della Cittadella, a cui si accedeva dal Ponte a Mare. Un tabernacolo in marmo del XVIII secolo racchiude in una graziosa teca la Madonna dei Navicellai, attribuita al pittore scultore Leggi su

    Forte San Pietro

    Il Forte San Pietro, assieme al vicino Rivellino di San Marco, costituisce un'imponente architettura militare di Livorno. Il forte, che difese la città durante l'invasione austriaca del 1849, fu costruito nel XVII secolo a protezione dell'adiacente quartiere della Venezia Nuova. Storia Il sistema originario Sin dalla sua fondazione ufficiale, avvenuta in epoca medicea, Livorno conobbe un Leggi su

    Piana di Pisa

    La Piana di Pisa è l'area terminale del Valdarno inferiore, comprendente i comuni di Pisa e Cascina e parte di quelli di San Giuliano Terme, Vecchiano e Collesalvetti (con riferimento alla zona compresa tra Stagno e Guasticce) e Livorno (le aree poste a nord della città, a ridosso del porto industriale). Questi ultimi comuni fanno tuttavia parte di questa zona geograficamente, ma non Leggi su