pagina 1 di 4 - 48 risultati
Sostanze antibiotiche ottenute nel 1948 da G. Brotzu da colture del micete Cephalosporium acremonium. La più importante è la c. C, il cui nucleo attivo è costituito dall’acido 7-amminocefalosporanico:formulaDa essa sono derivati composti (cefalotina, cefazolina, cefalexina) utilizzati nella terapia di infezioni da batteri sia gram-negativi sia gram-positivi; in particolare le c. costituiscono il farmaco di prima scelta nelle infezioni da Klebsiella (➔ Klebs, Edwin). L’attività antibiotica è legata al blocco della sintesi di alcuni componenti della parete cellulare dei batteri... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Cefalosporine

cefalosporine (2008)

Molecole appartenenti alla classe degli antibiotici β-lattamici, come le penicilline. La loro struttura chimica, derivata dalla condensazione di amminoacidi, è caratterizzata dalla presenza dell’anello β-lattamico... Leggi

cefalexina 

Antibiotico semisintetico del gruppo delle cefalosporine di prima generazione.... Leggi

ceftriaxone 

Antibiotico della classe delle cefalosporine, di terza generazione. Impiegato in molteplici infezioni (delle vie urinarie, dell’albero respiratorio, nelle meningiti batteriche), ha la particolarità, rispetto ad altre cefalosporine dello stesso gruppo, di avere una lunga emivita, che ne consente una sola somministrazione giornaliera per via intramuscolare.... Leggi

cefossitina 

Antibiotico della classe delle cefalosporine, di seconda generazione. Viene impiegata nelle infezioni miste da batteri aerobi e anaerobi, spec. le raccolte ascessuali pelviche e polmonari e nelle sepsi da Bacterium fragilis, contro il quale è molto più attiva di altre cefalosporine.... Leggi

linezolid 

Antibiotico appartenente alla classe degli oxazolidinoni, con uno spettro di attività antibatterica sostanzialmente limitato ai gram-positivi, compresi i cocchi resistenti a penicillina, cefalosporine, oxacillina e vancomicina.... Leggi

betalattamico 

Gruppo di antibiotici comprendente le penicilline e le cefalosporine che presentano, come caratteristica strutturale comune, l’anello eterociclico tetratomico betalattamico, dal quale dipende l’attività antibatterica. Agiscono bloccando la formazione della parete cellulare dei batteri, di cui provocano anche la lisi. Anello b.: anello eterociclico tetratomico presente nei β-lattami, dotato in generale di notevole stabilità e quindi di scarsa tendenza alla reazione di apertura. Le prime sintesi... Leggi

ANTIBIOTICI

(App. II, I, p. 199; III, I, p. 104; IV, I, p. 131)Premessa. − Negli ultimi lustri nei paesi industrializzati si sono verificati molti cambiamenti nel campo infettivologico e quindi nel fabbisogno di antibiotici. Sono infatti emerse patologie nuove (basti pensare all'AIDS, alla malattia dei legionari, ecc.) ma soprattutto hanno acquisito particolare importanza le cosiddette infezioni nosocomiali od ospedaliere e le infezioni nei soggetti immunocompromessi o sottoposti a terapia immunodepressiva (per es. con antiblastici, con corticosteroidi, ecc.)... Leggi

Antimicrobici

I farmaci antimicrobici comprendono tutte quelle sostanze in grado di inibire, a concentrazioni tollerate dall'organismo, un processo metabolico o una via di sintesi presente a livello del microrganismo infettante. Esistono antimicrobici prodotti da microrganismi e sostanze di sintesi: la diversa derivazione ha fatto sì che queste sostanze venissero denominate, rispettivamente, antibiotici e chemioterapici... Leggi

cefalosporina 

Farmaco chemioterapico antibatterico appartenente alla famiglia degli antibiotici betalattamici. Generalmente, le c. vengono suddivise, ai fini clinici, in generazioni (➔ antibiotico): le generazioni non si devono intendere in termini temporali ma vanno riferite allo spettro d’azione. Meccanismo d’azione. Le c. agiscono legando alcune proteine presenti nella parete batterica, denominate PBP (Penicillin Binding Proteins), tra cui la transpeptidasi, e ne inibiscono l’azione. Come conseguenza, le c... Leggi

Microbiologia industriale

L’uso biotecnologico dei microrganismi ha radici antichissime, in particolare per le cosiddette biotecnologie classiche che sfruttano i microrganismi per la trasformazione spontanea delle materie prime alimentari. Fanno parte di questo vasto e ormai antico insieme di utilizzi la fermentazione di succhi zuccherini ottenuti da frutta, la produzione di aceto, di diversi tipi di latte fermentato e di formaggi... Leggi

Antibiotico resistenza

La resistenza dei batteri agli antibiotici è in progressivo incremento in tutto il mondo, a dimostrazione della capacità di adattamento dei microrganismi a diverse condizioni ambientali attraverso lo sviluppo o l'acquisizione di meccanismi che conferiscono loro questa proprietà nei confronti di tutte le classi di antibiotici. L'a. r... Leggi