1. Cefalosporine

    Sostanze antibiotiche ottenute nel 1948 da G. Brotzu da colture del micete Cephalosporium acremonium. La più importante è la c. C, il cui nucleo attivo è costituito dall’acido 7-amminocefalosporanico:formulaDa essa sono derivati composti (cefalotina, cefazolina, cefalexina) utilizzati nella terapia di infezioni da batteri sia gram-negativi sia gram-positivi; in particolare le c. costituiscono il farmaco di prima scelta nelle infezioni da Klebsiella (➔ Klebs, Edwin). L’attività antibiotica è legata al blocco della sintesi di alcuni componenti della parete cellulare dei batteri Leggi

    cefalosporine si trova anche nelle opere:
    Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (2008)

      Molecole appartenenti alla classe degli antibiotici β-lattamici, come le penicilline. La loro struttura chimica, derivata dalla condensazione di amminoacidi, è caratterizzata dalla presenza dell’anello β-lattamico

  2. Antibiotico

    Sostanza prodotta da microrganismi e capace d’agire su altri microrganismi (o su cellule viventi) inibendone la crescita o distruggendoli (azione di antibiosi). Il fatto che prodotti batterici potessero svolgere un’azione antibiotica era noto sin dai primi tempi della batteriologia, ma sono stati l’isolamento di una di queste sostanze – la penicillina – e la dimostrazione delle sue elevate proprietà terapeutiche a dare l’avvio a un vasto movimento di ricerche, che ha portato all’individuazione di un numero sempre maggiore di a... Leggi

  3. Betalattamico, anello

    In chimica organica, anello eterociclico tetratomico dotato in generale di notevole stabilità e quindi di scarsa tendenza alla reazione di apertura.formulaLe prime sintesi di composti betalattamici in cui è presente tale anello erano basate sulle reazioni fra cheteni e immine; dal 1943 ha dato impulso a tutta una serie di ricerche sulla sintesi, la struttura e la reattività dell’anello b. la scoperta della sua presenza nella molecola della penicillina... Leggi

  4. Lattami

    Ammidi cicliche che si ottengono da un amminoacido per reazione intramolecolare con eliminazione di una molecola di acqua fra l’ossidrile del gruppo carbossilico e l’idrogeno del gruppo amminico; contengono perciò il gruppo caratteristico −CONH−. Si ottengono generalmente per semplice riscaldamento degli amminoacidi. La reazione di ciclizzazione è data più facilmente dagli α e δ-amminoacidi e perciò la maggior parte dei l. possiede un anello pentatomico o esatomico... Leggi

  5. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • ANTIBIOTICI

      ANTIBIOTICI(App. II, I, p. 199; III, I, p. 104; IV, I, p. 131)Premessa− Negli ultimi lustri nei paesi industrializzati si sono verificati molti cambiamenti nel campo infettivologico e quindi nel fabbisogno di antibiotici. Sono infatti emerse patologie nuove (basti pensare all'AIDS, alla malattia dei legionari, ecc.) ma soprattutto hanno acquisito particolare importanza le cosiddette infezioni nosocomiali od ospedaliere e le infezioni nei soggetti immunocompromessi o sottoposti a terapia immunodepressiva (per es. con antiblastici, con corticosteroidi, ecc.). Leggi

    • ANTIBIOTICO RESISTENZA

      Antibiotico resistenzaLa resistenza dei batteri agli antibiotici è in progressivo incremento in tutto il mondo, a dimostrazione della capacità di adattamento dei microrganismi a diverse condizioni ambientali attraverso lo sviluppo o l'acquisizione di meccanismi che conferiscono loro questa proprietà nei confronti di tutte le classi di antibiotici. L'a. r. Leggi

    • ANTIBIOTICI

      ANTIBIOTICI (App. II, 1, p. 199; III, 1, p. 104). - La struttura chimica, sovente assai complessa, presenta in molti casi caratteristiche generali di gruppo sulle quali si basano i criteri di classificazione. Gli a. oligosaccaridi o aminoglucosidici (streptomicina, kanamicina, neomicina, gentamicina, paramomicina-aminosidina, kasugamicina) sono formati da 2 o 3 aminozuccheri uniti da un legame glucosidico. I macrolidi (eritromicina, oleandomicina, spiramicina, kitasamicina) contengono un grande nucleo lattonico (macrolide) unito a un glicide complesso e a un aminozucchero. Leggi

    • CICLICI E POLICICLICI, COMPOSTI

      CICLICI E POLICICLICI, COMPOSTICon il termine c. c. si intendono tutti quei composti organici in cui almeno parte degli atomi costituenti il composto stesso formano un ciclo.C. c. costituiti solo da atomi di carbonio (C) si dividono in aliciclici (alifati ciclici) e aromatici, così chiamati in quanto caratterizzati da un forte aroma. I composti aliciclici possono essere saturi o insaturi. Leggi

    • IATROPATOLOGIA

      IatropatologiaCon il termine iatropatologia si intende l'insieme dei quadri morbosi causati, direttamente o indirettamente, dall'intervento del medico.In questi ultimi decenni numerosi sono stati i progressi compiuti dalla medicina sia nel campo diagnostico sia in quello terapeutico, con conseguenti sostanziali benefici per lo stato di salute degli individui che di tale progresso hanno potuto beneficiare. Leggi

    • FARMACOLOGIA

      FARMACOLOGIA(XIV, p. 818; App. II, I, p. 903; III, I, p. 591; IV, I, p. 760)Fra le scienze che si occupano dei fenomeni della vita animale, la f. continua ad avere, consolidandola, una posizione di primo piano. Al di là del suo enorme rilievo come disciplina di base, essa ha infatti anche formidabili ricadute applicative nella cura delle malattie dell'uomo e degli animali. Se nell'uomo la durata della vita media, la life expectancy (o speranza di vita), si è molto elevata, ciò è dovuto anche, in misura ragguardevole, alla f. Leggi

    • PATOLOGIA

      PATOLOGIA(XXVI, p. 509; App. III, II, p. 376)Patologia medica− I grandiosi progressi conseguiti nelle scienze biologiche, e in particolare in quelle biomediche, non solo hanno aggiunto nuovi esempi di p. e nuove interpretazioni e chiarimenti dei processi che portano agli stati patologici, ma hanno anche contribuito a ordinare più razionalmente il concetto stesso di avvenimento patologico, riportandolo e sistemandolo, com'è giusto, nell'alveo dell'accadere naturale. Leggi