diaspora

Enciclopedie on line

  storia Dispersione in varie parti del mondo di un popolo costretto ad abbandonare la sua sede di origine. In particolare, la dispersione degli Ebrei [...] distruzione di Gerusalemme da parte dei Romani nel 70 e nel 135 d.C. Dopo la diaspora provocata dai Romani, il tema del ritorno in Palestina degli Ebrei dispersi divenne uno dei ... Leggi

Gli ebrei nella diaspora

Dizionario di Storia (2010)

Di origine greca, il termine «diaspora», «dispersione», è entrato nell’uso nel secolo scorso a definire la dispersione del popolo ebraico, in particolare [...] opera dei romani del regno di Giuda, nel 70 d.C. In ebraico a indicare la diaspora si usa invece il termine galut, a forte connotazione negativa, che significa «esilio». Gli ebrei ... Leggi
CATEGORIA: STORIOGRAFIA

yiddish

Enciclopedie on line

. - Lingua degli Ebrei ashkenaziti, nata intorno al 10° sec., quando Ebrei provenienti dalla Francia e dall’Italia settentrionale si stabilirono in Renania. [...] ’altra il nascente sionismo che riteneva lo yiddish simbolo dell’asservimento della Diaspora. In questo periodo però, pur partendo da posizioni illuministe, scrittori come Mendelè ... Leggi

diasporametro

Dizionario delle Scienze Fisiche (1996)

diasporàmetro [Comp. del gr. diasporá "dispersione" e -metro] Sistema rifrangente costituito (v. fig.) da due prismi P₁, P₂ di piccolo angolo rifrangente α, liberi di rotare intorno a un asse x normale alle facce s₁,s₂; quando i due prismi sono ugualmente disposti rispetto a x, l'angolo rifrangente Leggi
CATEGORIA: OTTICA

afrocentrismo

Dizionario di Storia (2010)

Movimento culturale-politico della diaspora nera, specie in America, che asserisce il primato della civiltà africana e postula il ritorno a valori tradizionali africani. Richiamandosi a panafricanismo, sionismo nero, négritude ecc., l’afrocentrismo si diffuse specialmente dagli anni Ottanta sulla Leggi

aliyah

Dizionario di Storia (2010)

aliyah (ebr. «ascesa») Termine che ha indicato, dopo la diaspora ebraica, l’immigrazione nei luoghi santi dell’ebraismo a scopi religiosi. Dalla fine del 19° sec. aliyah (ebr. «ascesa») indica, nel sionismo, l’immigrazione in Palestina; poi, in Israele, fu codificata come diritto per ogni ebreo Leggi
TAGS: PALESTINA EBRAISMO SIONISMO ISRAELE EBR

comunità ebraica

Dizionario di Storia (2010)

comunità ebraica Il popolo ebraico ha conosciuto con la diaspora il momento di passaggio da una organizzazione e da una conseguente identità basata sul territorio ad un’organizzazione di tipo comunitario. Si può dire che ovunque gli ebrei si siano stanziati è sorta una comunita ebraicae., che si Leggi

I cattolici e il consenso politico dopo la fine della Democrazia cristiana

Cristiani d'Italia (2011)

1. Il tramonto della Democrazia cristiana e l’inizio della diaspora cattolica Il partito che è stato di Alcide De Gasperi, Amintore Fanfani e Aldo [...] 2.2 Il travaglio del «centro»: il centrodestra Anche sul versante conservatore della diaspora democristiana i sommovimenti non mancano, a partire da quello stesso 18 gennaio 1994 ... Leggi

Naksa

Dizionario di Storia (2010)

Naksa (ar. «la ricaduta») Nome che designa, nella storiografia araba, la seconda diaspora palestinese successiva alla conquista di Gaza, Cisgiordania e Gerusalemme est, dopo la terza guerra arabo-israeliana del 1967. Leggi
Pubblicità
pagina 1