pagina 1 di 9 - 105 risultati
linguisticaNella metrica classica, allungamento di una vocale breve per evitare la successione di tre o più sillabe brevi. Fenomeno opposto è la sistole, per cui si abbrevia una sillaba lunga per natura. Nella metrica italiana la d. è lo spostamento dell’accento verso la fine della parola per ragioni di ritmo e/o di rima (esso atterrò l’orgoglio de li Aràbi, Dante); la sistole, lo spostamento verso l’inizio di essa (pièta invece di pietà). medicinaLa fase di dilatazione delle cavità cardiache, sia atriali sia ventricolari (➔ cuore).... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Diastole

diastole (2010)

Fase di dilatazione delle cavità cardiache, sia atriali sia ventricolari (➔ cuore). Riferito alle arterie, il termine indica la dilatazione che esse subiscono all’arrivo dell’onda pulsatile. Quando si parla di d... Leggi

diastole (1970)

. - I metricologi chiamano d. l'avanzamento dell'accento che si verifica nel verso per necessità ritmiche (‛ sistole ' il fenomeno contrario): spesso è difficile stabilire se tale avanzamento dell'accento sia dovuto essenzialmente al ritmo... Leggi

contropulsazione 

Ogni metodica di assistenza circolatoria che mira a diminuire, nei grossi vasi, la pressione sanguigna durante la sistole ventricolare e a elevarla durante la diastole, in modo da ridurre il divario pressorio nelle due fasi (sistole e diastole) e attenuare gli sbalzi di carico emodinamico, indesiderabili in soggetti con grave insufficienza cardiaca (postinfartuale, da aritmia minacciosa, ecc.). Si può attuare con molteplici tecniche, per es., mediante aspirazione sistolica, dai ventricoli o... Leggi

contropulsazione

In cardiochirurgia, ogni metodica di assistenza circolatoria che mira a diminuire, nei grossi vasi, la pressione sanguigna durante la sistole ventricolare e a elevarla durante la diastole, in modo da ridurre il divario pressorio nelle due fasi (sistole e diastole) e attenuare gli sbalzi di carico emodinamico, indesiderabili in soggetti con grave insufficienza cardiaca (postinfartuale, da aritmia minacciosa ecc.). Si può attuare con molteplici tecniche, per es. mediante aspirazione sistolica... Leggi

SANGUIFERO, SISTEMA

Risulta dalle formazioni anatomiche che provvedono alla circolazione del sangue (v.).Sommario. - Anatomia (p. 680); Anatomia patologica (p. 682); Fisiologia (p. 684); Fisiopatologia (p. 697); Chirurgia (p. 705); Radiologia (p. 708); Patologia veterinaria (p. 712).Anatomia... Leggi

presistole

La contrazione sincrona dei due atri del cuore, o sistole atriale, in quanto precede la sistole ventricolare (➔ cuore). Durante la p. il sangue, attraverso gli orifizi atrioventricolari, passa dagli atri nei ventricoli, che sono in diastole. Tono presistolico Tono aggiunto che turba il normale ritmo cardiaco presentandosi nell’ultima fase della diastole. Galoppo presistolico Ritmo assunto dal cuore per la presenza del tono presistolico, espressione di insufficienza miocardica... Leggi

Tags:

telediastole

In fisiologia umana, tempo della rivoluzione cardiaca corrispondente alla parte finale della diastole.... Leggi

protodiastolico

Rumore cardiaco che si apprezza nella prima parte della diastole, subito dopo il secondo tono.... Leggi

auxocardia

Momento di massima dilatazione fisiologica delle cavità cardiache, corrispondente alla fase culminante della diastole.... Leggi

auxocardia 

Momento di massima dilatazione fisiologica delle cavità cardiache, corrispondente alla fase culminante della diastole.... Leggi

ipodiastolia

Insufficienza cardiaca con ostacolato o incompleto riempimento dei ventricoli durante la diastole (tachicardia di alto grado, pericarditi).... Leggi

Tags: