1. Diastole

     linguisticaNella metrica classica, allungamento di una vocale breve per evitare la successione di tre o più sillabe brevi. Fenomeno opposto è la sistole, per cui si abbrevia una sillaba lunga per natura. Nella metrica italiana la d. è lo spostamento dell’accento verso la fine della parola per ragioni di ritmo e/o di rima (esso atterrò l’orgoglio de li Aràbi, Dante); la sistole, lo spostamento verso l’inizio di essa (pièta invece di pietà). medicinaLa fase di dilatazione delle cavità cardiache, sia atriali sia ventricolari (➔ cuore). Leggi

    diastole si trova anche nelle opere:
    Dizionario di Medicina (2010)

    Fase di dilatazione delle cavità cardiache, sia atriali sia ventricolari (➔ cuore). Riferito alle arterie, il termine indica la dilatazione che esse subiscono all’arrivo dell’onda pulsatile. Quando si parla di d

    Enciclopedia Dantesca (1970)

    I metricologi chiamano d. l'avanzamento dell'accento che si verifica nel verso per necessità ritmiche (‛ sistole ' il fenomeno contrario): spesso è difficile stabilire se tale avanzamento dell'accento sia dovuto essenzialmente al ritmo

  2. Contropulsazione

    In cardiochirurgia, ogni metodica di assistenza circolatoria che mira a diminuire, nei grossi vasi, la pressione sanguigna durante la sistole ventricolare e a elevarla durante la diastole, in modo da ridurre il divario pressorio nelle due fasi (sistole e diastole) e attenuare gli sbalzi di carico emodinamico, indesiderabili in soggetti con grave insufficienza cardiaca (postinfartuale, da aritmia minacciosa ecc.). Si può attuare con molteplici tecniche, per es. mediante... Leggi

  3. Sistole

    linguistica Nella metrica classica e italiana, fenomeno opposto alla diastole. medicina In fisiologia, contrazione del miocardio, sia atriale sia ventricolare. Il termine si usa comunemente per indicare la seconda fase del ciclo cardiaco, ossia la sincrona contrazione dei ventricoli. La s. degli atri è invece denominata presistole, poiché precede la contrazione dei ventricoli.... Leggi

    Categoria: Metrica
  4. Cuore

    Organo muscolare, cavo, che costituisce il centro motore dell’apparato circolatorio.1. Anatomia comparataIl c. è l’organo muscolare propulsore del sangue dei Vertebrati Cranioti (fig. 1). Si origina da un abbozzo mesodermico ventrale (Ciclostomi, Selaci, Ganoidi e Anfibi) in corrispondenza della parte cefalica del celoma, o da due abbozzi pari (Sauropsidi e Mammiferi) che poi si fondono nel piano mediano. Nell’un caso e nell’altro, l’abbozzo del c. (fig... Leggi

  5. Auxocardia

    Momento di massima dilatazione fisiologica delle cavità cardiache, corrispondente alla fase culminante della diastole.... Leggi

    Categoria: Fisiologia Generale
  6. Ipodiastolia

    Insufficienza cardiaca con ostacolato o incompleto riempimento dei ventricoli durante la diastole (tachicardia di alto grado, pericarditi).... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    tachicardia
  7. Telediastole

    In fisiologia umana, tempo della rivoluzione cardiaca corrispondente alla parte finale della diastole.... Leggi

    Categoria: Fisiologia Umana
  8. Protodiastolico

    Rumore cardiaco che si apprezza nella prima parte della diastole, subito dopo il secondo tono.... Leggi

  9. Presistole

    La contrazione sincrona dei due atri del cuore, o sistole atriale, in quanto precede la sistole ventricolare (➔ cuore). Durante la p. il sangue, attraverso gli orifizi atrioventricolari, passa dagli atri nei ventricoli, che sono in diastole. Tono presistolico Tono aggiunto che turba il normale ritmo cardiaco presentandosi nell’ultima fase della diastole. Galoppo presistolico Ritmo assunto dal cuore per la presenza del tono presistolico, espressione di insufficienza miocardica... Leggi

    Categoria: Fisiologia Umana
    Tags:
    sistole
  10. Pressione

    botanica P. radicaleIn fisiologia vegetale, la p. che spinge verso l’alto la linfa nei vasi del fusto delle piante terrestri e che si origina nella radice, forse in corrispondenza all’endoderma; è uno dei fattori che provocano l’ascesa della linfa sul fusto. Può raggiungere valori massimi di circa 2 bar. economiaLa p... Leggi

  11. Polso

    La zona dell’avambraccio poco sopra la mano, dove, essendo l’arteria radiale molto superficiale, solitamente si appoggiano le dita per esaminare il battito.In anatomia, tutta la regione intermedia tra l’avambraccio e la mano. Il p. è costituito dall’estremità inferiore dell’ulna e del radio, dal primo ordine delle ossa del carpo (scafoide, semilunare, piramidale e pisiforme) e dalle parti molli di rivestimento. Ha forma di cilindro appiattito in senso antero-posteriore... Leggi

  12. Miocardio

    Robusta tunica muscolare del cuore delle cui pareti costituisce la parte fondamentale. La sua superficie esterna è rivestita dal pericardio, quella interna dall’endocardio; le fibre miocardiche sono formate da tessuto muscolare striato. Il miocardiocito (o miocardiocita) è la fibrocellula che rappresenta l’elemento morfologico caratteristico del miocardio. Miocardiomalacia Necrosi del m., determinata da occlusione di una coronaria o da azione massiva di sostanze tossiche. Miocardiopatia Malattia del muscolo cardiaco primitiva (essenziale, da causa sconosciuta)... Leggi

  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • SANGUIFERO, SISTEMA

      SANGUIFERO, SISTEMA. - Risulta dalle formazioni anatomiche che provvedono alla circolazione del sangue (v.).Sommario. - Anatomia (p. 680); Anatomia patologica (p. 682); Fisiologia (p. 684); Fisiopatologia (p. 697); Chirurgia (p. 705); Radiologia (p. 708); Patologia veterinaria (p. 712).Anatomia. Leggi

    • CARDIOCINETICI

      CARDIOCINETICI (dal gr. καρδία "cuore" e κιννεῖν "muovere"). - Con questo nome s'indicano, in terapia, i principî attivi contenuti in talune piante, come i glucosidi della digitale, che hanno la proprietà, quando siano iniettati nel sacco linfatico dorsale di una rana, di arrestarne il cuore in sistole. Oltre alla digitale (digitalina, digitossina, ecc. Leggi

    • HARVEY, William

      HARVEY, William. - Medico, nato a Folkestone (Kent) il 2 aprile 1578, morto a Roehampton il 3 giugno 1657; studiò dapprima a Canterbury, poi nel Gonville and Caius College a Cambridge ove rimase fino al 1597. Nel 1598 si recò a Padova, ove frequentò regolarmente i corsi di medicina ed ebbe la laurea il 25 aprile 1602. Fu allievo di G. Fabrici d'Acquapendente, lo scopritore delle valvole delle vene, e dell'anatomico Giulio Casserio. Lo stemma di H., con l'indicazione del nome e l'aggiunta Anglicus, si trova sul soffitto della galleria centrale dell'atrio nell'università di Padova. Leggi

    • CUORE

      CUORE (dal lat. cor; fr. cøur; sp. corazón; ted. Herz; ingl. heart. L'aggettivo corrispondente cardiaco, deriva per mezzo del lat. cardiacus, dal gr. καρδία cuore; cardia invece nel linguaggio anatomico è l'orifizio esofageo dello stomaco, e a esso pure è talvolta riferito l'aggettivo cardiaco, secondo la nomenclatura anatomica di Basilea). Leggi

    • CARDIOCHIRURGIA

      CARDIOCHIRURGIAIl prodigioso sviluppo della c. nel corso dell'ultimo decennio, noto al pubblico per quanto attiene le conquiste più appariscenti divulgate dai mezzi d'informazione di massa, è frutto non solo di continue e spesso contestate sperimentazioni, ma, anche, dell'applicazione di grandi conquiste tecnologiche. Una conferma di tale sviluppo la si può ricavare dal confronto con quanto è stato detto nella voce cuore, Chirurgia del, in App. IV, i, p. 566. Leggi

    • ARITMIA

      ARITMIA (dal gr. ἀ privativo e ῥιϑμός "ritmo"). - Il termine aritmia, che significa turbamento d'un processo ritmico uniforme, in medicina viene applicato a un gruppo molto importante di perturbazioni del funzionamento cardiaco.Il ritmo del cuore. - Il cuore, come è noto, è un organo in continuo movimento. Leggi

    • SPAZIALE, MEDICINA

      SPAZIALE, MEDICINADa quando è stato possibile realizzare nello spazio prossimo circostante il nostro pianeta condizioni sperimentali di microgravità (g = 10-n,6, il cosiddetto ''quarto ambiente'' dell'uomo) di lunga durata e immettervi cellule, microrganismi e organismi complessi, compreso l'uomo, si è venuto sviluppando un nuovo settore della ricerca, quello delle scienze della vita nello spazio. Tale area include tematiche disparate quali l'esobiologia (v. App. IV, i, p. Leggi

    • CARDIOLOGIA

      Cardiologia(App. V, i, p. 504)Negli ultimi due decenni si è avuto un rapido progresso nell'ambito della conoscenza e della cura delle malattie che coinvolgono il cuore e l'intero apparato cardiovascolare; infatti si registra un notevole miglioramento della prognosi dei soggetti colpiti nella maggioranza delle diverse manifestazioni di queste diffuse patologie. Leggi

    • MUSCARINA

      MUSCARINA. - Alcaloide di alcuni funghi tossici, come l'Amanita muscaria, preparato anche sinteticamente per ossidazione della colina; privo di applicazioni terapeutiche, antagonista dell'atropina. È tipico veleno del sistema autonomo. A dosi estremamente piccole eccita le terminazioni intracardiache del nervo vago, fa diminuire il numero delle pulsazioni e il consumo d'ossigeno da parte del cuore abbassa la pressione sanguigna, arresta il cuore in diastole. La fibra cardiaca si mantiene. Leggi

    • SFIGMOMANOMETRIA

      SFIGMOMANOMETRIA (dal gr. σϕυγμός "pulsazione" e manometro"). - L'energia che ogni sistole cardiaca comunica al sangue si manifesta da una parte come velocità di corrente, dall'altra come pressione laterale sulla parete dei vasi sanguigni, cioè come pressione arteriosa: sotto il qual termine si denomina, dunque, la pressione alla quale soggiace il sangue circolante nei vasi. Leggi

Argomenti correlati