pagina 1 di 6 - 64 risultati

Álvarez, Miguel de los Santos

Scrittore e diplomatico spagnolo (Valladolid 1817 - Madrid 1892), amico di J. Espronceda di cui continuò El diablo mundo. Numerose le sue composizioni in versi (Dolores, 1838; María, 1840), ma più felici le sue opere in prosa, sature di un umorismo un po' caustico (La protección de un sastre, 1840; ecc.).... Leggi

Belmonte y Bermúdez, Luis de

Drammaturgo spagnolo (Siviglia 1587 - Madrid forse 1650). Scrisse più di venti commedie in cui spesso si intersecano tematica religiosa e quadro colorito di costume (El diablo predicador). Imitò Lope de Vega, ma la sua facile vena non è esente da superficialità e discontinuità. Scrisse anche in collaborazione con alcuni noti commediografi del tempo, tra cui A. Moreto. Compose anche due poemi (La aurora de Cristo, 1616, La Hispálida, 1621).... Leggi

CICLISMO

sommario: □ Come nasce la bicicletta. □ Dalle prime corse al Tour de France. □ Dal Giro di Lombardia al Giro d'Italia. □ L'età di Girardengo. □ Il primo dopoguerra. □ Da Binda a Guerra. □ Bartali e Coppi. Primo Capitolo. □ Bartali e Coppi. Secondo Capitolo. □ La bici, l'Europa, il boom. □ Gli eredi di Coppi. □ Nuovi astri. □ Il mondo è un paese. □ Morte e resurrezione. □ Generi. □  Commissari, 'maghi', gregari. □ Arte letteratura musica. □ Bibliografia... Leggi

VÉLEZ de GUEVARA, Luis

Commediografo spagnolo, nato ad Ecija (Siviglia) nel 1579, morto nel 1644. Studiò nell'università di Osuna, fu al servizio del cardinale don Rodrigo de Castro arcivescovo di Siviglia, quindi di altri gran signori di Spagna; conseguì e tenne fin presso alla morte il vantaggioso ufficio di usciere di camera del re, ma visse pur sempre tormentato dalla povertà. Arrolatosi soldato, militò per sei anni in Italia, prima sotto il conte di Fuentes governatore del Milanese, poi con Andrea Doria ad Algeri e quindi ancora nel reame di Napoli sotto il viceré don Pedro di Toledo... Leggi

Ros de Olano, Antonio

Militare, uomo politico e scrittore spagnolo (Caracas 1808 - Madrid 1886). Deputato dal 1838, governatore della Murcia (1843), ministro del Commercio, dell'Istruzione e dei Lavori pubblici (1847), ambasciatore in Portogallo, senatore (1849). Dopo la rivoluzione del 1854 fu deputato alla Costituente. Influente anche durante il regno di Amedeo di Savoia (1870) e di Alfonso XII (1874), fu nominato senatore a vita (1877)... Leggi

Pérez y González, Felipe

Poeta e commediografo spagnolo (Siviglia 1854 - Madrid 1910). Pubblicò giovanissimo la sua prima opera teatrale, El libro malo (1872); recatosi a Madrid pubblicò poesie e collaborò ai giornali Madrid cómico, El imparcial, El liberal, ecc. Compose scherzi comici di grande successo (El oso y el centinela; La Gran vía; El diablo cojuelo; Fuegos artificiales; El sistema tétrico, ecc.) e numerose commedie tra cui: El niño Jesús (1885); Lo pasado... Leggi

Díaz Covarrubias, Juan

Poeta messicano (Jalapa 1837 - Tacubaya 1859); l'anno stesso in cui, per ordine del sanguinario Lorenzo Márquez, fu fucilato, furono pubblicate le sue Obras completas, che contengono liriche già apparse l'anno prima col titolo di Págmas del corazón e opere narrative: Gil Gómez el insurgente, El diablo en Méjico, romanzo di costume, e La clase media, esaltazione della borghesia.... Leggi

Tags:

SERRA, Narciso

Letterato spagnolo, nato il 24 febbraio 1830 a Madrid, ivi morto il 26 settembre 1877. Nome abbreviato di Narciso Sáenz Díaz Serra.Diciottenne esordiva nelle lettere con un volume di versi, Poesías líricas, favorevolmente accolto dalla critica, e con un'applaudita commedia, Mi mamá. Fu anche attore comico, ma lasciò presto le scene per darsi intieramente alla letteratura drammatica, con una produzione irregolare, ma interessante, notevole per la vena comica e la facile ispirazione... Leggi

Casona, Alejandro

Pseudonimo del drammaturgo spagnolo Alejandro Rodríguez (Besullo 1903 - Madrid 1965). Dopo la guerra civile si trasferì in Argentina, continuandovi la sua attività di scrittore. Della prima fase, spagnola (la più felice), si ricordano: La sirena varada (1934); Otra vez el diablo (1935); Nuestra Natacha (1936); della seconda: La dama del alba (1944); Los árboles mueren de pie (1949) e La tercera palabra (1953); dopo il ritorno in Spagna nel 1962: El caballero de las... Leggi

SPAGNA

Nome e confini (p. 196); Struttura e morfologia (p. 197); Clima (p. 200); Idrografia (p. 201); Suoli (p. 202); Flora e vegetazione (p. 202); Fauna (p. 203); Popolazione (p. 203); Condizioni economiche (p. 206); Comunicazioni (p. 212); Commercio estero (p. 213). - Ordinamento: Ordinamento costituzionale (p. 214); Culti (p. 215); Forze armate (p. 15); Organizzazione scolastica (p. 216); Finanze (p. 216). - Preistoria (p. 217). - Storia: Antichità (p. 217); Le origini del cristianesimo (p. 221); La dominazione visigota (p... Leggi

Gener, Pompeyo

Filosofo e storico spagnolo (Barcellona 1848 - ivi 1921); affrontò nelle sue opere temi di psicologia, storia, critica letteraria, teologia e folclore in una prosa elegante, sia in castigliano, sia in catalano e francese. Famosa la sua polemica con L. Alas y Ureña. Scrisse: La muerte y el diablo. Historia y filosofía de las dos negaciones supremas (1880), Herejías (1887), Pensant, sentint y rihent (1900), i romanzi storici, Ana-María (1902) e Últimos momentos de... Leggi

ÁLVAREZ, Miguel de los Santos

Nacque a Valladolid (1818) e morì a Madrid (1892). Fu esiliato a causa dei moti provocati in Spagna dalla rivoluzione francese. Tornato in patria nel 1852, ottenne alti gradi nella carriera diplomatica (fra gli altri, quello di ministro nel Messico) e nell'amministrazione dello stato. Dal 1864 in poi scrisse poco o nulla. Ammiratore di Espronceda, del quale continuò il poema El Diablo Mundo, fu di lui più caustico, e non ne divise l'oscura disperazione byroniana... Leggi