pagina 1 di 29 - 346 risultati

Fontana, Felice

Enciclopedie on line

Naturalista (Pomarolo 1730 - Firenze 1805). Microscopista tra i più grandi del sec. 18º, F. cercò di dimostrare la struttura fibrillare della materia vivente ed è considerato, grazie alle sue osservazioni microscopiche, un precursore della teoria cellulare. La sua attività scientifica abbaracciò diversi campi: fisiologia, zoologia, parassitologia, fisica, chimica e, in genere, scienze naturali.VitaCompiuti gli studi a Padova, nel 1755 si trasferì a Bologna ove collaborò con L. M. A. Caldani in ricerche sulla irritabilità e sensibilità animale... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Felice Fontana

Fontana, Felice

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Felice Fontana Felice Fontana ha fornito contributi originali a diverse discipline quali l’anatomia e la fisiologia, la microscopia e la chimica, la tossicologia e la patologia vegetale, e ha progettato innovativi strumenti scientifici e modelli anat... Leggi

FONTANA, Felice

Enciclopedia Italiana (1932)

Naturalista e fisiologo, nato il 15 aprile 1730 a Pomarolo (Trento), morto a Firenze il 19 marzo 1805. Fu professore nelle università di Roma e di Pisa... Leggi

Risultati relativi a Felice Fontana

La chimica nel Settecento: laboratori, strumenti e sperimentazione

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

La chimica nel Settecento Il quadro teorico generale della chimica del Settecento era quello dei fluidi imponderabili. Questi fluidi, materiali ma non direttamente osservabili per via sperimentale, erano considerati responsabili delle trasformazioni della materia: si combinavano con le sostanze come qualsiasi altro elemento chimico, oppure si liberavano dai loro legami e sfuggivano nell’aria circostante. Generalmente considerati come modificazioni dell’elemento fuoco, i fluidi erano il calorico, la luce, il flogisto, il fluido magnetico, il fluido elettrico... Leggi

Vita e organismo

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Origine della vita: generazione e riproduzione Marcello Malpighi, uno dei principali fautori dell’introduzione del metodo galileiano nell’ambito delle scienze della vita, veniva lucidamente argomentando nel 1673 come una piena comprensione delle strutture della ‘macchina biologica’ passasse necessariamente da un obiettivo irrealizzabile per le conoscenze dell’epoca: una dettagliata visione delle varie fasi del processo embriogenetico che potesse avere inizio dal ‘primo sorgere’, dal preciso istante della formazione dell’embrione (Bernardi 1986): Nella costruzione di macchine, gli artigiani us... Leggi

L'Ottocento: biologia. Dal Settecento all'Ottocento: la nascita della biologia come scienza autonoma

Storia della Scienza (2003)

Dal Settecento all'Ottocento: la nascita della biologia come scienza autonoma Sommario: 1. Le scoperte imbarazzanti. 2. I manifesti antimeccanicistici. 3. L'individuazione del campo biologico. 4. La biologia degli esordi. ▢ Bibliografia. Negli anni fra Sette e Ottocento nasce la biologia come scienza autonoma, al termine di un lungo processo di erosione della "filosofia meccanica" (Robert Boyle), dovuto alla persistente difficoltà di comprendere i fenomeni vitali facendo riferimento alle leggi della fisica... Leggi

L'Età dei Lumi: le scienze della vita. Dall'anatomia animata alle scienze delle forze vitali

Storia della Scienza (2002)

Dall'anatomia animata alle scienze delle forze vitali Sommario: 1. Lo sviluppo disciplinare della fisiologia. 2. L'osservazione anatomica e la sua rappresentazione. 3. Il disciplinamento dell'osservazione e dell'esperimento. 4. Tecniche sperimentali. 5. Analogie e modelli... Leggi

Brown, Robert

Enciclopedie on line

Botanico e viaggiatore scozzese (Montrose 1773 - Londra 1858); partecipò come naturalista inviato dalla Royal Society alla spedizione Flinders alle coste dell'Australia (1800-1804). Gli viene comunemente attribuita la scoperta del nucleo cellulare, in realtà già descritto da Felice Fontana. Per primo osservò al microscopio e studiò i moti che da lui presero il nome di moti browniani. Tra le sue opere: Prodromus Florae Novae Hollandiae et insulae Van Diemen (1810); General... Leggi

FONTANA, Domenico

Enciclopedia Italiana (1932)

Architetto, nato nel 1543 a Melide (Mili) sul lago di Lugano, morto nel 1607 a Napoli. La sua opera è collegata al periodo d' intensa attività edificatrice promossa in Roma da Sisto V ed ivi inserisce il carattere architettonico dell'ultima fase del Rinascimento, di cui il F. è una delle figure più significative. Le notizie che sul Fontana ci forniscono il Baglione, il Baldinucci, il nipote Carlo Fontana (v.) e indirettamente gli Avvisi del tempo ci dànno piena cognizione... Leggi

Strumenti scientifici

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Nei secc. 16° e 17° la produzione italiana di strumenti era tra le più ricche e varie d’Europa. Fu un periodo caratterizzato da una ricerca affannosa di strumenti per ‘misurare’: misurare con la vista, naturalmente, perché fino all’invenzione del cannocchiale, del ‘telescopio’, come lo chiamarono i Lincei, si poteva osservare solo a occhio nudo... Leggi

La fisica nel Settecento: teorie e sperimentazioni

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Il proposito di ricostruire un quadro complessivo della fisica nell’Italia settecentesca è reso difficile dal carattere policentrico della cultura scientifica del tempo, dovuto alla frammentazione politica della penisola e alla conseguente formazione di tradizioni molto diverse tra loro. Nel primo Settecento, quando è ancora forte l’effetto intimidatorio della condanna inflittagli nel 1633 dall’Inquisizione per aver difeso la cosmologia eliocentrica copernicana, Galileo Galilei viene ricordato più come il fondatore della nuova fisica quantitativa che come astronomo... Leggi

Galvani, Luigi

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Luigi Galvani Luigi Galvani fu uno dei massimi esponenti della filosofia sperimentale del Settecento, autore di ricerche fondamentali nel campo delle scienze della vita e in particolare dei rapporti tra elettricità e moto muscolare. I suoi studi sull’elettricità animale inaugurarono un nuovo ambito di indagine, denominato galvanismo, che contribuì all’invenzione di apparecchi rivoluzionari come la pila di Alessandro Volta, allo sviluppo di teorie filosofiche come la Naturphilosophie e alla nascita di nuove discipline scientifiche come l’elettrofisiologia... Leggi