foro

Dizionario di Storia (2010)

Nel mondo romano, il foro era uno spazio adibito allo svolgimento del mercato, alla trattativa degli affari e, spesso, all’amministrazione della giustizia [...] alla prima fase storica della città, fu affiancato da una serie di ampliamenti, i cosiddetti foro imperiali, l’ultimo e il più monumentale dei quali fu costruito da Traiano. Essi ... ... Leggi

FORO

Enciclopedia dell' Arte Antica (1960)

(forum). - (Foro Romano e Fori Imperiali: v. roma). I Romani designavano con la parola forum la piazza principale dei nuclei urbani, corrispondente all'agorà [...] d. Griech. u. Römer, 1916, p. 25 ss.; F. Stähelin, Schweiz in der röm. Zeit, 1948, p. 600 s. (FORO di Augusta Raurica); St. Gsell, Monuments de l'Algérie, I, 1901, p. 122 ss ... ... Leggi

FORO

Enciclopedia Italiana (1932)

. - La parola latina forum significò in origine il breve spazio libero che circondava la casa o anche il recinto riservato davanti alle tombe (quod nunc [...] cittadini benemeriti e spesso anche una statua di Marsia, a imitazione di quella del Foro Romano: in questo centro della vita cittadina si facevano i giuramenti dei magistrati, i ... ... Leggi

Roma

Enciclopedie on line

Città del Lazio, capitale della Repubblica Italiana; capoluogo di regione e città metropolitana (Comune di 1307,7 km2 con 2.617.175 ab. al censimento [...] fortune dei Severi sono esaltate nell’Arco di Settimio Severo (203 d.C.) nel Foro romano e nella domus sul Palatino; come simbolo della vittoria sui barbari si ricorre alla figura ... ... Leggi

Italia

Enciclopedie on line

  Stato dell’Europa meridionale, corrispondente a una delle regioni naturali europee meglio individuate, data la nettezza dei confini marittimi e di quello [...] corona imperiale unendo la corona d’Italia al Sacro Romano Impero germanico. Fine 10° sec. - inizio piazza del Popolo a Roma, i progetti del foro Bonaparte di G.A. Antolini e di L ... ... Leggi

Milano

Enciclopedie on line

Comune della Lombardia (181,7 km2 con 1.242.123 ab. al censimento 2011, divenuti 1.350.487 secondo rilevamenti ISTAT del 2016), capoluogo di regione e [...] seguito alla conquista romana (222 a.C.): il Foro, sul luogo dell’attuale piazza S. Sepolcro, viari, in contrasto con l’impianto romano. Altri punti di riferimento arricchirono il ... ... Leggi

archeologia

Enciclopedie on line

Scienza dell’antichità che mira alla ricostruzione delle civiltà antiche attraverso lo studio delle testimonianze materiali (monumentali, epigrafiche, [...] ebbero gli studi di L. Canina, gli scavi al Foro e al Palatino, e nel 1860 iniziarono quelli sistematici di conoscenza storica del mondo greco-romano, studiando lo sviluppo della ... ... Leggi

CITTÀ

Enciclopedia Italiana (1931)

CITTÀ (fr. cité, ville; sp. ciudad; ted. Stadt; ingl. city, town). - L'etimologia della parola italiana (dal lat. civitas) ci fa risalire solo a uno dei [...] dei Dioscuri. L'opera fu forse collegata con la trasformazione dell'agorà greca in Foro romano. Deve ammettersi infatti che i Romani considerassero come decumano la mediana fra le ... ... Leggi

MERCATO

Enciclopedia Italiana (1934)

(dal latino mercatus da merx "merce"; fr. marché; sp. mercado; ted. Markt; ingl. market). - Economia. - Nell'uso comune il termine mercato indica il luogo [...] . Come si compia per gradi questa derivazione è indicato dall'esempio di Roma. Il Foro Romano, col diventare sempre più centro politico e religioso dell'urbe, petde quelle tabernae ... ... Leggi

Verona

Enciclopedie on line

Comune del Veneto (206,7 km2 con 264.191 ab. nel 2008), capoluogo di provincia. La città è situata a 59 m s.l.m., al margine settentrionale della Pianura [...] maggiori famiglie: nel 1226 Ezzelino III da Romano divenne podestà di Verona e dal 1236 nel reticolato stradale della città moderna. Il foro era nell’area di piazza delle Erbe, ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1