pagina 1 di 3 - 26 risultati

Morgagni, Giambattista

Enciclopedie on line

Medico e anatomico (Forlì 1682 - Padova 1771), considerato il fondatore dell'anatomia patologica. Laureatosi diciannovenne in filosofia e medicina a Bologna, dove fu allievo di A. Valsalva, ottenne (1711) la prima cattedra di medicina teorica di Padova. La sua prolusione, Nova institutionum medicarum idea, ha valore storico perché in essa preconizzò l'evoluzione della medicina sulle orme del metodo sperimentale. Ottenne poi (1715), sempre a Padova, la cattedra di anatomia, che occupò fino alla morte... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Giambattista Morgagni

MORGAGNI, Giambattista

Enciclopedia Italiana (1934)

È il fondatore dell'anatomia patologica; nacque a Forlì il 25 maggio del 1682, morì a Padova il 5 dicembre 1771... Leggi

Risultati relativi a Giambattista Morgagni

Morgagni, Giovanni Battista

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

Giovanni Battista Morgagni Giovanni Battista Morgagni è certo l’erede più rappresentativo del lascito costituito dalla grande anatomofisiologia italiana seicentesca, che ha il suo apice nell’opera di Marcello Malpighi. Continuatore della «medicina razionale» malpighiana e suo strenuo difensore nel fuoco delle polemiche che si accesero negli anni di transizione tra Sei e Settecento, anche in ragione della ricezione del neoippocratismo di Thomas Sydenham (1624-1689), Morgagni imprime all... Leggi

ANATOMIA umana

Enciclopedia Italiana (1929)

L'Anatomia è quella scienza biologica, la quale studia la forma e la costituzione degli esseri viventi. Il nome è derivato dal greco ἀνατομή "dissezione" (ἀνά e τομή, da τέμνω "taglio"), designante appunto, già presso gli antichi, il primitivo ed ancor oggi più idoneo mezzo d'indagine di tale scienza... Leggi

L'Età dei Lumi: le scienze della vita. L'anatomia patologica e la clinica

Storia della Scienza (2002)

L'anatomia patologica e la clinica Sommario: 1. L'empirismo anatomoclinico. 2. La nosologia empirista. 3. La patologia anatomica. 4. La patologia d'organo. 5. Verso una nuova semeiotica fisica. 6. La patologia di tessuto. La riforma cinquecentesca dell'anatomia costituì la condizione indispensabile per l'affermarsi di una concezione anatomica della malattia; oltre a fornire e a migliorare l'indispensabile conoscenza dell'anatomia normale, infatti, il diffondersi delle sezioni cadaveriche portò con frequenza crescente al casuale riscontro di insospettabili alterazioni organiche... Leggi

La cultura scientifica

L'Unificazione (2011)

Il periodo del Risorgimento e dell’unificazione italiana è anche quello in cui si registrano grandi incrementi e grandi trasformazioni scientifiche e tecniche. Nuove linee di indagine vanno sempre più differenziandosi all’interno delle principali aree del sapere, acquisendo lo status di discipline autonome e distinte, con esiti capaci di modificare la concezione dell’uomo e dell’universo. A loro volta le contemporanee trasformazioni economiche ampliano moltissimo il ruolo sociale del lavoro scientifico... Leggi

Malattia e salute

Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (2007)

I termini che nelle diverse lingue vengono usati per indicare la malattia appartengono, per la loro etimologia, a più campi semantici: essi rinviano sia alla mancanza di adattamento ai compiti della vita quotidiana, alla debolezza e alla perdita delle capacità lavorative, sia alla deformità e alla bruttezza, sia ancora alla sensazione di un disturbo fisico, e infine alla sofferenza psichica e al dolore... Leggi

La Rivoluzione scientifica: i domini della conoscenza. La medicina

Storia della Scienza (2002)

La medicina Sommario: 1. Introduzione. 2. La diatriba tra medicina galenica e medicina chimica. 3. Le concezioni della malattia e la loro classificazione. 4. Lo studio della patologia. 5. Le tecniche terapeutiche e chirurgiche. 6. Iatrofisica e iatrochimica. ▢ Bibliografia. 1. Introduzione Per inquadrare la trattazione della medicina del XVII sec... Leggi

L'Età dei Lumi: le scienze della vita. L'evoluzione delle scienze biomediche nel Settecento

Storia della Scienza (2002)

L'evoluzione delle scienze biomediche nel Settecento Sommario: 1. L'inventario planetario delle forme viventi. 2. L'analisi dell'organizzazione vitale. 3. Il profilo della ricerca sperimentale. 4. La medicina in trasformazione. 5. Il concetto di organizzazione vitale: Blumenbach e Kant... Leggi

L'Età dei Lumi: le scienze della vita. La teoria di Haller: fibra, irritabilità e sensibilità

Storia della Scienza (2002)

La teoria di Haller: fibra, irritabilità e sensibilità Sommario: 1. Il micromeccanicismo: gli antecedenti. 2. Il modello di Haller. 3. Epigoni e avversari del paradigma halleriano. 4. La polemica con Anton de Haen e con Robert Whytt. Il meccanicismo, com'è noto, si definì in modo compiuto e si pose di diritto come la nuova struttura di base per ogni scienza all'incirca nel corso degli anni Quaranta del XVII secolo... Leggi

L'Età dei Lumi: le scienze della vita. Dall'anatomia animata alle scienze delle forze vitali

Storia della Scienza (2002)

Dall'anatomia animata alle scienze delle forze vitali Sommario: 1. Lo sviluppo disciplinare della fisiologia. 2. L'osservazione anatomica e la sua rappresentazione. 3. Il disciplinamento dell'osservazione e dell'esperimento. 4. Tecniche sperimentali. 5. Analogie e modelli... Leggi

Tra immaginario e descrizione anatomica

Universo del Corpo (1998)

Tra immaginarioe descrizione anatomica Su una parete di roccia della grotta di Gargas, in Francia, è tracciato il profilo di una mano, e il disegno in ocra rossa si ripete centinaia di volte; più avanti nella caverna altre immagini stilizzate rappresentano gli organi sessuali di uomini e donne. Questi disegni, datati dagli archeologi a circa trentamila anni fa, sono tra le più antiche rappresentazioni finora scoperte del corpo umano... Leggi