pagina 1 di 2 - 23 risultati

Grandes Jorasses

Enciclopedie on line

Gruppo di cime del massiccio del Monte Bianco, la più elevata delle quali (Punta Walker) raggiunge i 4260 m. Si trova nel settore N che fiancheggia la Val Ferret italiana. I suoi fianchi sono ricoperti da estesi ghiacciai: tipica la parete nord, che si estende fra il Col des G. a E e il Col des Hirondelles a O per una lunghezza complessiva di quasi 2 km e un’altezza massima di 1200 m. Insieme alla parete nord del Cervino e alla parete nord dell’Eiger, costituisce una delle più ardue imprese alpinistiche di tutte le Alpi.... Leggi

Risultati relativi a Grandes Jorasses

Alpinismo

Enciclopedia dello Sport (2004)

sommario: □ La storia. Le origini. L'età dei pionieri. L'epoca d'oro della conquista. Dopo la Prima guerra mondiale. Il tecnicismo e la mitizzazione dell'alpinista. L'alpinismo sportivo. L'alpinismo femminile. Le seven summits. La corsa ai 14 'ottomila'. □ Aspetti tecnici. Terminologia specifica. Valutazione delle difficoltà. □ Le montagne. □ Bibliografia... Leggi

SPORT

Enciclopedia Italiana - IV Appendice (1981)

Un grandissimo rilievo, nella vita sociale di ciascun paese, ha acquistato il movimento sportivo che, specie negli ultimi anni, è andato assumendo una dimensione universale. Lo s. costituisce infatti l'unico "alfabeto" comune tra popoli e nazioni di diverse dimensioni economiche, politiche e culturali. Della sua importanza e dei vantaggi che può offrire alla gioventù si sono resi conto i vari governi, approntando provvidenze e strutture per la sua diffusione e la sua pratica... Leggi

Bonatti, Walter

Enciclopedia dello Sport (2004)

Italia • Bergamo, 22 giugno 1930Le sue imprese, la sua determinazione e coerenza ne fanno una figura di assoluto spicco nella storia dell'alpinismo mondiale del dopoguerra. Dopo essersi trasferito a Monza, crebbe alpinisticamente nel locale gruppo dei 'Pel e Oss' e appena diciannovenne (1949) ripeté la parete Nordest del Pizzo Badile, la Ovest dell'Aiguille Noire de Peuterey e la via Cassin sulla Nord dello Sperone Walker nelle Grandes Jorasses... Leggi

Cesen, Tomo

Enciclopedia dello Sport (2004)

Slovenia • Kranj, 5 novembre 1959Alpinista eclettico, negli anni Ottanta e Novanta s'impose in tutti i campi, dalle solitarie alle invernali, dalla falesia all'Himalaya... Leggi

BIANCO, MONTE

Enciclopedia Italiana - I Appendice (1938)

Esplorazione (VI, p. 875). - Il Monte Bianco rappresenta indubbiamente la più grande palestra dell'alpinismo occidentale; talune delle sue vie di salita si devono considerare - quando all'elemento della difficoltà tecnica, spesso grandissima, si aggiungano quelli dell'altitudine e della lunghezza della via - come le più formidabili delle Alpi... Leggi

Terray, Lionel

Enciclopedie on line

Guida alpina (Grenoble 1921 - Vercors 1965), il più grande alpinista francese del secondo dopoguerra. In cordata con L. Lachenal compì numerose ascensioni di grande impegno sulle Alpi, tra cui la prima ripetizione della parete Nord dell'Eiger e la quarta ripetizione dello sperone Walker sulla Nord delle Grandes Jorasses... Leggi

Bonatti, Walter

Enciclopedie on line

 Alpinista italiano (Bergamo 1930 - Roma 2011). Tra le sue numerose imprese ricordiamo: la scalata della parete est del Grand Capucin (1951), l'arrampicata solitaria sul pilastro sud-ovest del Dru (1955), la conquista dello sperone Whymper della parete nord delle Grandes Jorasses (1964), la direttissima sulla nord del Cervino in prima solitaria invernale (1965). Ha partecipato a spedizioni extraeuropee conquistando, tra le altre, la cima inviolata del Gasherbrum IV (1958... Leggi

Cassìn, Riccardo

Enciclopedie on line

Alpinista italiano (San Vito al Tagliamento, Pordenone, 1909 - Pian dei Resinelli, Lecco, 2009), risolse i due massimi problemi del suo tempo (1930-1940) nelle Alpi orientali e nelle occidentali: la scalata della parete nord della cima ovest di Lavaredo (1935), innalzando il limite del sesto superiore, e la risalita dello sperone Walker della parete nord delle Grandes Jorasses (1938). Altre sue imprese di rilievo furono le scalate sulla parete NE del Pizzo Badile e sullo... Leggi

Desmaison, René

Enciclopedie on line

Alpinista francese (Périgord 1930 - Marsiglia2007).Nella sua carriera ha realizzato oltre1000 ascensioni, delle quali 114 prime assolute. Tra le altre, ha compiuto ascensioni in solitaria, come quella sul lato N dei Grandes Jorasses, e spedizioni sulle Alpi, sulle Ande e sull'Himalaya. Noto per aver reso popolare l’alpinismo, è stato anche autore di opere sulla sua attività (La montagne a mains nues, 1971; trad. it. 1972).... Leggi

Gervasutti, Giusto

Enciclopedia dello Sport (2004)

Italia • Cervignano (Udine), 17 aprile 1909-Mont Blanc du Tacul, 16 settembre 1946Arrampicò sulle Alpi orientali e occidentali, spaziando dalle pareti dolomitiche al rosso granito del gruppo del Monte Bianco, e per questo è conosciuto come "il fortissimo". Dotato di un carattere irrequieto, cultore dell'azione eroica, del continuo superamento dei propri limiti, con una grande apertura mentale e forte intuito, segnò tappe fondamentali nella storia dell'alpinismo tra le due guerre mondiali. Friulano e quindi austriaco alla nascita, si trasferì nel 1931 a Torino... Leggi

Desmaison, Rene

Enciclopedia dello Sport (2004)

Desmaison, RenéFrancia • Bourdeilles (Dordogna), 1930Alla fine degli anni Cinquanta e per il decennio successivo fu uno dei maggiori esponenti dell'alpinismo mondiale, per alcuni osservatori inferiore solamente a Walter Bonatti. Il suo alpinismo era quello del secondo dopoguerra, quando si ebbe la prepotente affermazione dei chiodi, anche a espansione, delle giacche in piumino e delle corde in nylon. La strategia divenne così quella dell'assedio di tipo himalayano... Leggi