1. IPCC

    Sigla di Intergovernmental Panel on Climate Change, organizzazione istituita nel 1988 dalla OMM e dallo UNEP, con lo scopo di valutare, su basi scientifiche, tecniche e socioeconomiche, il rischio dei cambiamenti climatici indotti dall’uomo e le loro possibili conseguenze, e di suggerire eventuali soluzioni per la riduzione di tali mutamenti. Ha sede a Ginevra e ha come attività principale la pubblicazione di periodici rapporti sullo stato dei cambiamenti climatici Leggi

    ipcc si trova anche nelle opere:
    Dizionario di Economia e Finanza (2012)

      Organizzazione istituita nel 1988 dal World Meteorological Organization (WMO) e dall’United Nations Environment Programme (➔ UNEP), allo scopo di valutare, su basi scientifiche, tecniche e socioeconom

    Lessico del XXI Secolo (2012)

  2. Intergovernmental panel on climate change

    (IPCC) Organismo costituito nel 1988 da due agenzie dell'ONU, la WMO (World Meteorological Organization) e l'UNEP (United Nations Environment Programme), allo scopo di elaborare documenti-guida atti a chiarire le modalità attraverso cui i mutamenti climatici si verificano e a indicare alle autorità politiche nazionali e sovranazionali, sulla base della valutazione della sensibilità e della vulnerabilità dei sistemi naturali, le strategie di mitigazione... Leggi

  3. Serra

    botanicaEdificio destinato alla coltivazione di piante da fiore, di primizie, tardizie e prodotti ortofrutticoli di pregio, di collezioni di piante esotiche. Nelle s. vengono realizzate artificialmente speciali condizioni climatiche in relazione agli scopi che si vogliono perseguire, coltivando le piante fuori del loro ambiente naturale o dando a esse, permanentemente o soltanto in certi periodi dell’anno, un clima e, in certi casi, condizioni atmosferiche e di illuminamento controllate. La forma e la struttura delle s... Leggi

  4. Clima

    Il complesso delle condizioni meteorologiche ( elementi del c.: temperatura atmosferica, venti, precipitazioni), che caratterizzano una località o una regione nel corso dell’anno, mediato su un lungo periodo di tempo. Si distingue dal tempo (in senso meteorologico), che è una combinazione solo momentanea degli elementi medesimi. Più rigorosamente, si definisce il c. come la descrizione statistica in termini dei valori medi e della variabilità delle quantità rilevanti (i citati elementi del c.) in un periodo di tempo che va dai mesi alle migliaia o ai milioni di anni... Leggi

  5. Effètto sèrra

    effètto sèrra Fenomeno che si produce allorché un mezzo (per es. il vetro delle serre) risulta trasparente alle componenti di breve lunghezza d'onda dello spettro della radiazione solare (parte ultravioletta e visibile) ma è opaco rispetto a radiazioni di maggiore lunghezza d'onda (radiazione infrarossa): un mezzo con tali caratteristiche trattiene la radiazione infrarossa emessa dai corpi riscaldati dall'assorbimento della radiazione di minore lunghezza d'onda, con conseguente aumento della temperatura sottostante... Leggi

    Categoria: Meteorologia
    Tags:
    carbonica anidride,
    ozono
  6. Combustibili

    combustìbili Sostanze in grado di fornire energia termica per mezzo di reazioni di combustione.classificazione dei combustibiliI c. possono essere solidi, liquidi o gassosi, naturali o artificiali. C. solidi naturali sono il legno, la torba, la lignite ecc.; c. solidi artificiali sono il carbone di legna, il coke, il semicoke; c. liquidi naturali sono il petrolio e il bitume; c. liquidi artificiali sono l'alcol metilico, l'alcol etilico, frazioni del petrolio o derivati da queste frazioni (benzine, oli c. ecc.). Gas naturali e di miniera sono detti c... Leggi

    Categoria: Chimica Industriale
  7. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • VARIAZIONI CLIMATICHE

      Variazioni climatiche Le ricerche sulle v. c. vengono sistematicamente raccolte dall'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), che è stato costituito sin dal 1988 da due agenzie dell'ONU, ossia la WMO (World Meteorological Organization) e l'UNEP (United Nations Environment Programme). Leggi

    • CLIMA

      ClimaLa variabilità del c., con un'evoluzione rapida, ha cominciato a essere percepita alla fine del 20° sec., inizialmente dai ricercatori specializzati, mediante l'analisi dei dati, e successivamente da tutta la popolazione. In tal senso hanno svolto un ruolo importante i mezzi d'informazione che hanno mostrato, in ogni parte del mondo, il sempre più frequente verificarsi di fenomeni meteorologici fino ad allora ritenuti rari o eccezionali, superando la percezione individuale del c. come una proprietà caratteristica dei luoghi e del tempo astronomico, con le stagioni e i mesi. Leggi

    • GLOBAL CHANGE

      Global Change L'espressione in lingua inglese global change (cambiamento globale, modificazione mondiale) è entrata in uso anche in italiano per indicare i cambiamenti che si hanno nei differenti ecosistemi terrestri in conseguenza sia dei cambiamenti climatici sia dell'interazione fra tutti i sottosistemi fisici, chimici e biologici in cui si può schematizzare una suddivisione del pianeta Terra nella visione attuale di sistemica complessa. Leggi