jacquerie

Enciclopedie on line

Termine (derivante dal soprannome Jacques Bonhomme, in voga già nel 14° sec. tra i nobili di Francia e poi rimasto nell’uso per indicare, ironicamente, [...] ... ... Leggi

jacquerie

Dizionario di Storia (2010)

Rivolta di contadini, detti popolarmente «Jacques» (da Jacques Bonhomme, nomignolo del contadino per antonomasia), scoppiata in Francia nella regione dell’Oise [...] ... ... Leggi

Carlo V re di Francia, detto il Saggio

Enciclopedie on line

Carlo V re di Francia, detto il Saggio. - Figlio (Vincennes 1338 - Beauté-sur-Marne 1380) di Giovanni II, nel 1349 ebbe il titolo di delfino e il governo [...] borghese degli Stati generali a Parigi, mentre i feudatarî soffocavano i tumulti della jacquerie, determinati dalla grave situazione economica del regno. Salito al trono nel 1364 ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

PERTILE, Aureliano

Enciclopedia Italiana - I Appendice (1938)

PERTILE, Aureliano. - Cantante (tenore) nato a Montagnana (Padova) il 3 novembre 1885. Studiò con Vittorio Orefice e Manlio Bavagnoli. Esordì a Vicenza [...] alla prima rappresentazione delle opere: Quo vadis? di J. Nouguès (edizione italiana), nella Jacquerie di G. Marinuzzi, nel Tucuman di Felipe Boero, nella Luisa di G. Charpentier ... ... Leggi

CAGGESE, Romolo

Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 16 (1973)

CAGGESE, Romolo. - Figlio di Potito e di Amalia Ursomando, nacque ad Ascoli Satriano (Foggia) il 26 giugno del 1881.Alunno fino ai sedici anni del seminario [...] spettatore ai tumulti popolari che si rivestirono come di consueto delle fogge tipiche della jacquerie:fu un'esperienza che doveva riuscire decisiva per lui, financo sul piano dei ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

MARINUZZI, Gino

Enciclopedia Italiana (1934)

MARINUZZI, Gino. - Direttore d'orchestra e compositore, nato a Palermo il 24 marzo 1882. Studiò presso il conservatorio della sua città natale. Iniziò [...] Roma, Chicago, Torino, ecc. Come compositore ha lavorato a musiche teatrali (Barbarina, Jacquerie, Palla de' Mozzi), orchestrali (Suite siciliana, Sicania, Dopo la vittoria, Elegia ... ... Leggi

LALO, Édouard

Enciclopedia Italiana (1933)

LALO, Édouard. - Compositore, nato a Lilla il 17 gennaio 1823, morto a Parigi il 22 aprile 1892. Studiò a Lilla sotto la guida del violoncellista Baumann, [...] Roy d'Ys (1888), probabilmente il migliore suo lavoro. Altre produzioni teatrali (La Jacquerie, terminata da A. Coquard e rappresentata nel 1895, il balletto Namouna, la pantomima ... ... Leggi

AGNELLI, Salvatore

Enciclopedia Italiana (1929)

AGNELLI, Salvatore. - Nato a Palermo nel 1817. Iniziò gli studî nella città natale e li compì, con non poco profitto, al Conservatorio di Napoli, dove, [...] (1842). Nel 1846 l'Agnelli si trasferì a Marsiglia, dove fece rappresentare nel 1849 La Jacquerie (tre atti), nel 1855 Léonore de Médicis (quattro atti), nel 1860 Les deux avares ... ... Leggi

Marcel, Étienne

Enciclopedie on line

Marcel ‹marsèl›, Étienne. - Uomo politico francese (n. 1316 circa - m. Parigi 1358). Di ricca famiglia di mercanti di panni, prevosto dei mercanti (prévôt [...] di consegnargli Parigi fu ucciso, il 31 luglio 1358, nel clima di opposizione agli eccessi della jacquerie, che aveva stretto nobili e borghesi intorno alla monarchia francese. ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

GIOVANNI II re di Francia

Enciclopedia Italiana (1933)

GIOVANNI II re di Francia. - Figlio di Filippo VI di Valois e di Giovanna di Borgogna, nacque nel 1319; succedette al padre il 22 agosto 1350. Incapace [...] Les grands traités de la guerre de Cent ans, Parigi 1888; S. Luce, Hist. de la Jacquerie, 2ª ed., Parigi 1895; A. Coville, Les premiers Valois ecc., in Lavisse, Hist. de France, IV ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1