koinè

Enciclopedie on line

koinè Lingua comune, come uso linguistico accettato e seguito da tutta una comunità nazionale e su un territorio piuttosto esteso, con caratteri uniformi [...] origine non greca. A differenza delle parlate greche di età anteriore, la koine è largamente nota attraverso scritture private (lettere commerciali e familiari, compiti scolastici ... ... Leggi

koine

Enciclopedia dell'Italiano (2010)

koinè 1. Definizione Il termine koinè (meno diffusa la variante grafica coinè) proviene dal greco koinē´, femminile dell’agg. koinós «comune» accordato [...] alla lingua cortigiana, in Sanga 1990b, pp. 79-163. Sanga, Glauco (a cura di) (1990b), Koinè in Italia dalle origini al Cinquecento. Atti del Convegno di Milano e Pavia (25-26 ... ... Leggi

INGEGNERIA

Federiciana (2005)

Ingegneria Nel periodo svevo, il pensiero scientifico presenta una singolare koinè culturale determinata dall'intenso e continuo interscambio tra le più lontane scuole, alla cui qualificazione contribuiscono diverse tradizioni culturali. L'interesse, ben attestato dalle cronache, di Federico II per ... Leggi

zaconico

Enciclopedie on line

Dialetto del greco moderno, non sorto per il differenziamento dialettale della koinè, ma continuazione di una parlata laconica. È parlato dagli Zaconi del Peloponneso orientale nella regione a N di Leonìdi. ... Leggi
TAGS: PELOPONNESO LEONÌDI

sicilianismi

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Il linguaggio della lirica duecentesca, e non solo della lirica, fu profondamente segnato dalla koinè creata dalla prima scuola poetica italiana, la [...] mai contraddire al siciliano, almeno nella sua fase più antica. L'influsso di questa koinè poetica fu subito notevolissimo in Toscana. I cosiddetti poeti siculo-toscani, che, con a ... ... Leggi

Lo Stil novo

Scuola (2014)

Dobbiamo a Dante l’espressione “Dolce stil novo”, usata nella Commedia (Pg XXIV 57) per riferirsi alla koinè poetica sviluppatasi a Firenze tra il 1280 e il 1310. Sullo sfondo si staglia la Bologna di Guido Guinizzelli (1230 ci ... Leggi

meridionalismi

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - I meridionalismi che si trovano in D., cioè in pratica nella poesia di D., provengono dalla ‛ koinè ' creata dai poeti siciliani, e fanno quindi tutt'uno coi cosiddetti ‛ sicilianismi '. Le ragioni dialettologiche che suggeriscono talora l'uso della denominazione più comprensiva di ... Leggi

L'archeologia delle pratiche cultuali. Iran

Il Mondo dell'Archeologia (2002)

I LUOGHI DEL CULTO Nell'età del Bronzo, la cultura "transelamita" costituisce sull'altopiano iranico una koinè in cui il legame con la Mesopotamia è particolarmente intenso; accanto ad edifici che presentano le caratteristiche di templi dalla pianta di vario tipo, troviamo le "terrazze alte ... Leggi

Thumb

Enciclopedie on line

, Albert. - Glottologo (Friburgo in Brisgovia 1865 - Strasburgo 1915), prof. a Friburgo (1891), a Marburgo (1901) e a Strasburgo (1909). Indianista e soprattutto [...] grecista, scrisse uno studio sullo spirito aspro (1888) e un importante volume sulla koinè (Die griechische Sprache im Zeitalter des Hellenismus, 1901). Fondamentali i suoi manuali ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

Vèttio Valènte

Enciclopedie on line

Vèttio Valènte (lat. Vettius Valens). - Astrologo di Antiochia (sec. 2º o 3º d. C.). Sul modello del Tetrabiblos di Tolomeo, compose un'opera astrologica [...] in 9 libri, intitolata ᾿Ανϑολογίαι, manuale didattico, con carattere pratico e popolare; la lingua è la koinè, ricca di espressioni e costrutti popolari. ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE
Pubblicità
pagina 1