Král', Janko

Enciclopedie on line

Král' ‹kràal'›, Janko. - Poeta slovacco (Liptovsky Sv. Mikuláš 1822 - Zlaté Moravce 1876). Passione per la libertà, ansia di orizzonti più vasti di quelli che gli offriva, dopo la sua partecipazione alla rivoluzione del 1848, la grama vita provinciale, caratterizzano le sue Balady a piesne ("Ballate ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

CRAAL

Enciclopedia Italiana (1931)

(Kraal, Kral, dal portoghese corral "recinto"). - Presso i Bantu e gli Ottentotti dell'Africa meridionale, è lo spazio circolare, chiuso da una siepe di pali e sterpi, che si costruisce nel centro di un insediamento ed è destinato alla custodia del bestiame. Per estensione si dà questo nome a ... Leggi

Shona

Enciclopedie on line

Nome convenzionale, non indigeno, con cui si designa un ampio gruppo dei Bantu centro-meridionali, occupante le regioni centrali del Mozambico a N del [...] dello Zimbabwe, gli Shona sono oggi agricoltori e allevatori, in parte viventi nei loro kraal, entro le riserve, in parte urbanizzati o attratti nell’orbita delle aziende europee. ... ... Leggi
TAGS: MONOMOTAPA MOZAMBICO ZIMBABWE ORBITA

Nyoro

Enciclopedie on line

Nyoro (o BaNyoro) Popolazione dell’Uganda nord-occidentale, che occupa un territorio di colline e altopiani. I Nyoro erano organizzati in uno dei più [...] , a loro volta formati dall’associazione di un certo numero di casate, composte dall’associazione di più unità domestiche, i kraal, insieme di persone, animali e costruzioni. ... ... Leggi
TAGS: BUNYORO UGANDA BANTU

Zulu

Enciclopedie on line

Popolazione bantu del gruppo Nguni, divisa tra Repubblica Sudafricana, Malawi, Swaziland e Leshoto. Ancora alla fine del 18° sec., non costituivano che [...] , mentre l’agricoltura è curata quasi interamente dalle donne. Insediamento tipico è il kraal, recinto per il bestiame, intorno a cui si raggruppano le capanne cupoliformi del ... ... Leggi

ZULULAND

Enciclopedia Italiana (1937)

(Paese degli Zulu, v.; A. T., 120). - Lo Zululand costituisce dal 1897 la parte settentrionale della provincia del Natal nell'Unione Sudafricana. L'area, [...] Rorke's Drift (colonnello Glyn), da Utrecht (colonnello E. Wood). Obiettivo comune: il kraal reale di Ulundi. Una quarta colonna (colonnello Durnford) avrebbe dovuto, in un secondo ... ... Leggi

RHODESIA

Enciclopedia Italiana (1936)

(A. T., 118-119). - Territorio vastissimo (1.135.134 kmq.), che fa parte dei domini africani della Gran Bretagna ed è compreso fra il Bechuanaland e il [...] ; sottomette con le armi nel 1893 i Matabele e stabilisce in Bulawayo, l'antico kraal indigeno del caduto re Lobengula, la capitale del territorio, cui il Matabeleland Order in ... ... Leggi

CAPRO ESPIATORIO

Enciclopedia Italiana (1930)

CAPRO ESPIATORIO. - L'espressione trae origine dalla traduzione (caper emissarius) che S. Gerolamo fece del vocabolo ebraico 'Azā'zel nel passo del Levitico [...] gl'indigeni conducono all'infermo un capro e confessano sopra di esso i peccati del kraal, facendo così dell'animale un vero capro emissario. Talora si lascia cadere qualche goccia ... ... Leggi

OTTENTOTTI

Enciclopedia Italiana (1935)

. - I coloni olandesi che nel sec. XVII si insediarono per primi intorno al Capo di Buona Speranza diedero questo nomignolo, che pare significasse "balbettante" [...] pecora espressamente sacrificata. Le capanne ottentotte erano disposte a cerchio intorno al kraal del bestiame: mezzo secolo fa gl'insediamenti erano invece già di forma irregolare ... ... Leggi

SOCIETÀ

Enciclopedia Italiana (1936)

SOCIETÀ. - Da un punto di vista filosofico, il concetto e il problema della "società" si distingue soltanto assai tardi da quello dello stato e, in linea [...] i giovani ricevano durante la notte le loro amiche, come avviene nelle Trobriand e nei Kraal dei giovani guerrieri Masai. La casa degli uomini si distingue dalle altre capanne del ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1