krill

Enciclopedie on line

Grande concentrazione (fino a decine di migliaia per metro cubo d’acqua) di piccoli Crostacei Eufasiacei e Misidacei (v. fig.), che si osserva in primavera-estate [...] ... ... Leggi
TAGS: METRO CUBO CROSTACEI MISIDACEI GIAPPONE RUSSIA

Eufausiacei

Enciclopedie on line

Ordine di Crostacei Malacostraci Eucaridi di piccole dimensioni, marini, planctonici (➔ krill). Hanno carapace unito ai tergiti toracici, occhi peduncolati, branchie sugli epipoditi dei pereiopodi; in genere posseggono organi luminosi. Include la famiglia Eufausidi, di mari temperati (anche del ... Leggi

fanone

Enciclopedie on line

Ciascuna delle lamine cornee frangiate che nelle balene (Misticeti) sono inserite in due file parallele sui margini della mascella superiore (fino a [...] con piccole quantità di idrossiapatite. Fungono da filtro, trattenendo in bocca grandi quantità di piccoli animali pelagici (krill, Copepodi ecc.) dei quali si nutrono i Misticeti. ... ... Leggi

FALKLAND, o Malvine

Enciclopedia Italiana - V Appendice (1992)

(XIV, p. 748; App. II, I, p. 899; III, I, p. 588) Storia. - La controversia tra Gran Bretagna e Argentina riprese nella seconda metà degli anni Settanta [...] note con il nome di kelp e di una specie di minuscoli crostacei (il krill) ad altissima percentuale proteica. Non ancora quantificato risulta il potenziale economico derivante dai ... ... Leggi

Antartide

Enciclopedie on line

Continente che occupa la calotta polare antartica, per circa 13,1 milioni di km2 (più 75.600 km2 di isole adiacenti). Nel punto in cui si spinge più [...] e alle foche, rimane da studiare lo sfruttamento di un piccolo gambero planctonico, il krill, presente in quantità sterminate. Per quanto concerne le risorse minerarie, l’altopiano ... ... Leggi

OCEANOGRAFIA

Enciclopedia Italiana - V Appendice (1993)

(XXV, p. 157; App. II, II, p. 438; III, II, p. 294; IV, II, p. 638) Utilizzazione e sfruttamento delle risorse economiche delle acque e dei fondali oceanici. [...] forme particolarmente attive quali gli Eufausiacei (krill), che sono capaci di evitare le zooplancton nel suo insieme e non includono il krill. È agli esordi lo studio del ruolo ... ... Leggi

EFFETTI ECOLOGICI DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI

XXI Secolo (2010)

Con il termine cambiamento climatico si intende qualsiasi modificazione di stato del clima, identificabile mediante analisi delle variazioni dei valori [...] sia della disponibilità di crostacei (in particolare di krill, Euphausia superba) e di molluschi predatori del krill, che costituiscono la principale fonte alimentare del pinguino ... ... Leggi

Psichiatria

Enciclopedia del Novecento (1980)

di Bruno Callieri Psichiatria sommario: 1. Natura ed esistenza in psichiatria. 2. Psichiatria clinica. 3. La psichiatria secondo le età della vita: a) [...] altri piani della realtà sociale (v. Krill, 1978), dimenticando l'autonoma corrente dello E., Körperbau und Charakter, Berlin 196725. Krill, D. F., Existential social work, New ... ... Leggi
CATEGORIA: PSICHIATRIA

Migrazioni

Enciclopedia del Novecento (1979)

di Bruno Paradisi e Otto von Frisch MIGRAZIONI Migrazioni umane di Bruno Paradisi sommario: 1. Considerazioni generali. 2. Gli effetti delle migrazioni. [...] lunghi 6 cm circa, che le balene filtrano dall'acqua attraverso i fanoni. Il Krill si trova in grossi banchi situati principalmente nelle fredde acque dell'Antartide; verso questa ... ... Leggi

migrazioni e orientamento

Enciclopedia dei ragazzi (2006)

Il grandioso traffico dei viventi Ogni anno, col cambiare delle stagioni, milioni di animali si spostano da una parte all’altra del Pianeta per sfuggire [...] nei mari polari, filtrando attraverso i fanoni la ricchissima produzione di plancton (il krill), che consente loro di accumulare grandi quantità di grasso. Durante la lunga notte ... ... Leggi
CATEGORIA: ETOLOGIA
Pubblicità
pagina 1