pagina 1 di 9 - 105 risultati
Comune della prov. di Salerno (15,1 km2 con 1086 ab. nel 2008).... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Lustra

lustra (1970)

. - Latinismo, che si trova usato, in rima con illustra e con una parola latina, frustra (sono le uniche rime in -ustra della Commedia), nel senso di " tana ", in Pd IV 127 nostro intelletto..... Leggi

LISTRA

(Λύστρα, τὰ Λύστρα; Lystra, Lustra). - Cittadina della Licaonia (Asia Minore), nota soprattutto per l'evangelizzazione fattavi da Paolo e Barnaba; secondo Atti, XIV, 7 segg., dopo che Paolo vi ebbe miracolosamente guarito un paralitico, gli apostoli ne furono cacciati dalla folla sobillata dagli Ebrei. Nel suo secondo viaggio Paolo, ripassando da Listra, prese con sé come discepolo Timoteo (Atti, XVI,1-5). La città era colonia romana, Colonia Iulia Felix Gemina Lustra, come è anche attestato... Leggi

TEISIAS

Ceramista attico- così si proclama nei prodotti firmati- autore di una serie di piccoli vasi a vernice lustra senza decorazione pittorica o quasi.Si tratta di kàntharoi e skỳphoi di produzione beotica, provenienti in massima parte da Tebe, Tanagra o Rhitsona, dove altri esemplari della stessa classe sono frequenti... Leggi

frustra

. - La parola latina, " invano ", ricorre, probabilmente per ragioni di rima (con illustra e lustra), in Pd IV 129 ciascun disio sarebbe frustra. È questa l'unica rima in -ustra della Commedia.... Leggi

lustro

. - Sostantivo esclusivo della Commedia, ove si registra solo due volte; vale " luce ", " splendore ": Pg XXIX 16 Ed ecco un lustro sùbito tràscorse / da tutte parti per la gran foresta, / tal che di balenar mi mise in forse, e Pd XIV 68 Ed ecco intorno, di chiarezza pari, / nascere un lustro sopra quel che v'era, / per guisa d'orizzonte che rischiari.... Leggi

KARANOVO

. - Collinetta artificiale (tell) nella provincia di Nova Zagora (Bulgaria meridionale), che recenti scavi (1946-57) hanno rivelato come sito di successivi insediamenti i quali si estendono dal Neolitico (inizio del IV millenmo a. C.) alla prima Età del Bronzo.La collinetta, formata dai detriti risultanti dalla persistente vita sul posto, è alta 13 m e misura 180-250 m di diametro. Furono riconosciuti cinque livelli archeologici, che corrispondono ad altrettante facies culturali relazionabili ad altre note nel S-E europeo: Starčevo-Körös, Veselinovo, Boian, Gumelniţa, Vinča I-IV (v.)... Leggi

rima

. - 1. Nel De vulg. Eloq., D. rimanda la trattazione sistematica sulla r. al quarto libro dell'opera, non più portata a termine. Tuttavia alcune cose afferma nella parte che tratta della stanza e ad altre implicitamente allude. Nei capitoli IX, XII, XIII del libro II del De vulg. Eloq., D., dopo aver affermato che la r. non è esclusiva della canzone, perché può essere rinnovata (e di solito lo è) a ogni stanza, ne afferma la fondamentale importanza per quella che è la disposizione delle parti (partium habitudo). E dedica tutto il capitolo XIII appunto al rapporto fra le r... Leggi

Costantino e i barbari

Sommario: Situazione di partenza ▭ La prima vittoria di Costantino contro i germani. 306-313 d.C. ▭ Sul significato del ponte di Costantino sul Reno. 310-313 d.C. ▭ La politica di Costantino nei confronti dei barbari all’ombra della guerra civile. 312-317 d.C. ▭ Costantino come vincitore dei barbari nell’epoca tra le due guerre. 317-324 d.C. ▭ Costantino e i barbari dopo il 324. Aspetti tradizionali della politica costantiniana nei confronti dei barbari dopo il 324 − Dal guerriero al monarca: la nuova immagine dell’imperatore Costantino ▭ Costantino come vincitore sui barbari in Eusebio... Leggi

Pound, Ezra Loomis

Poeta e critico statunitense (Hailey, Idaho, 1885 - Venezia 1972). Nato da una famiglia di tradizioni quacchere e puritane, crebbe a Filadelfia e studiò allo Hamilton College di Clinton e all'Università di Pennsylvania. Trasferitosi in Europa, pubblicò a Venezia la prima raccolta di poesie, A lume spento (1908). Nel 1909 si stabilì a Londra, dove iniziò un'intensa attività letteraria concepita all'interno di un grandioso progetto di trasformazione e rifondazione della società. Di qui l'interesse per l'economia e la relazione tra arte ed economia che P... Leggi

Le province europee dell'Impero romano. Le province danubiano-balcaniche. Pannonia

PANNONIA Fu Ottaviano, nel 35 a.C., a lanciare un’offensiva sistematica contro Aravisci e Arviates, Azali e Boi, Bruci, Iasi e Scordisci, popolazioni che occupavano le aree a ridosso del Danubio in corrispondenza di una parte dell’attuale Austria e della vicina Ungheria. Ma già dal II sec. a.C. non era mancata una certa penetrazione romana, affidata (come spesso avveniva) più ai mercatores che agli eserciti. Lo scopo dell’azione di Ottaviano era quello di rinforzare il limite settentrionale dello Stato romano “pacificando”, cioè sottomettendo, le aree a nord delle Alpi... Leggi