1. Manènti

    Antica famiglia staccatasi dagli Aldobrandeschi, ebbe le contee di Chianciano e di Sarteano, finché (sec. 15º), persa la sua potenza per la pressione ostile di Siena e Orvieto, finì con l'inurbarsi: un ramo si distinse a Orvieto. Leggi

  2. Manènti, Carlo

    Giurista italiano (San Quirico d'Orcia 1860 - ivi 1929), prof. di diritto romano nelle univ. di Macerata (1889-94), Messina (1894-95), Genova (1895-1906), Siena (1906-29). Tra le opere: Contributo critico alla teoria generale dei pacta secondo il diritto romano (1891 e 1915); Concetto della communio relativamente alle cose pubbliche e alle res communes omnium (1894); Del giuoco e della scommessa dal punto di vista del diritto comune e moderno, appendice al libro IX del... Leggi

    Tags:
    macerata
  3. Manènti, Luca

    Cronista orvietano (prima metà sec. 15º), autore di una cronaca di qualche pregio (1134-1413) rimaneggiata e continuata nel sec. 16º, assai mediocremente, dal nipote Cipriano.... Leggi

    Tags:
    orvietano
  4. Sarteano

    Comune della prov. di Siena (85,3 km2 con 4769 ab. nel 2008), situato su alte colline presso Chiusi. Fu antico castello dei conti Manenti e conserva numerosi ricordi medievali. Cultura di S. Aspetto della corrente culturale della ceramica a bande lineari, diffuso in Toscana meridionale e Umbria, affine a quelli di Fiorano Modenese e Sasso. È stato datato a circa 4100 anni a.C. su materiali della Grotta dell’Orso, presso S.; nel sito è documentato un orizzonte inferiore a ceramica a... Leggi

  5. Manent ‹mënén›, Marià

    Poeta catalano (Barcellona 1898 - ivi 1988). Ha pubblicato La branca (1918), La collita en la boira (1920), L'aire daurat (1928), L'ombra i altres poemes (1931), La ciutat del temps (1961), Com un nuvol llenger (1967), El gran vent i les heures (1983). Alle numerose traduzioni di poeti e narratori inglesi si accompagnano inoltre saggi critici sulla lirica e l'arte.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    narratori,
    barcellona
  6. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • MANENTI, Carlo

      MANENTI, Carlo. - Giurista, nato il 7 settembre 1860 a S. Quirico d'Orcia (Siena), ivi morto il 16 gennaio 1929. Discepolo di V. Scialoja, si laureò nel 1882 nell'università di Siena e vi conseguì nel 1889 la libera docenza in diritto romano. Altra libera docenza in diritto ecclesiastico conseguì nell'università di Napoli nel 1890. Leggi

    • CHIANCIANO

      CHIANCIANO (A. V-., 24-25-26). - Paese della Toscana nella provincia di Siena, antico castello dei Manenti, posto su d'un'altura a 6 km. a SE. di Montepulciano, a 457 m. s. m., con 1229 ab. (il comune, vasto kmq. 36,45, ne conta 2912). Il paese, che ha l'aspetto civile di una piccola città, presenta come costruzioni notevoli il Palazzo comunale, in cui si conservano documenti storici e oggetti artistici di pregio, tra cui una Madonna del Lorenzetti; il Palazzo del Podestà; la chiesa di S. Maria. Leggi

    • ALDOBRANDESCHI

      ALDOBRANDESCHI. - Grande famiglia feudale, di origine probabilmente longobarda, come indicano le professioni di legge dei suoi membri per varî secoli, l'uso del duello giudiziario, il nome stesso di Ildebrando o Ildebrandino che si tramanda quasi di padre in figlio e talvolta si trova anche in due fratelli carnali, rimanendo il più giovane distinto dall'altro con l'aggettivo di Novello. Si è supposta pure una loro derivazione da re Ildebrando, succeduto a Liutprando nel 744, ma subito dopo detronizzato da Rachi. Leggi

    • CAPRICCIO

      CAPRICCIO (fr. caprice). - Secondo la definizione di Michele Praetorius (1608) è una specie di fantasia improvvisata, nella quale si passa da un tema all'altro. Quindi sinonimo, in origine, di fantasia e anche di ricercare. Più tardi, col Frescobaldi e col Poglietti, si accosta anche alla canzone.La migliore definizione è dunque quella che viene suggerita dalla parola capriccio; libertà, estrosità, stravaganza, espresse durante un periodo plurisecolare, in polifonia strumentale. Leggi

    • CURTENSE, SISTEMA

      CURTENSE, SISTEMA. - Nell'economia agraria dell'alto Medioevo si dice "corte" (v.) il fondo dominante, dal quale dipendono altri fondi, coltivati sia da servi, sia da liberi, sia da semiliberi. L'etimologia della parola appare certa da cohors, e dovette in origine significare lo spazio chiuso, cinto da siepe o da muro, che circondava l'edificio; significato che sopravvive nelle voci italiane "corte", "cortile". Leggi

    • CASO

      CASO (dal lat. casus; fr. hasard; sp. acaso, casualidad; ted. Zufall; ingl. chance). - Dal punto di vista strettamente speculativo, caso, o evento casuale, è quello che si produce al di fuori e indipendentemente dalla serie determinata delle cause e degli effetti. Leggi

    • COMPROPRIETA

      COMPROPRIETÀ (lat. communio; fr. copropriéte; sp. proprietad comun; ted. Miteigentum; ingl. joint-ownership). - La comproprietà o condominio è la comunione del diritto di proprietà. Per la posizione centrale che la proprietà occupa nel sistema dei diritti patrimoniali e per l'importanza intrinseca dell'istituto, lo studio della comproprietà ha un valore di prim'ordine per la dogmatica privatistica. Leggi

    • TIVOLI

      TIVOLI (lat. Tibur; A. T., 24-25-26 bis). - Antichissima città del Lazio, situata su un ripiano (175-230 m.) calcareo, sulla sinistra dell'Aniene, nel punto dove questo fiume, dopo essersi ristretto fra il Colle Ripoli e il M. Catillo, gira intorno a quest'ultimo e salta, con una serie di cascate, un ripido gradino per scendere nella Campagna Romana. Su questa, la città si affaccia come da una balconata che offre ampî panorami fino al mare. Leggi

    • PATTO

      PATTO (pactum). - Diritto romano. - Dal verbo pacio o paciscor che letteralmente significa "fare la pace", il patto indica nel più antico latino (ad es. nelle XII Tavole) l'accordo fra delinquente e offeso per il riscatto dalla vendetta. Da ciò la regola che l'azione di furto o d'ingiuria si estingue per pactum.Nell'editto del pretore il nome di patto è dato a un accordo non formale intervenuto fra le parti d'un rapporto di obbligazione, nel senso che il creditore non debba più chiedere l'adempimento, o possa chiederlo soltanto dopo un certo tempo. Leggi

    • CINEMATOGRAFO

      CINEMATOGRAFO (X, p. 335 e App. I, p. 420). - Generalità. - L'attività del settore tecnico-industriale cinematografico negli ultimi anni, fatta eccezione per i settori della cinematografia a colori e documentaria (v. appresso), non ha portato a novità di primo piano, pur essendo caratterizzata dalla costante ricerca nel senso di un migliore e più economico impiego degli impianti e dei mezzi tecnici, nonché da un lento, ma continuo perfezionamento di questi mezzi. Leggi