pagina 1 di 1 - 7 risultati
Antica famiglia staccatasi dagli Aldobrandeschi, ebbe le contee di Chianciano e di Sarteano, finché (sec. 15º), persa la sua potenza per la pressione ostile di Siena e Orvieto, finì con l'inurbarsi: un ramo si distinse a Orvieto.... Leggi

MANENTI, Vincenzo

Nacque a Orvinio (già Canemorto), nel Reatino, nel 1600 da Lucia e da Ascanio, pittore che era stato allievo di C. Roncalli.Tra i dipinti di Ascanio visibili a Rieti, si ricordano il S. Giovanni Battista tra la Maddalena e s. Eligio (vescovado), S. Alessandro papa tra due donatori e la Madonna del Rosario (S. Francesco), le Storie di s. Bernardino, affresco dell'oratorio omonimo e il S. Andrea apostolo, conservato nel Museo civico.Secondo Orlandi il M... Leggi

MANENTI, Giovanni

Nacque presumibilmente a Venezia verso la fine del XV secolo.Si conosce poco circa le sue origini. "Cittadino veneziano" (cioè originario di Venezia), come si definì nel prologo della sua Opera nuova, il M. potrebbe essere imparentato con Ludovicus de Manente, segretario del Consiglio dei dieci che sottoscrisse nel 1497 la mariegola (la matricola) della Scuola piccola di Ognissanti, sede della Confraternita dei Sensali cui appartenne anche il Manenti... Leggi

MANENTI, Orazio

Non sono noti data e luogo di nascita di questo mosaicista restauratore, attivo a Roma tra il 1653 e il 1675; alcune fonti indicano un'origine sabina (Baldinucci; Furietti) o più precisamente reatina (Martinelli). Dagli anni Cinquanta fece parte dello Studio vaticano del mosaico - già costituito, sebbene l'istituzione ufficiale risalga al 1727 - e lavorò alla decorazione musiva della nuova basilica di S. Pietro.Tra il 1653 e il 1663 fu attivo nel vestibolo della... Leggi

Manènti, Carlo

Giurista italiano (San Quirico d'Orcia 1860 - ivi 1929), prof. di diritto romano nelle univ. di Macerata (1889-94), Messina (1894-95), Genova (1895-1906), Siena (1906-29). Tra le opere: Contributo critico alla teoria generale dei pacta secondo il diritto romano (1891 e 1915); Concetto della communio relativamente alle cose pubbliche e alle res communes omnium (1894); Del giuoco e della scommessa dal punto di vista del diritto comune e moderno, appendice al libro IX del... Leggi

Tags:

Manènti, Luca

Cronista orvietano (prima metà sec. 15º), autore di una cronaca di qualche pregio (1134-1413) rimaneggiata e continuata nel sec. 16º, assai mediocremente, dal nipote Cipriano.... Leggi

Tags:

MANENTI, Carlo

Giurista, nato il 7 settembre 1860 a S. Quirico d'Orcia (Siena), ivi morto il 16 gennaio 1929. Discepolo di V. Scialoja, si laureò nel 1882 nell'università di Siena e vi conseguì nel 1889 la libera docenza in diritto romano. Altra libera docenza in diritto ecclesiastico conseguì nell'università di Napoli nel 1890... Leggi

Categoria:

MANENTI, Giovanni Piero

Figlio di Giovanni Battista, nacque probabilmente a Bologna tra il 1535 e il 1540. Il luogo di origine è attestato dall'appellativo "bolognese" sempre indicato nei frontespizi delle sue opere, mentre frutto di congettura è la data di nascita. Secondo Gargiulo (in Manenti, Li pratolini, 1987, p. 7), il M. giunse a Firenze intorno al 1550, in un'età compresa tra i 12 e i 15 anni ricevette la prima formazione musicale nella "schola" annessa al battistero di S... Leggi