Memlinc, Hans

Enciclopedie on line

Memlinc ‹mèmliṅk› (o Memling), Hans. - Pittore (Seligenstadt, Assia, 1435 circa - Bruges 1494). Non sappiamo dove egli sia stato prima di stabilirsi a [...] opere si notano reminiscenze dei suoi predecessori, specie di R. van der Weyden, ma Memlinc, Hans si dimostra già nel pieno possesso dei proprî mezzi espressivi. A Bruges, dove era ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

CHIRURGIA

Enciclopedia Italiana (1931)

(gr. χειρουργία da χείρ "mano" e ἔργον "opera"; fr. chirurgie; sp. cirugía; ted. Chirurgie; ingl. surgery). - Il termine di chirurgo (chirurgus, vulnerum [...] vanno da Bosch, da Luca de Leyda, da Pietro Breughel il vecchio e il giovane a Hans Memling, a Quintino Massis e altri, ci hanno lasciato una vera abbondanza di quadri a soggetto ... Leggi

HUGFORD, Ignazio Enrico

Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 61 (2004)

HUGFORD, Ignazio Enrico. - Nacque nel 1703 a Pisa (Fleming, p. 197) o a Firenze (Borroni Salvadori, 1983, p. 1025), dai cattolici inglesi Ignatius, un [...] Bambino e angeli, pure agli Uffizi, passata come di Jan van Eyck e ora assegnata a Hans Memling (Borroni Salvadori, 1974, p. 49). Tra le opere messe in mostra c'erano anche alcuni ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

BELGIO

Enciclopedia Italiana (1930)

(A. T., 44; fiamm. België; fr. Belgique). Sommario. - Geografia: Nome ed estensione (p. 505); Geologia e morfologia (p. 505); Clima (p. 507); Idrografia [...] Thierri Bouts (v.) di Lovanio e Hans Memlinc di Bruges, che pur sentendo ambedue 1926; V. Geertgen und Bosch, ivi 1927; VI. Memling und Gerard David, ivi 1928; F. Winkler, Die ... Leggi

Leonardo Da Vinci - 'Se la pittura è scienzia'

I classici della pittura (2015)

Leonardo Da Vinci - «Se la pittura è scienzia» La vita Leonardo nacque probabilmente a Vinci (anche se non nell’edificio rurale che la tradizione [...] tipologie fiamminghe note a Firenze (si pensi al verso del Ritratto di Benedetto Portinari di Hans Memling, oggi agli Uffizi, che è però già del 1487) e anche a Venezia, dove sono ... Leggi

ARAZZO

Enciclopedia Italiana (1929)

(fr. tapisserie; sp. tapice; ted. wandteppich; ingl. tapestry). - Tecnica. - "Panno tessuto a figure, per uso di parare e addobbare; così detto dalla città [...] e in dipendenza abbastanza diretta dalla pittura contemporanea: Roger van der Weyden e Hans Memling dominano per tutto almeno il Quattrocento. Per quanto però i cartoni per arazzi ... Leggi

MINIATURA

Enciclopedia Italiana (1934)

. - È l'arte di dipingere in piccole proporzioni con colori all'acquerello su carta, pergamena, avorio, ecc. La parola deriva da minium, il colore usato [...] e trova rispondenza nella pittura di un Memling o di un Mabuse, consiste nella un trattato sulla miniatura, del Bernard, di Louis Hans, di Richard Masson. J.-B. Massé (1687- ... Leggi

DANZICA

Enciclopedia Italiana (1931)

(ricordata per la prima volta con sicurezza nel 997 col nome di Gidanisk, Gidania, donde l'attuale nome polacco Gdańsk reso dai Tedeschi con Danzig; A. [...] dei secoli XV e XVI, di pulpiti, statue, ecc., ricordiamo il Giudizio universale di Hans Memling. In contrasto con l'aspetto raccolto di S. Maria, la chiesa di S. Caterina ... Leggi

LUBECCA

Enciclopedia Italiana (1934)

(ted. Lübeck; dal nome del villaggio slavo di Liubice; A. T., 53-54-55). - Città e stato della Germania (Freie und Hansestadt) posta presso la più occidentale [...] pale d'altare dei secoli XIV-XVI, tra cui una delle più grandi e belle opere di Hans Memling e della sua scuola. Il pulpito ha rilievi in alabastro di gusto fiammingo con la sigla ... Leggi

FIAMMINGA, ARTE

Enciclopedia Italiana (1932)

. - Per arte fiamminga non s'intende soltanto l'arte sviluppatasi nei secoli a Bruges, a Gand e nei centri minori dell'antica contea di Fiandra, ma anche [...] i fratelli Van Eyck da Maeseyck sulla Mosa, Thierry Bouts da Haarlem in Olanda, Hans Memling dai dintorni di Magonza in Germania, Ugo van der Goes dalla Zelanda, Giovanni Mostaert ... Leggi
Pubblicità
pagina 1