1. Micosi

    Affezioni che colpiscono l’uomo, gli animali o anche le piante, determinate da particolari tipi di miceti che attecchiscono per lo più in organismi in condizioni generali scadute. Le m. dell’uomo si dividono in superficiali e profonde; ambedue, poi, si suddividono in granulomatose e non granulomatose. Le prime sono caratterizzate dalla presenza di un granuloma, che si presenta sotto forma di un nodulo o di una placca, spesso ulcerati; tipico è il granuloma dell’actinomicosi (dovuta ad Actinomyces diversi). Le m. superficiali possono interessare i peli (tigne) o la pelle (pitiriasi ecc Leggi

    micosi si trova anche nelle opere:
    Dizionario di Medicina (2010)

    micosi Infezione da funghi patogeni, che può colpire qualsiasi distretto corporeo, con conseguenze più o meno gravi, a seconda della diffusione, dell’organo colpito, e dello stato immunitario del paziente. Forme cliniche. Le m

    Universo del Corpo (2000)

    Le micosi (dal greco μύκης, «fungo») sono affezioni superficiali o profonde dell’organismo, determinate da funghi, in particolare dermatofiti, lieviti, funghi dimorfi, agenti opportunisti

    Enciclopedia Italiana (1934)

    Nome dato da R. Virchow (1856) a un importante gruppo di affezioni prodotte da funghi (esclusi i batterî)

  2. Piedra

    Micosi dei capelli, della barba e dei baffi caratterizzata dalla formazione di noduli duri, tenacemente aderenti al pelo, simili a piccole pietre. Si distingue una p. bianca, sostenuta da un ifomicete del genere Trichosporum, e una p. nera, sostenuta da un ascomicete del genere Piedraia. I noduli della p., di colore biancastro nella forma bianca e quasi nero, nella forma nera, sono dovuti ad ammassi compatti dello stroma miceliare del parassita che aderisce strettamente al pelo senza... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    baffi,
    antimicotici
  3. Blastomicosi

    In senso stretto, micosi da blastoconidi; per estensione vengono incluse tra le b. anche le forme dovute a miceti appartenenti ad alcuni sottordini dei Funghi imperfetti. Le b. possono colpire qualsiasi tessuto e organo (b. delle mucose, ossee, viscerali, polmonari, generalizzate). Forme speciali di b. sono: la malattia di Gilchrist (granulomatosi fungina o b. nordamericana, o anche malattia di Chicago); la b. europea (b. purulenta profonda di Busse-Buschke); la istoplasmosi o... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    almeida
  4. Antimicotici

    Farmaci rivolti a combattere le micosi, ossia le infezioni da miceti (funghi) patogeni, localizzate o generalizzate. Tra i più antichi a. per uso esterno sono da annoverare le preparazioni a base di zolfo, di iodio, di acido salicilico; tra i più recenti sono i prodotti a base di acido undecilenico, di iodo-cloro-ossichinolina e i derivati dell’imidazolo. Al gruppo degli antibiotici a. appartengono la nistatina e l’anfotericina (soprattutto attive contro le infezioni da Candida) e... Leggi

  5. Paracoccidioidomicosi

    In medicina, grave micosi cronica, pressoché esclusiva di alcune zone dell’America Latina, provocata dal fungo zigomicete Paracoccidioides brasiliensis. È caratterizzata da lesioni granulomatose ulcerative della cute, delle mucose orale e nasale, dei polmoni, del fegato e degli altri organi interni.... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    polmoni,
    fegato
  6. Tubercolo

    anatomia e medicina Sporgenza per lo più di piccole dimensioni e di forma più o meno rotondeggianteIn embriologia, t. genitale (o t. fallico), l’abbozzo di alcuni organi genitali esterni nei Mammiferi. Nella femmina forma il clitoride, nel maschio dà origine al glande del pene.In patologia, tipo di lesione produttiva di natura infiammatoria di dimensioni micro- o macroscopiche, elemento specifico di parecchie malattie infettive (tubercolosi, lebbra, alcune micosi ecc.). Tubercoloma... Leggi

  7. Dermatofita

    Fungo parassita della pelle degli animali e dell’uomo. I d. vivono a spese della pelle, dei peli e delle unghie, determinando malattie (➔ micosi). Dal punto di vista sistematico sono in prevalenza Deuteromiceti, come Microsporum, Trichophyton ecc.... Leggi

    Categoria: Microbiologia
  8. Serpiginoso

    In medicina, si dice delle ulcerazioni superficiali di varia natura e sede (corneali, cutanee), quando presentano contemporaneamente processi di riparazione o di invasione, oppure del contorno delle produzioni cutanee nelle micosi, o anche del decorso dei cunicoli scavati dal Sarcoptes scabiei.... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    ulcerazioni
  9. Otomicosi

    Micosi del condotto uditivo esterno prodotta da miceti di generi diversi (Candida, Penicillium, Aspergillus). La cute del condotto auricolare appare infiltrata e arrossata (a volte colorata in modo caratteristico a seconda del micete patogeno); in genere si ha prurito e dolore localizzato.... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    penicillium,
    prurito
  10. Adenomicosi

    Forma di micosi endemica in Brasile. Ha un quadro clinico rassomigliante al linfogranuloma maligno, da cui si distingue per la presenza nelle linfoghiandole del patogeno Actinomyces Cruzi.... Leggi

    Categoria: Patologia
  11. Lucensomicina

    Antibiotico, derivato da Streptomyces lucensis, C36H53O13N, attivo nel trattamento di micosi superficiali.... Leggi

    Categoria: Farmacologia E Terapia
    Tags:
    antibiotico
  12. Tonsilla

    In anatomia, organo o formazione costituiti da tessuto linfatico. In senso assoluto per t. si intende la t. palatina, organo pari e simmetrico situato all’istmo delle fauci, tra i pilastri palatini, che circoscrivono uno spazio detto loggia tonsillare. È costituita da un agglomerato di follicoli linfatici e ha normalmente forma ovoidale e la grandezza di una mandorla (onde l’altro nome di amigdala). Sulla superficie libera sporgente nel cavo orale si aprono orifizi di sbocco di cavità che si approfondano nello spessore della t... Leggi