1. Neurite

    (o nevrite) Denominazione comune a molte malattie dei nervi, cranici o periferici, di natura infiammatoria (n. interstiziali) o degenerativa (n. parenchimatose), che determinano la diminuzione o la perdita completa della conduzione nervosa. A seconda che colpiscano un solo nervo o più nervi, sono dette mononeuriti o polineuriti. Quando sono colpiti i nervi motori si hanno, come fenomeni irritativi, spasmi o contrazioni fascicolari, come segni di compromissione della funzione, paresi o... Leggi

    Categoria: Istologia
    Tags:
    parestesie,
    assone,
    anestesia,
    paralisi
  2. Déjerine, Jules

    Neurologo francese (Plainpalais, Ginevra, 1849 - Parigi 1917); successore di J.-M. Charcot e di F. Raymond alla Salpêtrière. Autore di studî sull'anatomia clinica del sistema nervoso, sulle afasie e sulle psiconevrosi. Tra le sindromi nervose da lui descritte si ricordano la sindrome talamica, il tipo facio-scapolo-omerale della distrofia muscolare progressiva, la nevrite interstiziale ipertrofica, l'atrofia olivo-ponto-cerebellare detta atrofia di Déjerine... Leggi

  3. Iperalgesia

    Patologica accentuazione della capacità di avvertire uno stimolo dolorifico; si verifica nelle nevriti e nelle sindromi talamiche e, come sintomo di turbamento psichico, negli stati ansiosi. Zone iperalgesicheAree cutanee innervate da fibre sensitive che giungono allo stesso segmento del midollo spinale cui pervengono anche le fibre simpatiche degli organi profondi viciniori. Da ciò deriva la possibilità che processi morbosi a carico di questi organi si riflettano sul corrispondente territorio cutaneo (riflessi sensitivi viscerocutanei).... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    midollo
  4. Antalgico

     farmacologiaMedicamento, detto anche antinevralgico, che riduce la sensibilità al dolore, pur non appartenendo al gruppo dei narcotici. L’azione degli a. è meno duratura e intensa di quella degli analgesici. I più importanti appartengono ai gruppi salicilici, pirazolonici, fenetidinici. medicina È detta atteggiamento a. la posizione assunta, con meccanismo riflesso, nel corso di affezioni dolorose (nevriti, artropatie), che ha per effetto la mitigazione dei dolori spontanei; nelle neurodociti, per es... Leggi

  5. Neurogènesi

    neurogènesi Termine con cui si indica il processo attraverso il quale vengono generati nuovi neuroni da cellule immature. Se ne possono distinguere due tipi: la n. durante lo sviluppo, che forma il nevrasse, e la n. dell'adulto, il cui significato è legato alla plasticità funzionale di determinate aree nervose.... Leggi

    Categoria: Citologia
  6. Iperestesia

    Esagerata eccitabilità sensitiva nel campo della sensibilità generale (tattile, termica, dolorifica) e in quello dei sensi specifici (olfatto, udito, vista). Si osserva in soggetti isterici o nevrastenici e nelle malattie con lesioni del sistema nervoso: meningiti, mieliti, nevriti, rabbia ecc.... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    sistema nervoso,
    olfatto,
    meningiti,
    udito
  7. Galantamina

    Composto chimico (estratto da Galanthus woronowii), C17H21NO3. Cristalli incolori, poco solubili in acqua. Ha limitato impiego nella cura delle nevriti.... Leggi

  8. Ematoencefalico

    Relativo all’encefalo (e al nevrasse in toto) e alla sua irrorazione sanguigna. Per la barriera e. ➔ barriera.... Leggi

    Categoria: Anatomia
  9. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • NEVRITE

      NEVRITE (del gr. νεῦρον "nervo" e il suffisso ite, che designa i processi infiammatorî). - Infiammazione di un tronco nervoso. Può essere provocata da moltissime cause: i traumi (ferite dirette dei nervi, contusioni, stiramenti, compressioni) sono fattori causali abbastanza frequenti. Tutte le malattie infettive possono provocare una nevrite: il tifo, il vaiuolo, la difterite, il reumatismo articolare acuto, l'influenza, l'encefalite letargica, il morbillo, la parotite, l'erisipela, la. Leggi

    • NERVOSO, SISTEMA

      NERVOSO, SISTEMA (lat. scient. Systema nervorum).Sommario. - Generalità: Anatomia comparata, p. 609; Il sistema nervoso nell'uomo, p. 611. - Sistema nervoso centrale, p. 612; Fisiologia generale, p. 612; Fisiologia del midollo spinale, p. 614; Fisiologia del midollo allungato, p. 618; Fisiologia dell'istmo encefalico, p. 619; Fisiologia del cervelletto, p. 619; Fisiologia del cervello anteriore, p. 620; Fisiopatologia e patologia, p. 622; Fisiopatologia dell'encefalo, p. 623; Fisiopatologia del midollo spinale, p. 627; Semeiotica, p. 628; Radiologia, p. 629. Leggi

    • CAUSALGIA

      CAUSALGIA (dal gr. καῦδις "ustione" e ἄλγος "dolore"). - Si chiama così, in medicina, un'affezione assai dolorosa e nella quale il dolore ha spesso carattere urente, descritta da S. Weir Mitchell (Gunshot wounds and others injures of nerves, Philadelphia 1864). Si stabilisce in modo completo solo quattro, cinque giorni dopo un traumatismo, anche relativamente lieve, d'un nervo periferico, specialmente del mediano, del cubitale e dello sciatico; talora anche d'una ramificazione terminale. Leggi

    • POLINEVRITE

      POLINEVRITE (dal gr. πολύς "molto" e νεῦρον "nervo"). - S'intende con questa parola l'affezione infiammatoria di parecchi nervi contemporaneamente. Può avere, schematicamente, due grandi gruppi di cause: infezioni e intossicazioni.La polinevrite infettiva può essere causata dalla difterite (specie nei bambini), dalla tubercolosi, dal tifo, dalla sifilide (raramente e solo durante il periodo secondario), dalla lebbra, dalla malaria, e, in generale, da tutte le malattie infettive acute. Leggi

    • BULBO

      BULBO o cipolla (dal gr. βολβός "cipolla"; fr. bulbe, ognon od oignon; sp. bulbo; ted. Zwiebel; ingl. bulb). - È un germoglio raccorciato, nello stato morfologico permanente di grossa gemma destinata a vivere tipicamente sotterra e caratteristica di alcune famiglie di piante monocotiledoni specialmente, senza escludere altre piante, quali le Isoëtes, tra le crittogame vascolari, e parecchie Oxalis, tra le dicotiledoni. Leggi

    • COSCIA

      COSCIA (dal lat. coxa; lat. femur; fr. cuisse; sp. muslo; ted. Schenkel; ingl. thigh). - È il segmento dell'arto inferiore posto fra l'anca e la gamba. Nell'uomo ha forma di tronco di cono con la base superiore. Anteriormente in alto e posteriormente in basso è un po' appiattita, nel resto si presenta tondeggiante.Si trovano nella coscia gli strati e gli organi seguenti: pelle, tessuto sottocutaneo, fascia femorale, muscoli, vasi sanguiferi, vasi linfatici e linfoghiandole, nervi e femore. Leggi

    • ISCHIATICO, NERVO

      ISCHIATICO, NERVO (dal gr. ἰσχίον "ischio, anca"; latino scient. n. ischiadicus; o grande ischiatico, o ischiatico o sciatico per antonomasia). - È il più voluminoso del corpo umano (v. fig.); s'origina dal plesso sacrale (5° nervo lombare 1° 2° 3° 4° sacrale). Leggi

    • METILICO, ALCOOL

      METILICO, ALCOOL o Metanolo. - Ha formula CH3OH ed è il primo termine della serie degli alcoli alifatici. Fu scoperto da R. Boyle nel 1661 per distillazione secca del legno, per cui ebbe anche il nome di spirito di legno. Nel 1834 J.-B.-A. Dumas e E.-M. Péligot lo isolarono e ne stabilirono la formula di costituzione. Nel 1857 M. Berthelot l'ottenne per sintesi del metano e del cloruro metilico.Preparazione. - Per molto tempo l'alcool metilico fu ottenuto industrialmente dalla distillazione del legno, secondo il procedimento del Boyle. Leggi

    • CORDE VOCALI

      CORDE VOCALI. - Si chiamano così, in anatomia, importantissime formazioni della laringe. La cavità di questa si va restringendo sino alla glottide o rima glottidea: qui la mucosa si solleva d'ambo i lati in due spesse pliche trasversali che vanno, da avanti in dietro, dalla base dell'epiglottide ai processi vocali delle aritenoidi. Le due superiori si dicono corde vocali false, le due inferiori corde vocali vere o labbra vocali. Leggi

    • FACCIALE, NERVO

      FACCIALE, NERVO (lat. nervus facialis). - È il settimo paio di nervi cranici (v. cranici, nervi), innerva tutti i muscoli pellicciai della testa e del collo (nervo della fisionomia), il muscolo stapedio, il digastrico, lo stiloioideo, qualche muscolo del velo del palato e con una delle sue branche, la corda del timpano, ha parte attiva nella secrezione della saliva, nella vascolarizzazione della mucosa linguale e nella percezione dei sapori. Leggi