1. Nido

    zoologia Ricovero, di forme e dimensioni varie, che gli uccelli si costruiscono per covare le uova e allevare i piccoli. Per estensione, ricovero di altri animali, luogo dove essi depongono le uova e si raccolgono. I n. più complicati sono costruiti dagli Uccelli, fra i Vertebrati, e dagli Insetti, fra gli invertebrati. Molti uccelli utilizzano anfratti del terreno, tronchi cavi e simili ripari naturali per deporre le loro uova, ma la maggior parte costruisce un vero e proprio n. con rami, steli e foglie, rivestendone la cavità con piume, peli o altri oggetti morbidi Leggi

    nido si trova anche nelle opere:
    Dizionario delle Scienze Fisiche (1996)

    [Der. del lat. nidus, il ricovero provvisorio che gli uccelli si fabbricano per la covata] [LSF] Denomin. di oggetti la cui struttura ricorda quella di un nido, partic. con la locuz. n

    Enciclopedia Dantesca (1970)

    Le occorrenze del termine in senso proprio sono spesso riferite a situazioni che il poeta considera con particolare affettuosa attenzione: così per le colombe che al dolce nido / vegnon per l'aere (If V 83), per l'augello..

  2. Processionaria

    Nome dato comunemente alle specie di Insetti Lepidotteri appartenenti alla famiglia Taumetopeidi. I bruchi, voracissimi, durante l’inverno si riuniscono in nido (v. fig.), entro bozzoli sericei bianchi o grigiastri; in primavera escono di notte a brucare le foglie della pianta su cui vivono, per ritirarsi al mattino dentro i nidi. Quando sono maturi scendono in terra in processione, per cercare un luogo adatto per interrarsi e costruire i loro bozzoli. Sono rivestiti di peli... Leggi

  3. Vsevolod Jurevic, detto Gran Nido, granduca di Vladimir e Suzdal´

    Vsevolod Jurevič 〈fsi̯èvëlët i̯ùr'iv'ič〉, detto Gran Nido (russo Bol´šoe Gnezdo), granduca di Vladimir e Suzdal´. - Figlio minore (n. 1154 - m. 1212) del duca Jurij Dolgorukij; alla morte del padre, insieme alla madre trovò rifugio a Costantinopoli. Nel 1172 salì sul trono di Kiev, ma perdette il potere per opera del duca Rjurik Rostislavič. Tornato a Suzdal´, dopo la morte del fratello maggiore Andrea Bogoljubskij (1174) riuscì a emergere durante le lotte civili e a dominare la Susdalia, di... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    kiev
  4. Vespa

    Nome comune di molti Insetti Imenotteri; più propriamente attribuito alle varie specie di Imenotteri Apocriti rappresentanti della famiglia Vespidi, noti comunemente per il pungiglione velenoso di cui sono dotate le femmine, la cui puntura è particolarmente dolorosa.IVespidi sono diffusi in tutto il mondo con circa 5000 specie, ma prediligono le regioni tropicali. Di dimensioni medio-grandi, hanno ali anteriori che, nel riposo, si appoggiano al dorso ripiegate e avvicinate ai lati del corpo; addome peduncolato, colori contrastanti gialli e neri, talora rossastri. Le v... Leggi

  5. Spinarello

    Nome di varie specie di Pesci Osteitti Gasterosteiformi Gasterosteidi. Gasterosteus aculeatus (v. fig.) è lungo 6-7 cm (al massimo 10), con dorso coperto di scudetti ossei; parecchi raggi delle pinne sono trasformati in spine; ha colorazione verdastra maculata di nero. Il maschio, che in livrea nuziale ha ventre e gola rossi, costruisce un nido a tunnel con piante acquatiche e, dopo aver indotto la femmina alla deposizione, vi protegge le uova. Combattivo, difende il territorio... Leggi

    Categoria: Sistematica E Zoonimi
    Tags:
    tunnel,
    pinne
  6. Sturnidi

    Famiglia di Uccelli Passeriformi, con oltre un centinaio di specie e 42 generi di uccelli di piccole o medie dimensioni, quasi tutti gregari, costruiscono il nido in cavità, anche su fabbricati, nelle zone temperate e calde dell’Europa, Africa e Asia: hanno becco forte e breve, ali terminanti a punta, coda breve e tronca, piumaggio dai colori spesso vivaci e metallici; frugivori e cacciatori d’insetti, spesso capaci di imitare suoni, persino parole.... Leggi

    Categoria: Sistematica E Zoonimi
    Tags:
    cacciatori
  7. Calandrella

    Uccello (Calandrella cinerea; v. fig.) Passeriforme, famiglia Alaudidi. Ala lunga 8-9 cm, tinta isabella o grigiastra. Costruisce il nido al suolo. Imita i canti di altri uccelli. Volo simile all’allodola. Si nutre di semi e, durante le cove, d’insetti. Vive in regioni aride; è specie estiva e di doppio passo, comune nell’Italia meridionale e nelle isole.... Leggi

  8. Coniglio

    tre settimane possono abbandonare il nido. Il c... Leggi

  9. Eumenes

    Genere di Insetti Imenotteri Vespoidei, caratteristici per i nidi costruiti con fango impastato con saliva (vespe vasaie; v. fig.). Le larve vengono nutrite con larve di altri insetti, specialmente Lepidotteri, paralizzate con una puntura e quindi trasportate nel nido. Sono insetti solitari, caratterizzati da colorazione giallo-nera o rosso-nera.... Leggi

  10. Passeriformi

    Ordine di Uccelli Neorniti; cosmopolita, comprende da solo oltre la metà delle specie di uccelli conosciuti. Hanno dimensioni piccole o medie, raramente grandi; ala con 9-10 remiganti primarie, coda di 12, talvolta 10, timoniere; piede tipico con pollice rivolto indietro, adatto a saltare sul terreno e posarsi sugli alberi. I piccoli nascono nudi, ciechi e inetti, e sono nutriti dai genitori nel nido, spesso costruito con cura. Alcuni P. sono insettivori, altri granivori, altri... Leggi

  11. Falco

    dimensione dei maschi, depongono uova macchiate, senza nido o in nidi grossolani... Leggi

  12. Ganglio

    anatomia e medicina Formazione, di diversa natura, di piccole dimensioni e di forma rotondeggiante o ovalare. Il g. nervoso è un nodulo di tessuto nervoso disposto lungo il decorso dei nervi encefalici, spinali e neurovegetativi. I g. dei nervi encefalici e spinali sono costituiti da cellule con prolungamento unico, biforcato a T o a V, avvolto intorno al corpo cellulare in varia guisa (a gomitolo, a glomerulo o a nido). I g. del sistema neurovegetativo sono costituiti da due tipi di... Leggi

1 | 2 | 3 | 4 | 5