1. Bohr, Niels Henrik David

    Fisico danese (Copenaghen 1885 - ivi 1962). Allievo, dopo la laurea, per un breve periodo di J. J. Thomson e di E. Rutherford. Dal 1916 prof. di fisica nell'univ. di Copenaghen, dal 1921 direttore dell'istituto di fisica teorica nella medesima università. Socio straniero dei Lincei (1924) e accademico pontificio (1936). Durante il secondo conflitto mondiale riparò negli USA dove contribuì al progetto Manhattan, ma non prese parte alla messa a punto della bomba... Leggi

  2. Bohr ‹bóor›, Aage Niels

    Fisico danese (n. Copenaghen 1922), figlio di Niels, nel 1962 succeduto al padre nella direzione dell'Istituto di Fisica teorica dell'università di Copenaghen. Ha compiuto importanti studi sulla struttura nucleare sviluppando insieme a B. Mottelson la teoria dei moti collettivi nei nuclei: con tale teoria è stato possibile spiegare l'esistenza di nuclei con struttura che si discosta fortemente dalla simmetria sferica prevista invece dal modello a gusci. Per questi... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    premio nobel
  3. Mottelson ‹mòtëlsn›, Benjamin Roy

    Fisico statunitense naturalizzato danese (n. Chicago 1926). Trasferitosi in Danimarca nel 1950, ne assunse la cittadinanza e lavorò all'Istituto Niels Bohr di Copenaghen. Insieme ad Å. Bohr ha elaborato il "modello unificato" del nucleo atomico, unificando il modello a gusci di H. D. Jensen e M. Goeppert-Mayer e il modello collettivo, o a goccia, risalente a Niels Bohr. Per questi suoi studi nel 1975 ha ricevuto il premio Nobel per la fisica, insieme a Bohr... Leggi

  4. Elettrodinamica

    Parte della elettrologia che ha per oggetto lo studio delle mutue azioni fra circuiti percorsi da corrente ( azioni elettrodinamiche) e, più in generale, delle interazioni fra cariche in moto e campi elettromagnetici. Se la trattazione viene fatta senza ricorrere ai principi e ai risultati della meccanica quantistica, cioè nei termini della sistemazione maxwelliana dell’elettromagnetismo, si parla di e. classica; altrimenti, si parla di e. quantistica. Si parla poi di e... Leggi

  5. Bohr, Harald

    Matematico danese (Copenaghen 1887 - ivi 1951), fratello del fisico Niels, prof. all'univ. di Copenaghen dal 1930. Analista di grande valore, può considerarsi l'ideatore della teoria delle funzioni quasi-periodiche.... Leggi

    Categoria: Biografie
  6. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • BOHR, Niels Henrik David

      BOHR, Niels Henrik David. - Fisico danese, nato a Copenaghen il 7 ottobre 1885 e ivi laureatosi nel 1911. Studiò a Cambridge sotto la guida di J.J. Thomson e Rutherford e fu in seguito per qualche tempo lettore nelle università di Copenaghen e di Manchester. Nominato nel 1916 professore di fisica nell'università di Copenaghen, vi dirige fin dal 1921 l'istituto di fisica teorica.Si deve in gran parte all'opera di Bohr lo sviluppo della teoria dell'atomo. Leggi

    • BOHR, Aage

      BOHR, Åage. - Fisico danese, nato a Copenaghen il 19 giugno 1922. Compiuti gli studi nella città natale, si dedicò alla fisica atomica teorica, divenendo poi, dal 1956, professore all'università di Copenaghen. Nel 1962 è stato nominato direttore dell'istituto Niels Bohr di Copenaghen. È membro di numerose accademie scientifiche (danese, norvegese, svedese) e anche dell'American academy of arts and sciences e dell'American philosophical society; ha ricevuto numerose medaglie e premi per i suoi. Leggi

    • MOTTELSON, Benjamin Roy

      MOTTELSON, Benjamin Roy. - Fisico, nato a Chicago il 9 luglio 1926; attualmente naturalizzato cittadino danese. Conseguì il dottorato in fisica teorica all'Harvard University, a Cambridge, Mass.; nel 1951 iniziò la sua attività di ricerca all'Istituto Niels Bohr di Copenaghen, divenendo ben presto collaboratore di Åage N. Bohr. Insieme con questo, e grazie ai contributi sperimentali e teorici di J. Rainwater, ha elaborato il "modello unificato" del nucleo atomico, unificando appunto il "modello. Leggi

    • GLASHOW, Sheldon Lee

      GLASHOW, Sheldon LeeFisico teorico statunitense, nato a New York il 5 dicembre 1932. Ha compiuto gli studi superiori alla Bronx High School of Science (1950) e gli studi universitari alla Cornell University (1954), dove ha conseguito il baccalaureato. Ha conseguito poi il PhD in fisica nel 1959 presso la Harvard University. Ha lavorato dapprima al Niels Bohr Institute di Copenaghen e quindi al Centro Europeo di Ricerche Nucleari (CERN) di Ginevra. È stato professore associato a Berkeley (1961. Leggi

    • ATOMO

      ATOMO (dal gr. ἄτομος "indivisibile"; fr. atome; sp. átomo; ted. Atom; ingl. atom). - Col nome di atomo la chimica moderna intende quelle minutissime particelle, non ulteriormente divisibili coi mezzi chimici, da cui sono costituiti tutti i corpi materiali: particelle tutte identiche fra loro nei cosiddetti corpi semplici, e diverse nel caso dei corpi composti, dove esisterebbero tante specie di particelle quanti sono i corpi semplici dalla cui unione sono costituiti. Leggi

    • FISICA

      FISICA. - Il termine greco di ϕυσικός (cioè "concernente la ϕύσις, la "natura") entrò nell'uso propriamente con Arisiotele, che con l'espressione τὸ ϕυσικόν designò generalmente la sfera della realtà naturale, e con quella di ϕυσικὴ ϑεωρία la scienza che ne studiava i principî. Per Aristotele, la scienza "fisica" veniva quindi a contrapporsi a quella "logica" e a quella "etica": e tale distinzione era confermata e resa anche più rigorosa nel sistema stoico. Leggi

    • FISICA

      FISICA (XV, p. 473; App. II, 1, p. 950; III, 1, p. 619).- L'articolo che segue è una sintesi delle idee fondamentali e dei princìpi che hanno segnato, nei primi decenni del secolo, il trapasso dalla f. classica alla f. moderna. È parso essere questo un ripensamento, in una visione unitaria, tanto più necessario e utile alla fine di un periodo che ha segnato in certo modo una stasi dello sviluppo della f. Leggi

    • RADIOATTIVITA

      RADIOATTIVITÀ. - 1. Introduzione. - Alcuni elementi pesanti [tra cui uranio (U), radio (Ra), torio (Th), attinio (Ac), polonio (Po)] emettono spontaneamente radiazioni, che non vengono percepite direttamente dai nostri sensi; la loro esistenza viene rivelata da varî effetti che esse producono. Per es., un tubetto di vetro, contenente sali di uranio in quantità sufficiente, posto accanto a una lastra fotografica per qualche ora, la impressiona. L'effetto si osserva anche se tra tubetto e lastra sono interposte sottili lamine metalliche. Leggi

    • QUANTISTICA, MECCANICA

      QUANTISTICA, MECCANICA (XXVIII, p. 592; App. II, 11, p. 634). - La meccanica quantistica, formulata da L. De Broglie e da E. Schrödinger (meccanica ondulatoria) e indipendentemente da W. Heisenberg (meccanica delle matrici), ha trovato nel decennio 1925-1935 la sua sistemazione definitiva nel formalismo operatoriale (P.A.M. Dirac, P. Jordan). L'estensione relativistica della stessa teoria ha portato da una parte alla deduzione delle diverse equazioni ondulatorie per particelle a spin intero (0, 1, 2,..) e semiintero (1/2, 3/2,.. Leggi

    • HAHN, Otto

      HAHN, Otto. - Chimico, nato a Francoforte sul Meno l'8 marzo 1879; dal 1928 direttore dell'Istituto chimico Kaiser Wilhelm di Berlino-Dahlem. Autore di importantissime ricerche nel campo della radioattività: scoprì il radiotorio (1905), il mesotorio 1 e 2 (1907), il radio C'', il protoattinio (1918); studiò il comportamento chimico dei transuranici, i processi di trasmutazione artificiale nell'irraggiamento del torio con neutroni, ecc. Leggi