1. Oppido Lucano

    Oppido Lucano Comune della prov. di Potenza (54,6 km2 con 3956 ab. nel 2008), situato a 670 m s.l.m., nell’alto bacino del fiume Bradano. Di origine osco-lucana (forse Opinum o Ypinum), denominato Oppidum dai Romani, come castello nel Medioevo ebbe numerosi feudatari.... Leggi

    Categoria: Storia Per Continenti E Paesi
    Tags:
    bradano
  2. Grimaldi, Francesco

    Architetto (n. Oppido Lucano 1545 - m. 1630 circa), padre teatino. Dopo un periodo a Roma dove probabilmente collaborò al progetto di S. Andrea della Valle, fu attivo quasi sempre a Napoli. Fin dalla prima opera, la chiesa di S. Paolo Maggiore (1603), il G. si rivelò come personalità notevole che apre una nuova fase nell'architettura napoletana: infatti nella chiesa di S. Paolo ci sono elementi che possono già chiamarsi di primo Barocco, e le sue opere successive (S... Leggi

  3. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • BASILICATA

      BASILICATA(IV, p. 308; App. II, I, p. 365; III, I, p. 207; IV, I, p. 231)Al censimento della popolazione del 1981 la regione ha fatto registrare 610.186 residenti con un incremento di circa 7000 unità rispetto al 1971: aumento modesto, ma di notevole significato in quanto ha segnato la fine del grande esodo che a partire dal secondo dopoguerra ha colpito la popolazione lucana (tra il 1951 e il 1974 gli emigrati sono stati circa 217.000). Leggi

    • BASILICATA

      BASILICATA (VI, p. 308; App. II, 1, p. 365; III, 1, p. 207). - Il numero dei comuni che costituiscono la regione si è elevato a 131 (100 in provincia di Potenza, per complessivi 6545 km2, e 31 in quella di Matera, per complessivi 3447 km2) dopo che, nel 1974, è stata accordata l'autonomia a Scanzano, già frazione di Montalbano Ionico. Il censimento del 1971 ha fatto segnare 603.064 residenti, con una densità media di 60 ab. per km2, la più bassa di tutta l'Italia meridionale. I valori di densità sono pressoché simili in ambedue le province (62 in quella di Potenza, che conta 408.435 ab. Leggi

    • LUCO ne' Marsi

      LUCO ne' Marsi (A. T., 27-28-29). - Villaggio dell'Abruzzo (prov. di Aquila) situato presso l'angolo sudoccidentale del Fucino a 670 m. di alt. alle falde del M. La Ciocca (1380 m.). Il nome si ricollega con un lucus (bosco) che si vuole intitolato alla dea Angitia; è probabile che un oppido di nome Lucus esistesse sino dall'antichità, perché una delle popolazioni marse era appunto quella dei Lucenses. Folti boschi esistevano sulle pendici dei monti nell'alto Medioevo, allorché la regione. Leggi

  4. Risultati da Wikipedia

    Oppido Lucano

    Oppido Lucano è un comune di 3.956 abitanti in provincia di Potenza. Nel 1790 sul monte Montrone, nel territorio di Oppido Lucano, tra i resti di un’antichissima tomba fu rinvenuta la Tabula Bantina. Monumenti e luoghi d'interesse Architetture religiose • Chiesa Matrice dei SS. Pietro e Paolo - • Chiesa e Convento di Sant'Antonio • Chiesa di San Giovanni Battista • Santuario di Leggi su

    Francesco Pio Tamburrino

    Biografia Si trasferisce da piccolo con la famiglia a Cesano Maderno e ad 11 anni entra nell'abbazia benedettina di Praglia, dove frequenta il ginnasio. Frequenta quindi il liceo a Parma ed il biennio filosofico presso l'abbazia di Finalpia. Si laurea in teologia presso il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo di Roma. L'11 ottobre 1955 emette la professione semplice come membro dell'Ordine di San Leggi su

    Francesco Grimaldi

    Fu particolarmente attivo a Napoli, dove, nei primi anni del XVII secolo, contribuì allo sviluppo e alla diffusione dell'architettura barocca. Tuttavia le sue opere furono influenzate dai modelli cinquecenteschi, aggiornati ai canoni del barocco mediante una sfarzosa decorazione. Biografia Nel 1574 entrò nell'Ordine dei Chierici Regolari Teatini col nome di Francesco Negro e tra il 1585 e Leggi su

    0971

    0971 è il prefisso telefonico del distretto di Potenza, appartenente al compartimento omonimo. Il distretto comprende la parte centrale della provincia di Potenza. Confina con i distretti di Melfi (0972) e di Andria (0883) a nord, di Bari (080) e di Matera (0835) a est, di Lagonegro (0973) a sud, di Sala Consilina (0975), di Battipaglia (0828) e di Muro Lucano (0976) a ovest. Aree locali e Leggi su

    Enrico Renna

    La sua formazione è avvenuta presso il "Conservatorio di San Pietro a Majella" di Napoli (dove attualmente insegna Composizione), con Umberto Rotondi a Milano e con Luigi Nono. È considerato uno dei musicisti più completi e rappresentativi della sua generazione. Ha scritto musica da camera, sinfonica, elettronica e teatrale eseguita in Europa e negli Stati Uniti, ha pubblicato diverse Leggi su

    Altobello Persio

    Cenni biografici Fu il capostipite di una famiglia di intellettuali lucani. Compì le prime opere nell'Abbazia di San Michele Arcangelo di Montescaglioso.Dopo aver sposato Beatrice Goffredo appartenente ad una nobile famiglia materana si trasferisce a Matera dove realizza alcune delle sue opere più importanti, il presepe ed il dossale di un altare (1534) realizzati nella Cattedrale di Matera. Leggi su

    Tabula Bantina

    La Tabula Bantina è il più importante reperto mai rinvenuto sulla lingua degli Osci, popolazione indo-europea dell'Italia antica, stanziata in Campania e in parte della Basilicata verso l'VIII secolo a.C. La Tabula fu trovata nel 1790 sul monte Montrone, nel territorio di Oppido Lucano, tra i resti di un’antichissima tomba. È costituita da una lastra di bronzo divisa in tre pezzi ed in Leggi su

    Irsina

    Irsina è un comune di 5.265 abitanti in provincia di Matera. Irsina era, un tempo, sede vescovile; oggi mantiene questa prerogativa solo sulla carta poiché, sebbene esista l'arcidiocesi di Matera-Irsina, essa ha come sede effettiva Matera. Geografia Con 262 km² di superficie territoriale, Irsina è il 59° comune più grande d'Italia per estensione, secondo in Basilicata solo a Matera. Leggi su

    Ninco Nanco

    Era uno dei più devoti luogotenenti di Carmine Crocco e fu protagonista di numerose rappresaglie ai danni dell'esercito sabaudo, che lo resero noto per la sua freddezza e la sua atrocità. Biografia Gli inizi Ninco Nanco (il cui soprannome apparteneva alla famiglia paterna), nacque in un ambiente familiare con numerosi problemi con la legge. Suo zio materno, il bandito Giuseppe Nicola Leggi su

    Arcidiocesi di Acerenza

    L arcidiocesi di Acerenza (in latino Archidioecesis Acheruntina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo appartenente alla regione ecclesiastica Basilicata. Nel 2006 contava 53.000 battezzati su 53.215 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Giovanni Ricchiuti. Territorio L'arcidiocesi comprende la città di Acerenza e altri Leggi su