pagina 1 di 18 - 208 risultati

Orso

L’orso è un mammifero e appartiene alla famiglia degli Ursidi. Esistono 8 specie di orsi. Il più grande è l’orso bianco; secondo in dimensione è l’orso bruno, il più diffuso, che comprende sottospecie come il grizzly. Vi è poi l’orso nero o baribal, l’orso dal collare, l’orso labiato, l’orso dagli occhiali, l’orso malese e il panda maggiore. La maggior parte delle specie vive nell’emisfero settentrionale, nelle zone montagnose e nelle vaste aree boschive che si estendono fino all... Leggi

orso

zoologia Nome comune dei Mammiferi Carnivori della famiglia Ursidi. Ha corpo massiccio e tozzo, lungo fino a 2,80 m, testa grande e molto larga fra occhi e orecchi; muso lungo terminante a punta tronca, occhio e orecchio piccoli, 40-42 denti con ferini piccoli; coda molto breve; arti robusti, non troppo lunghi, artigli poderosi. Sono plantigradi. Manca il cieco nell’intestino. Le femmine partoriscono da 1 a 6 piccoli durante l’inverno, dopo 7-8 mesi di gravidanza. Possono vivere quasi 50 anni. In parte arboricoli, hanno dieta onnivora... Leggi

ORSO

Genere di Carnivori che dà il nome all'intera famiglia (lat. scient. Ursidae Gray, 1825). Gli orsi rappresentano, entro l'ordine cui appartengono, un gruppo di animali assai omogeneo: sono di statura grande (lunghezza massima della testa e tronco m. 2,80), o piuttosto grande (lunghezza della testa e tronco m... Leggi

POMPON, François

Scultore, nato il 9 maggio 1855 a Saulieu (Costa d'Oro), morto a Parigi il 6 maggio 1933. Nel 1870 fu apprendista presso dei marmorarî, poi entrò alla Scuola di belle arti di Digione e alla Scuola d'arti decorative in Parigi. Dal 1890 dedicò il suo lavoro agli animali, e, nonostante l'eccellenza della sua opera, raggiunse la notorietà solo col suo Orso bianco, esposto al Salon d'Automne nel 1922. Da allora mandò regolarmente al Salon le proprie opere, tra le quali è il... Leggi

inlandsis

Grande massa di ghiacci che copre, nelle regioni polari, estese aree territoriali: per es., notevoli l’i. della parte interna della Groenlandia e quello del continente antartico. Si chiama fauna dell’i. la fauna delle terre polari ove zone rocciose con scarsa vegetazione di muschi e di licheni affiorano fra la neve e il ghiaccio. Rappresentanti di questa fauna sono l’orso bianco, molte specie di otarie e di foche, e, al polo antartico, i pinguini.... Leggi

Vynnyčenko, Volodymir

Scrittore ucraino (Velykyj Kut, Cherson, 1880 - Mougins, Cannes, 1951); fu espulso dall'univ. per la sua attività rivoluzionaria. Nelle sue opere, vietate dalla censura sovietica, descrisse con piglio impressionistico e arguto umorismo la vita dei rivoluzionarî, dei miserabili e della classe operaia (Dysarmonija "Disarmonia", 1906; Velykyj Moloch "Il grande Moloch", 1907; Brechnija "La menzogna", 1910; Čorna pantera i bilyj vedmid "La pantera nera e l'orso... Leggi

Migrazioni

di Bruno Paradisi e Otto von Frisch MIGRAZIONI Migrazioni umane di Bruno Paradisi sommario: 1. Considerazioni generali. 2. Gli effetti delle migrazioni. 3. Le migrazioni forzate. 4. Limitazioni e programmi relativi all'emigrazione oltremare. 5. Le migrazioni intraeuropee. 6. Le migrazioni interne. □ Bibliografia. 1. Considerazioni generali Le migrazioni umane sono un fenomeno attestato fin dalle epoche più antiche... Leggi

Sel´vinskij, Il´ja L´vovič

", 1929), Pao-Pao (1932), Umka belyj medved´ ("U., orso bianco", 1933)... Leggi

orsi, panda e orsetti lavatori

Nel mondo dei plantigradi La famiglia degli Ursidi comprende i più grossi rappresentanti dell’ordine dei Carnivori, caratterizzati però da una dieta assai varia, dove spesso prevale la componente vegetale. Si tratta di animali plantigradi, ovvero che poggiano l’intera pianta del piede sul terreno, diversamente dalle altre famiglie di Carnivori e da molti altri Mammiferi. Una famiglia vicina agli Ursidi è quella dei Procionidi, animali più piccoli e forniti di coda, largamente diffusi nel Nuovo Mondo Carnivori od onnivori? Spesso viene fatta confusione sulla parola carnivoro... Leggi

America

Il nome A. ricorda quello del navigatore fiorentino Amerigo Vespucci, che esplorò le coste dell’A. Meridionale; proposto dal cosmografo M. Waldseemüller, apparve per la prima volta nel 1507 in un opuscolo (Cosmographiae introductio) e nella carta che l’accompagna, riferito all’odierna A. Meridionale, già denominata Mundus Novus per distinguerla dal continente asiatico, mentre si supponeva che le Antille fossero parte dell’Asia. La separazione dalle terre antartiche fu accertata nel 1520 dalla spedizione di F. Magellano, mentre solo verso il 1560 si ammise la separazione, a NO, dall’Asia... Leggi

Europa

(gr. Εὐρώπη, lat. Europa) Parte occidentale del continente eurasiatico, delimitata a O dall’Oceano Atlantico, a N dal Mar Glaciale Artico, a S dal Mar Mediterraneo; tutt’altro che ben definiti sono invece i suoi limiti orientali. 1. Il problema dei confiniIn origine il nome greco Eὐρώπη sembra aver designato un territorio ristretto, forse a N dell’Egeo, ma già i geografi ionici chiamavano E. tutta la terra a N del Mediterraneo; il suo limite verso E fu considerato il corso del Tanai (Don). Nella riforma dioclezianea dell’amministrazione dell’Impero romano, fu detta E... Leggi

Asia

Una delle cinque tradizionali parti del mondo e la più vasta tra esse (44.600.000 km2, comprese le acque interne). Si estende per oltre 75° di latitudine (tra Capo Čeljuskin, 77° 41' N, e Capo Piai, 1°16' N) e, con le isole, addirittura per 92°, da oltre 81° N (Terra del Nord) a 11° S (Roti, nelle Isole della Sonda); misura/">misura oltre 164° di longitudine (da Capo Baba, nell’Asia Minore, 26°4' E, alla punta di Dežnev, 169° 40′ O). Entro questi limiti, l’A. costituisce il 30% delle terre emerse e ospita il 60% della popolazione mondiale... Leggi