1. Ottentotti

    Nome dato dagli Olandesi a una popolazione indigena dell’Africa australe, che all’epoca dei primi stanziamenti olandesi (17° sec.) occupava in masse cospicue la regione del Capo di Buona Speranza. Forzate migrazioni, persecuzioni da parte degli Europei, lotte intestine e carestie ne hanno grandemente diminuito il numero e quasi distrutto la cultura, anche per effetto di incroci etnici. I superstiti vivono oggi in Namibia; gli altri tre raggruppamenti maggiori (O. del Capo, O. orientali, Korana) sono praticamente estinti Leggi

    ottentotti si trova anche nelle opere:
    Enciclopedia Italiana (1935)

    I coloni olandesi che nel sec. XVII si insediarono per primi intorno al Capo di Buona Speranza diedero questo nomignolo, che pare significasse "balbettante" (cfr. ted

  2. Damara

    (o Bergdama) Popolazione d’incerta origine che prima dell’occupazione europea viveva in condizioni di dipendenza dagli Ottentotti, dei quali aveva adottato la lingua e alcuni elementi culturali. Vivono in piccole tribù patrilineari, nutrendosi dei prodotti della raccolta e della caccia. Dai D. prende nome una regione dell’Africa meridionale, che costituisce la parte più elevata (fino a 2000-2300 m) dell’Africa del Sud-Ovest.... Leggi

  3. Elmenteita

    Località e lago del Kenya centrale, dove sono stati rinvenuti alcuni crani, da cui prende nome una varietà australe degli Ottentotti. Industria di E. (3° millennio) Localizzata sul versante occidentale della Rift Valley, è caratterizzata da strumenti su lama di ossidiana e da ceramica non decorata, per lo più scodelle, associata a scodelle di pietra.... Leggi

    Categoria: Africa
    Tags:
    rift valley,
    ossidiana,
    kenya
  4. Khoi-San

    (o Khoin e Khoisanidi) Nome nazionale che si danno gli Ottentotti, penetrato nell’uso etnologico e più in quello linguistico per indicare comprensivamente le popolazioni parlanti lingue della famiglia boscimano-ottentotta.... Leggi

  5. Moshesh

    Capo indigeno sudafricano (n. nel Basutoland fine sec. 18º - m. ivi 1870). Nel corso di continue lotte contro gli Zulu, gli Ottentotti, i Boeri, e contro le numerose fazioni del suo stesso popolo, M. riuscì a dare unità a quest'ultimo e a formare da un gran numero di piccoli clan indipendenti il popolo dei BaSotho (o BaSuto), il più compatto ed evoluto gruppo etnico indigeno dell'Africa meridionale. È ricordato per le sue riforme amministrative e civili non meno... Leggi

    Categoria: Biografie
  6. Afrikaans

    prestiti, in special modo malesi, portoghesi, inglesi, ottentotti e bantu... Leggi

  7. Boscimani

    Popolazione dell’Africa sud-occidentale che fa parte, antropologicamente, del gruppo pigmeo steatopigide; trae il nome dall’olandese boschjesman «uomo della boscaglia» dato dai coloni olandesi ai gruppi di cacciatori e raccoglitori insediati all’interno e nei territori circostanti il deserto del Kalahari. I B., oggi ridotti a poche migliaia di individui, hanno subito l’intrusione violenta di ottentotti, gruppi bantu ed europei. Tradizionalmente dediti alla caccia e raccolta, vivono in... Leggi

  8. Lesotho

    Stato dell’Africa australe; è un’enclave della Repubblica Sudafricana. 1. Caratteri fisiciIl territorio corrisponde al settore più elevato dell’Africa meridionale, avendo i suoi vertici nei Monti dei Draghi (Thabana Ntlenyana, 3482 m), che lo orlano sul lato orientale; è prevalentemente montuoso e comprende anche i Monti Maloti e la loro espansione meridionale, i Thaba Putsoa, nonché la Central Range, disposta trasversalmente... Leggi

  9. Namibia

    Stato dell’Africa meridionale; si affaccia largamente sull’Oceano Atlantico tra le foci dei fiumi Cunene e Orange; confini quasi sempre rettilinei lo separano a N dall’Angola, a S dal Sudafrica, a E da questo paese e dal Botswana, mentre a NE un lungo saliente (‘dito di Caprivi’ o Caprivi Strip), stretto fra Angola e Zambia a N e Botswana a S, prolunga il territorio della N. fino a raggiungere quello dello Zimbabwe... Leggi

  10. Carpobrotus

    Genere di piante Dicotiledoni della famiglia Aizoacee, comprendente suffrutici con fusti prostrati, molto ramosi, con foglie trigone, carnose, persistenti e fiori solitari a molti petali, gialli, rosei o porporini; frutti a bacca, mangerecci, detti fichi degli Ottentotti. È originario della regione del capo di Buona Speranza e coltivato nei giardini e in terreni arenosi presso il mare; nelle parti più calde dell’Italia si trova anche inselvatichito su spiagge e scogliere, dove... Leggi

  11. Namaland

    Vasta regione dell’Africa sud-occidentale (300.000 km2 ca.), estesa tra 24° e 31° lat. S, e tra 20° long. E e la costa dell’Atlantico. La traversa il corso inferiore del fiume Orange, dividendola in Great N., a N (incluso nella Namibia), e Little N., a S (compreso nella Repubblica Sudafricana). Il clima è caldo e arido. Vi abitano in gran parte Ottentotti Namaqua. La parte più interna è rappresentata da un altopiano con giacimenti di rame. Lungo la costa (Port Nolloth, Lüderitz) vi... Leggi

  12. Trek, great

    Nome («grande migrazione») che si dà storicamente all’emigrazione, dalla Colonia del Capo, degli elementi boeri insofferenti all’amministrazione inglese, iniziata nel 1835. Gli emigrati, circa 7000, fondarono comunità repubblicane al di là dei fiumi Orange e Vaal e nel Natal... Leggi

    Categoria: Storia Moderna
    Tags:
    vaal,
    orange
  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • OTTENTOTTI

      OTTENTOTTI. - I coloni olandesi che nel sec. XVII si insediarono per primi intorno al Capo di Buona Speranza diedero questo nomignolo, che pare significasse "balbettante" (cfr. ted. Stottern), alle tribù incontrate sul luogo, a causa dei suoni avulsivi (clicks) usati nel loro linguaggio. Il nome generico o collettivo che esse si dànno è invece Khoin, che significa "uomini": col raddoppiamento Khoi-khoin ("la gente") è anche adoperato dagli etnologi per designare l'intero gruppo. Le forti. Leggi

    • BOSCIMANI

      BOSCIMANI (fr. Bochimans; sp. Bosquimanos; ted. Buschmänner; ingl. Bushmen). - Etnologia. - I Boscimani devono essere considerati, dal punto di vista culturale, come l'elemento di popolazione più primitivo dell'Africa meridionale. Leggi

    • AFRICA

      AFRICA (A. T., 105-106 e 107-108). - Una delle tradizionali cinque parti del mondo. Appartiene al continente antico, è congiunta all'Eurasia mediante l'istmo di Suez, oggi attraversato artificialmente dal canale omonimo, ed è considerata quindi anche come un continente a parte.Origini del nome.Gli antichi Greci designarono l'Africa col nome di Libia, che secondo Erodoto era nome di donna di origine ignota al pari di Europa e di Asia, mentre, secondo Varrone, deriverebbe da Libis, voce con cui i Greci designavano il vento australe, e secondo altri, dal nome dei popoli che abitavano ad O. Leggi

    • AFRICA del SUD-OVEST

      AFRICA del SUD-OVEST (A. T., 118-119). - Già possedimento germanico, ora mandato dell'Unione Sud-africana. È bagnato all'O. dall'Oceano Atlantico e confina al N. con l'Angola (servono di confine, per un tratto, il Cunene e il Cubango [Okavango]), all'E. col Protettorato dei Beciuana e con l'Unione Sud-Africana, dalla quale, a S., la divide il fiume Orange. La stretta appendice a NE., detta di solito Caprivi Zipfel, che quando questo territorio era ancora germanico arrivava allo Zambesi, è stata annessa al Protettorato dei Beciuana. L'area dell'Africa del Sud-Ovest è di 828.780 kmq. Leggi

    • CAPIGLIATURA

      CAPIGLIATURA (fr. chevelure; sp. cabellera; ted. Haarwuchs; Haarbekleidung; ingl. hair). - Nella capigliatura umana si possono riconoscere tanto rapporti col manto dei mammiferi, quanto caratteristiche particolari al genere umano; tra quest'ultime si tromno, secondo le razze, differenziazioni così notevoli da trovare applicazioni nella distinzione delle razze. Leggi

    • IBRIDISMO

      IBRIDISMO (dal lat. ibrida, hybrida, voce latina plebea: efr. iber, imbrum "mulo" in glosse). - Insieme di fatti, di metodi e di teorie riguardanti gl'incroci tra forme differenti di animali e di piante. Il valore attribuito all'ibridismo come fenomeno biologico ha subito cambiamenti con lo sviluppo della scienza ed è in stretta relazione col significato attribuito in varî tempi all'espressione biologica "specie". Leggi

    • PALEOANTROPOLOGIA

      PALEOANTROPOLOGIA. - Il rapido susseguirsi in questi ultimi anni delle scoperte sull'uomo fossile, cioè sull'uomo di tempi geologici anteriori all'attuale, nelle diverse parti del mondo, ha accresciuto fortemente il patrimonio della paleoantropologia, di quel ramo scientifico che più espressamente se ne occupa, in guisa che riesce difficile darne un'idea sufficientemente chiara in breve spazio, dovendosi fare ricorso, insieme, a fatti e teorie morfologiche. Ma maggiori difficoltà risultano dalla necessità, in una tale esposizione, di riferimenti geologici, paleontologici e archeologici. Leggi

    • RAZZA

      RAZZA (fr. race; sp. raza; ted. Rasse, Stamm; ingl. breed, race). - complesso d'individui omogenei per i loro caratteri esteriori e per le qualità ereditarie del loro plasma germinale, così che l'aspetto somatico si trasmette invariato di generazione in generazione, salvo eventuali mutazioni. La razza è un'entità biologica subordinata alla specie e in essa compresa; due razze appartenenti alla medesima specie producono ibridi fecondi (meticci in linguaggio zootecnico), nei quali i caratteri ereditarî si trasmettono secondo le regole dell'eredità (v. eredità; genetica; ibridismo). Leggi

    • DAMARA

      DAMARA (A. T., 105-106). - Regione dell'Africa del Sud-Ovest già colonia tedesca e ora mandato britannico, di cui costituisce la parte centrale. Derivando la denominazione da quella del popolo d'egual nome (v. appresso) essa non ha limiti molto precisi; di solito si fa confinare ad ovest con l'Atlantico (o con la regione costiera di Nabib), a est con il Kalahari, a sud con il Namaqualand (Gran Nama), a nord con il fiume Swakop.Con il nome di Dàmara (femm. duale di daman "Cafro") gli Ottentotti. Leggi

    • AVULSIVI, SUONI

      AVULSIVI, SUONI. - I suoni avulsivi (così chiamati da Raoul de La Grasserie) sono detti dai linguisti inglesi clicks, dai Tedeschi schnalze o Schnalzlaute, dai Francesi cliquements, ecc.; sono suoni consonantici prodotti con un moto di succiamento della lingua (e non con l'inspirazione come si credette in un primo tempo e come si continua a credere da alcuni). Nelle nostre lingue essi ricorrono molto raramente e solo in certe interiezioni, per es. Leggi