pagina 1 di 6 - 69 risultati
In età tardo-ellenistica e imperiale, epiteto («che ha le virtù di tutti gli dei») di singole divinità (Zeus p., Silvano p., Fortuna p. ecc.) per indicare l’assunzione dei caratteri di tutte le altre. Questa consuetudine, espressione di una tendenza del politeismo greco e romano alla teocrasia, portò anche alla individuazione di una divinità dal nome P. (Πάνϑειον o Πάνϑεος), oggetto di culto specialmente in Grecia, Siria e Asia Minore.... Leggi

panto-

[Der. del gr. panto-, forma assunta in composizione dall'agg. pás pantós "tutto"] [LSF] Variante di pan-.... Leggi

pantano

. - Due volte questo termine indica la palude Stigia, altrove definita appunto palude (v.): in If VII 110 vidi genti fangose in quel pantano, e in VIII 12 se 'l fummo del pantan noi ti nasconde, se il vapore pesante che esala dalla palude non t'impedisce di vedere l'arrivo di Flegiàs.Ancora nel senso proprio di " distesa di acqua stagnante ", per caratterizzare la località, forte / per lo pantan ch'avea da tutte parti (If XX 90; cfr. anche v. 83), in cui sorse Mantova: è la zona in cui il Mincio, dopo un percorso non lungo, trova una lama, / ne la qual si distende e la 'mpaluda (vv. 79-80).... Leggi

PANTARISTE

In una scena di amazzonomachia su un'anfora a figure nere, del tipo delle "idrie ceretane", ora al Museum of Fine Arts di Boston, compare, dietro Eracle che immerge la spada nel ginocchio di Andromache, caduta a terra, una seconda amazzone di nome P., con rosso chitone, che assale con la lancia il guerriero Timiades. Completa la scena un terzo gruppo in lotta, formato da Telamone e Amipe. Secondo alcuni il nome dell'amazzone è da correggersi in Antariste. Bibl.: Höfer, in Roscher, III, i, 1897-909, c. 1550, s. v... Leggi

Alighieri, Dante III

Figlio di Pietro III, cui Mario Filelfo dedicò la sua Vita di D., e di Caterina di Facino da Monselice; nacque nel 1462 o 1463. A Verona, alla scuola dell'umanista don Giannantonio Panteo, studiò latino certamente fino al 1484. Mortogli il padre nel 1476, si occupò del patrimonio familiare assieme alla madre e al fratello minore Iacopo (v.); gli estimi del comune, che davano per gli Alighieri nel 1482 lire 6, soldi 11, e nel 1515 lire 11, soldi 1, mostrano l... Leggi

Bes

(gr. Βήσας) Divinità dell’antico Egitto, rappresentata come un nano con le gambe arcuate, provvisto talvolta di una corona di piume; di natura benefica, è dio della musica e protegge il sonno; la sua immagine era un potente amuleto. Forse di origine africana, è divinità ignota prima della XII dinastia. Il volto di B. venne impiegato anche in figurazioni di una divinità più complessa, tradizionalmente catalogate sotto il nome di B. panteo/">panteo, ma che sono in realtà immagini di un Hor... Leggi

Tags:

polioftalmia

fenicio El, Bes panteo/">panteo, rappresentato con il corpo cosparso di occhi ecc. La p... Leggi

Tags:

Alchimia, iatrochimica e arti del fuoco

L’incerto statuto dell’alchimia Con alchimia si indica un insieme di pratiche tra loro molto differenti, quali la trasmutazione dei metalli, la fabbricazione di pietre preziose artificiali, la preparazione dell’elisir e di medicine dalle straordinarie proprietà terapeutiche, come la quintessenza e l’oro potabile. Essa sfugge a una definizione univoca ed è oggetto di interpretazioni tra loro divergenti... Leggi

Pantere Nere

(ingl. Black Panther Party) Movimento rivoluzionario afroamericano, fondato nell’ottobre 1966 ad Oakland, California, da H. Newton e B. Seale. Interpreti della ribellione degli Afroamericani e influenzati dal marxismo e dalla predicazione di intellettuali come Malcolm X, i militanti non rifuggirono dall’uso di mezzi violenti, ai quali però rinunciarono verso la metà degli anni 1970.... Leggi

Pantere nere

(ingl. Black panthers) Movimento rivoluzionario afro-statunitense, fondato nell’ott. 1966 a Oakland (California) da Huey Newton e Bobby Seale. Influenzati dal marxismo e dalla predicazione di intellettuali come Malcolm X, i militanti sostituirono al principio della non violenza predicato da M.L. King quello dell’autodifesa come strumento di lotta. Oggetto di una dura campagna di repressione da parte di polizia e FBI, entrarono in crisi all’inizio degli anni Settanta.... Leggi

panta rei

Traslitt. della locuz. gr. di πάντα ῥεῖ «tutto scorre». Proposizione con cui gli eraclitei esprimono l’eterno divenire della realtà, paragonando quest’ultima a un fiume che solo apparentemente rimane uno e identico, ma che in effetti continuamente si rinnova e si trasforma, sicché non è dato tuffarsi in esso più di una volta, perché la seconda volta – a rigore – non è lo stesso fiume della prima. Questa concezione costituisce l’antitesi di quella dell’assoluta eterna unità e immutabilità dell’essere, affermata dalla scuola eleatica.... Leggi

PANTANO, Edoardo

Patriota e uomo politico, nato ad Assoro (in provincia di Enna) il 14 febbraio 1842, morto a Roma il 16 maggio 1932. Studiò medicina all'università di Palermo, ma giovanissimo si gettò nelle agitazioni politiche militando, ardente repubblicano, nel partito più avanzato. Nell'agosto del 1862, appena ventenne, seguì Garibaldi ad Aspromonte. Volontario nella guerra del 1866, dopo l'armistizio andò a Lugano, e per la prima volta vide il Mazzini, col quale, negli anni antecedenti, era stato già in corrispondenza epistolare... Leggi