pagina 1 di 2 - 16 risultati

Parkinson, morbo di

Parkinson, morbo di Malattia che provoca tremore e paralisi La malattia di Parkinson colpisce di solito le persone anziane provocando un rallentamento dei movimenti, un irrigidimento del corpo, tremori. Alcune strutture del cervello smettono di funzionare per mancanza di dopammina, una sostanza fondamentale per trasmettere gli impulsi nervosi... Leggi

Categoria:

Parkinson, mòrbo di

Parkinson, mòrbo di Affezione cronica del sistema nervoso centrale, dell'età matura o avanzata, caratterizzata da tremore, rigidità muscolare e rallentamento dei movimenti (bradicinesia), con tipiche alterazioni della mimica e del linguaggio. È considerata una malattia degenerativa di alcuni centri del sistema nervoso extrapiramidale: le lesioni più cospicue si trovano nel nucleo della substantia nigra, che presenta diminuzione delle cellule pigmentate, note di atrofia e inclusioni... Leggi

Categoria:

Tags:

Parkinson, morbo di

Descritto per la prima volta nel 1817 da J. Parkinson, tale morbo è una patologia degenerativa a eziologia sconosciuta. Il principale reperto anatomopatologico è costituito dalla degenerazione delle cellule dopaminergiche, cioè le cellule che sintetizzano e rilasciano come trasmettitore chimico la dopamina, localizzate nella parte compatta della substantia nigra ("sostanza nera"), con conseguente spopolamento neuronale della stessa. sommario: 1. Caratteri generali. 2. Sintomatologia. 3... Leggi

Alzheimer, morbo di

Patologia degenerativa del sistema nervoso caratterizzata da un quadro di demenza presenile o senile, descritta per la prima volta nel 1909 dallo psichiatra tedesco Alois Alzheimer (Marktbreit 1864 - Breslavia 1915).sintomatologia ed eziologiaI sintomi principali sono rappresentati dalla perdita progressiva della memoria (amnesia) e da deficit cognitivi delle funzioni del linguaggio (afasia), dei movimenti finalizzati (aprassia) e del riconoscimento di oggetti e persone (agnosia). Dal punto di... Leggi

Categoria:

Tags:

Parkinson, malattia di

Patologia degenerativa cronica del sistema nervoso centrale (➔ neurodegenerazione), che si manifesta clinicamente di solito tra i 55 e i 65 anni e si caratterizza per la presenza di rallentamento motorio (bradicinesia), rigidità muscolare e tremore. È una malattia sporadica ma, soprattutto nelle forme a esordio giovanile, vi può essere una componente ereditaria significativa. Sintomi e segni... Leggi

Basedow, morbo di

Malattia endocrina, descritta per la prima volta dal medico tedesco K. von Basedow (1799-1854), che si manifesta con ingrossamento della tiroide, tachicardia, dimagrimento, tremore delle mani, disturbi neurovegetativi. La malattia, le cui cause hanno spesso origine autoimmunitaria, ha, per lo più, decorso cronico.... Leggi

Categoria:

Parkinson, legge di (Parkinson's Law)

Parkinson, legge di (Parkinson’s Law) Saggio pubblicato nel 1958 dallo storico navale e scrittore inglese C. Northcote Parkinson (1909 - 1993), che affronta in modo ironico, seppur realistico, le problematiche del funzionamento delle organizzazioni economiche e delle burocrazie. Il testo, scritto traendo spunto da un articolo pubblicato nel 1955 sul settimanale britannico «The Economist», sviluppa un’analisi delle attività, all’interno delle organizzazioni, attraverso alcuni enunciati, il primo... Leggi

Parkinson, malattia di

Quella di Parkinson è una delle più frequenti malattie degenerative del sistema nervoso centrale, e si caratterizza per la presenza della triade sintomatologica costituita da tremore, rigidità e acinesia. Alcuni studiosi di storia della medicina ne attribuiscono una prima grossolana descrizione a Leonardo da Vinci: il genio rilevava acutamente i movimenti tremolanti, involontari e irrefrenabili dei pazienti, e li descriveva paragonandoli ai brividi e ai tremori mostrati da chi abbia molto... Leggi

Categoria:

Alzheimer, morbo di

Il morbo di Alzheimer (mdA) è una malattia che colpisce il cervello provocando un progressivo declino delle funzioni intellettuali. La diagnosi della malattia si basa, inizialmente, sulla valutazione di sintomi neuropsicologici e comportamentali legati a disturbi della memoria, del linguaggio e della percezione visuo-spaziale. I primissimi sintomi si manifestano di solito a carico di quel tipo di memoria denominata 'breve', per contrapporla all'altro tipo detto 'di lunga durata'... Leggi

morbo di Addison

Insufficienza corticosurrenalica primitiva, ovvero sostenuta da malattie della ghiandola surrenalica, caratterizzata da carente produzione di glucocorticoidi, androgeni e mineralcorticoidi. Nella maggior parte dei casi è dovuta a una surrenalite autoimmune e spesso vi è associazione con altre patologie autoimmuni... Leggi

Categoria:

Cushing, morbo di

Malattia causata da aumento dell’increzione dell’ormone adrenocorticotropo (ACTH, AdrenoCorticoTropic Hormone) che comporta frequenti alterazioni psichiche: disturbi affettivi e deficit cognitivi possono essere variamente combinati, oltre ad allucinazioni e delirio, con euforia alternata a depressione, sintomi questi simili a quelli della psicosi da corticosteroidi; inoltre, all’EEG si evidenziano frequenze lente come da sofferenza cerebrale diffusa aspecifica; con le tecniche di neuroimaging... Leggi

morbo di Basedow

Noto come morbo di Graves nei Paesi anglosassoni, rappresenta la causa più frequente di ipertiroidismo. È una malattia autoimmune e ha un decorso cronico con remissioni e recidive: l’iperfunzione tiroidea è dovuta alla presenza in circolo di autoanticorpi diretti contro il recettore per il TSH (recettore posto sulla superficie dei tireociti che lega l’ormone ipofisario Thyroid-stimulating hormone, TSH) e capaci di attivarlo... Leggi

Categoria: