1. Parkinson, mòrbo di

    Parkinson, mòrbo di Affezione cronica del sistema nervoso centrale, dell'età matura o avanzata, caratterizzata da tremore, rigidità muscolare e rallentamento dei movimenti (bradicinesia), con tipiche alterazioni della mimica e del linguaggio. È considerata una malattia degenerativa di alcuni centri del sistema nervoso extrapiramidale: le lesioni più cospicue si trovano nel nucleo della substantia nigra, che presenta diminuzione delle cellule pigmentate, note di atrofia e inclusioni... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    nervoso sistema
  2. Parkinson, James

    Medico (Hoxton, Middlesex, 1755 - Londra 1824). Svolse la sua attività a Londra, occupandosi di medicina, chimica, geologia e paleontologia. Autore di importanti osservazioni cliniche sulle complicazioni dell'appendicite; è ricordato per la descrizione (1817) della malattia che dal suo nome è detta morbo di Parkinson.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    paleontologia,
    appendicite
  3. Embrióne-chimèra

    Embrione ottenuto da un ovulo di bovino privato del suo DNA (0,1%) e innestato con materiale genetico umano (99,9%) ai fini di garantire la produzione di cellule staminali utili alla ricerca scientifica, in particolare per quanto riguarda gravi patologie come il morbo di Parkinson e quello di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica e altre. Il dibattito sull’uso dell’e.-c... Leggi

  4. Extrapiramidale, sistema

    Complesso di centri nervosi e di vie di trasmissione ( vie e.) che intervengono nella motilità muscolare, integrando la funzione del sistema piramidale. Tradizionalmente, al sistema e. venivano attribuiti il corpo striato (di cui fanno parte il nucleo caudato, il putamen, il globus pallidus), i nuclei di Luys e di Darkševič, la sostanza nera del Sömmerring e il nucleo rosso. Studi successivi ne hanno allargato i limiti, includendovi determinate zone della corteccia... Leggi

  5. Propulsione

    L’azione con cui si fornisce a un corpo l’energia necessaria a provocarne e a mantenerne il moto. medicina Nel linguaggio medico, andatura caratteristica dei pazienti affetti da morbo di Parkinson, che procedono a rapidi passi col tronco inclinato in avanti. trasportiIl termine è soprattutto usato per i veicoli aerei e marini; nel caso di veicoli terrestri si usa anche il termine trazione. Spesso la parola è usata per indicare il sistema, l’organo, il mezzo di propulsione. 1. P... Leggi

  6. Neuroartropatia

    Nome generico designante alterazioni osteoarticolari secondarie a malattie neurologiche croniche (tabe, siringomielia, paraplegia, morbo di Parkinson ecc.). Tipiche forme di n. sono l’artropatia tabetica e quella siringomielica, caratterizzate da deformazioni articolari imponenti e assenza di dolore. L’artropatia neutrofica rappresenta un particolare tipo di lesioni degenerative a carico delle articolazioni che si osservano in seguito a lesioni dei nervi che influenzano il... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    paraplegia,
    trofismo
  7. Levodopa

    Derivato della L-tirosina che, nell’uomo, costituisce una tappa della formazione della catecolammina. È utilizzata nella terapia del morbo di Parkinson. L’effetto terapeutico è legato alla sua decarbossilazione a dopammina: determina un rapido miglioramento dei disturbi nervosi (rigidità, tremori ecc.) e di quelli psichici (instabilità).... Leggi

  8. Dismimia

    In neurologia, disturbo della mimica.  La d. può essere quantitativa (corea, morbo di Parkinson ecc.), oppure qualitativa (manierismi, come avviene, per es., nel caso della schizofrenia).... Leggi

    Categoria: Neurologia
    Tags:
    schizofrenia,
    neurologia
  9. Anteropulsione

    Disturbo dell’andatura, caratteristico del morbo di Parkinson, per cui il malato cammina a piccoli passi, sempre più accelerati, con il corpo inclinato in avanti, come se corresse dietro al proprio centro di gravità.... Leggi

    Categoria: Patologia
  10. Imaging

    Modalità di formazione delle immagini biomediche utilizzate a scopo diagnostico e, in alcuni casi, terapeutico. L’i. comprende la radiologia, sia convenzionale sia digitale, la tomografia computerizzata (TC), l’ecografia, la risonanza magnetica nucleare (RMN), le procedure terapeutico-radiologiche guidate dalle stesse modalità che vanno sotto il nome di radiologia interventistica (per es., la coronarografia), nonché la medicina nucleare (PET, SPET)... Leggi

  11. PET

    Sigla di positron emission tomography, metodica della medicina nucleare che permette di ottenere immagini di distribuzione tridimensionale della radioattività all’interno di una sezione corporea, recuperando così l’informazione in profondità, non ottenibile con la scintigrafia... Leggi

  12. Staminale

    In biologia, si dice di cellula indifferenziata che può agire da precursore di un clone di cellule differenziate, ma che mantiene la capacità di autorinnovarsi per produrre altre cellule s. identiche. 1. Cellule s. embrionali e dell’adultoDurante la formazione dell’embrione, si generano le cellule s. embrionali (ESC, embrionic stem cells). Inizialmente sono cellule totipotenti, hanno cioè la possibilità di differenziarsi producendo qualsiasi cellula del corpo; progressivamente... Leggi

  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • PARKINSON, James

      PARKINSON, James. - Medico, nato a Hoxton (Middlesex, Inghilterra) l'11 aprile 1755, morto a Londra il 21 dicembre 1824. Esercitò la medicina quasi costantemente a Londra: ingegno multiforme, si occupò anche di geologia, di paleontologia, di chimica.Fu il primo in Inghilterra a descrivere esattamente un caso appendicite e a rendersi conto del pericolo rappresentato, in questa malattia, dall'eventualità della perforazione intestinale. Legò il suo nome alla paralisi agitante, malattia da lui. Leggi

    • COMPORTAMENTO

      Comportamento, disturbi del IntroduzioneCon disturbo del c. ci si riferisce a un costrutto che ha subito una continua trasformazione concettuale nella storia della neuropsichiatria. Tra i disturbi del c. vengono annoverati i disordini alimentari (anoressia, bulimia); le condizioni di dipendenza da sostanze (quali l'alcol, il tabacco) o da stimoli comportamentali (gioco d'azzardo, lavoro, Internet); alterazioni dell'umore (per es., gli stati depressivi); condizioni di sofferenza soggettiva. Leggi

    • NEUROSCIENZE

      NeuroscienzeParte introduttivadi Pietro CalissanoPer neuroscienze si intende quell'insieme di discipline che studiano come è organizzato e come funziona il sistema nervoso, con particolare riferimento al cervello (v. a questo proposito la voce nervoso, sistema nell'Enciclopedia Italiana e nelle varie Appendici, e nell'App. V, neuroendocrinologia, iii, p. 657 e neurobiologia, iii, p. 653, per la quale v. anche oltre). Ci si è domandato come possa lo sperimentatore essere al tempo stesso soggetto. Leggi

    • TERAPIA GENICA

      Terapia genicaIn biologia e medicina, è la terapia che prevede l'introduzione nel paziente di frammenti di DNA contenenti geni per la cura o la prevenzione di patologie a determinazione genetica e non. L'agente terapeutico è in genere costituito da un prodotto del gene introdotto nell'organismo (RNA o proteina) o da cellule modificate con il trasferimento genico. Questo tipo di terapia è diventato oggetto di sperimentazione avanzata dagli anni Novanta del 20° sec. grazie all. Leggi

    • NEUROCHIRURGIA

      NEUROCHIRURGIA(v. cranio-cerebrale, chirurgia, XI, p. 793; App. II, i, p. 721; neurochirurgia, App. III, ii, p. 258)Negli ultimi quarant'anni molte innovazioni tecniche in campo chirurgico, radiologico, anestesiologico, neurofisiologico e farmacologico hanno permesso alla n. Leggi

    • CLONAZIONE

      ClonazioneDefinizione e principi generaliIl termine clonazione si riferisce a due ambiti molto differenti, il primo dei quali è la produzione asessuale di copie geneticamente identiche di un organismo vivente. Questa procedura ha implicazioni in importanti settori come, per es., la zootecnia, l'industria farmaceutica e la biomedicina. Il termine è però anche utilizzato per descrivere procedure tipiche dell'ingegneria genetica e, in particolare, la fase sperimentale che porta alla produzione di. Leggi

    • NEURODEGENERATIVE, MALATTIE

      Neurodegenerative, malattie Uno dei maggiori progressi in biomedicina degli ultimi decenni è la comprensione dei meccanismi molecolari che sono alla base della maggior parte delle malattie. Sono state chiarite e individuate le cause di numerose malattie infettive e di gran parte di quelle degenerative o neoplastiche. Sono stati identificati i geni relativi a oltre duemila affezioni (anche molto rare) su base genetica, i geni (oncogeni) causa di tumori e i complessi proteici che nella cellula. Leggi

    • TERAPIA GENICA

      TERAPIA GENICAIn biologia e medicina, è la terapia per la cura di patologie a determinazione genetica e non, che prevede l'introduzione nel paziente di frammenti di DNA contenenti i geni ''sani''. Questo tipo di terapia, che solo agli inizi degli anni Ottanta sembrava una prospettiva lontana e quasi impossibile, è diventato oggetto di sperimentazione avanzata grazie all'evoluzione concettuale e tecnica della biologia degli ultimi anni, che ha portato alla conoscenza di buona parte del genoma. Leggi

    • NEUROCHIRURGIA

      NEUROCHIRURGIA. - È la branca specialistica della chirurgia che deriva dall'evoluzione della chirurgia cranio-cerebrale (v., vol. XI, p. 793; App. II, 1, p. 721).I più importanti progressi attuali della n. riguardano il trattamento delle sindromi extrapiramidali, quello delle epilessie, e la chirurgia delle malformazioni vascolari. La chirurgia delle malattie extrapiramidali e dell'epilessia sono le più giovani delle branche della n. funzionale. Leggi

    • FARMACOLOGIA

      FARMACOLOGIA(XIV, p. 818; App. II, I, p. 903; III, I, p. 591; IV, I, p. 760)Fra le scienze che si occupano dei fenomeni della vita animale, la f. continua ad avere, consolidandola, una posizione di primo piano. Al di là del suo enorme rilievo come disciplina di base, essa ha infatti anche formidabili ricadute applicative nella cura delle malattie dell'uomo e degli animali. Se nell'uomo la durata della vita media, la life expectancy (o speranza di vita), si è molto elevata, ciò è dovuto anche. Leggi

Argomenti correlati