pagina 1 di 14 - 158 risultati
Nome comune del genere Populus, in particolare del p. nero o nostrano e del legno che da questo si trae. Il genere Populus, della famiglia Salicacee, comprende 35 specie di alberi delle regioni temperate. Hanno fiori aclamidi riuniti in amenti: gli staminiferi con 4-30 stami, i pistilliferi con pistillo uniloculare e due stili. Il frutto è una capsula con molti semi minuti provvisti di un ciuffo di peli alla base. In Italia crescono 3 specie: p. bianco (Populus alba; fig. A) o gattice o alberello, p. tremolo (Populus tremula; fig. B) e p. nero(Populus nigra; fig... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Pioppo

PIOPPO (1935)

Nome volgare delle specie del genere Populus (Tournefort, ex Linneo 1737) e particolarmente del P. nigra L. Il gen... Leggi

salici e pioppi

Le sentinelle dell’acqua Salice piangente, salice bianco, salice da vimini o salice nano, ma anche pioppo bianco e pioppo tremolo sono le piante più comuni tra le centinaia di specie della famiglia delle Salicacee, che vivono spontaneamente nell’emisfero boreale, soprattutto sui suoli ricchi d’acqua. Molte Salicacee sono coltivate per la loro utilità Alcune caratteristiche comuni Salici e pioppi sono alberi spesso di maestose dimensioni, ma la famiglia cui appartengono, quella delle Salicacee... Leggi

cantaride

Genere di Insetti Coleotteri (Lytta) della famiglia Meloidi. Lytta vesicatoria (v. fig.), di color verde metallico, lunga 15-20 mm, è comune in Europa su sambuco/">sambuco, acero, pioppo e altri alberi, dei quali mangia le foglie. Dalle c. si ricavava la cantaridina, sostanza solida cristallina, usata in passato a scopo afrodisiaco, ma tossica (l’avvelenamento si manifesta con nausea, vomito, contrazioni tonico-cloniche, priapismo e, come fenomeno tardivo, lesioni renali).... Leggi

LEGNO

La situazione mondiale. - L'attenzione che, in misura assai maggiore che non per il passato, si dedica alle foreste ed al legno, deriva dal fatto che di fronte ai reali pericoli provenienti da inconsiderate distruzioni, le autorità responsabili di quasi tutti i paesi hanno dovuto affrontare una politica di conservazione del patrimonio boschivo che ha le sue premesse negli studî compiuti dagli Istituti di ricerche forestali... Leggi

LEGNO

(dal lat. lignum che indica propriamente la parte legnosa della pianta, mentre materies indica il legname adibito ad uso di costruzione [in gr. ξῦλον e ὕλη sono usati promiscuamente nell'uno e nell'altro significato]; fr. bois; sp. madera; ted. Holz; ingl. wood, timber). - Col nome di legno o legname s'intende la materia solida del fusto, dei rami e delle radici degli alberi e degli arbusti posta al disotto della corteccia; legna o, più comunemente, legne sono detti invece i legni da bruciare.L'uso del legno è, si può dire, coevo dell'umanità... Leggi

CARTA

Il nome italiano deriva, attraverso il latino charta, dal greco χάρτης "foglio", che forse è a sua volta di origine egiziana e denotava il foglio da scrivere che gli Egizî preparavano dal papiro. Questa pianta ha invece dato origine al nome della carta nelle altre lingue d'Europa.La parola carta non è rimasta però limitata ad indicare la materia su cui si scrive o si stampa, ma per un facile trapasso di significato, ha designato i più varî documenti scritti e stampati e i prodotti delle arti grafiche e del disegno... Leggi

L'Italia e l'autarchia

L’Italia e l’autarchia La nascita del nazionalismo scientifico-tecnico La politica autarchica del fascismo è considerata, non a torto, un aspetto della storia dell’Italia che rappresenta una caduta della razionalità e segna il predominio dell’irragionevolezza sulle ragioni della scienza e della tecnica... Leggi

Vicino Oriente antico. Causalità e intervento magico

Causalità e intervento magico Sommario: 1. La divinazione mesopotamica. 2. I presagi spontanei. 3. I presagi provocati. 4. Interventi magici: Mesopotamia. 5. La divinazione in Anatolia. 6. La divinazione in Siria e Palestina. 7. Divinazione mesopotamica e biblica a confronto. 8. Fisiognomica e oniromanzia. ▢ Bibliografia. 1. La divinazione mesopotamica di Francesca Rochberg Lo studio della divinazione ci permette di approfondire la concezione assiro-babilonese delle relazioni fra il genere umano e la Natura e fra gli uomini e gli dèi... Leggi

FIAMMIFERO

Stelo di materia combustibile con capocchia formata di sostanze che prendono fuoco se strofinate su una superficie ruvida o spalmata di miscele speciali.L' uso del fiammifero risale a epoca relativamente recente. Fino ai primi decennî del sec. XIX, infatti, si usavano, per l'accensione, acciarino e pietra focaia con esca, o anche stecchini di legno impregnati di zolfo. Nel campo chimico, però, già fin dal 1680, G. Haukwitz, lavorando sotto la direzione di R... Leggi

Salicacee

Famiglia di piante Dicotiledoni. Hanno fiori mancanti di calice e corolla, unisessuali e riuniti in amenti; il frutto è una capsula; i semi sono provvisti di un ciuffo di peli alla base. Comprende più di 300 specie legnose, quasi tutte dell'emisfero boreale, presenti lungo i corsi d'acqua e i laghi, tra cui il pioppo (Populus) e il salice (Salix).... Leggi

foraggio

Qualsiasi sostanza che serve di alimento al bestiame domestico. I f. sono prodotti per la maggior parte direttamente dalle coltivazioni, in minor misura/">misura derivano dai residui delle industrie agrarie o altre. Si possono distinguere diverse categorie: in primo luogo l’erba fresca dei pascoli, dei prati e degli erbai, che sono colture foraggere, poi foglie di alberi e arbusti (olmo, pioppo, gelso ecc.), erbe raccogliticce, fieno, paglie dei cereali (trinciate e mescolate agli altri f... Leggi