pagina 1 di 1 - 9 risultati

Pipino il Breve

Re dei franchi (Jupille 714-Saint-Denis 768). Figlio di Carlo Martello. Nella divisione del regno fatta (741) dal padre ebbe, come maggiordomo, la Borgogna, la Neustria e l’Aquitania; ma in seguito alla rinuncia al potere sull’Austrasia da parte del fratello Carlomanno (747) divenne il solo arbitro del regno. Assicuratosi il consenso di papa Zaccaria, si fece eleggere re (751) da un’assemblea del popolo franco, mentre il merovingio Childerico III, che P. stesso e Carlomanno avevano fatto... Leggi

Categoria:

Pipino il Breve re dei Franchi

Figlio (Jupille 714 - Saint-Denis 768) di Carlo Martello. Nella divisione del regno fatta (741) dal padre ebbe, come maggiordomo, la Borgogna, la Neustria e l'Aquitania; ma in seguito alla rinuncia al potere sull'Austrasia da parte del fratello Carlomanno (747) divenne il solo arbitro del regno. Assicuratosi il consenso di papa Zaccaria, si fece eleggere re (751) da un'assemblea del popolo franco, mentre il merovingio Childerico III, che P. stesso... Leggi

PIPINO III il Breve

Nel 741, poco prima della sua morte, Carlo Martello divise il regno tra i due suoi figli legittimi, Carlomanno e Pipino. A quest'ultimo toccò la Borgogna, la Neustria e la Provenza. I due fratelli portarono insieme il titolo di "maiores palatii" o "duces et principes Francorum" e si dedicarono principalmente alle operazioni militari, tra le quali sono da ricordare quella contro il loro fratellastro Grifone, che fecero prigioniero (741), quelle contro Unaldo duca d... Leggi

IL DECENNIO BREVE

Tra l’11 settembre 2001 e il settembre 2008 si è consumato il tentativo di centrare il mondo su un unico polo di potenza, gli Stati Uniti d’America. L’attacco terroristico alle Twin Towers e al Pentagono, e poi la crisi finanziaria che dall’America si è diffusa ovunque, con pesanti quanto diverse conseguenze sulle economie di tutto il mondo, sono due pietre miliari destinate a segnare i libri di storia... Leggi

Pipino I il Vecchio

Maggiordomo di Austrasia (n. 580 circa-m. 640). Maggiordomo di Dagoberto I re dell’Austrasia (fino al 629), divise l’effettivo potere con Arnoldo vescovo di Metz; caduto in disgrazia fu esiliato in Aquitania, poi divenne nuovamente maestro di palazzo (638) del re Sigeberto II.... Leggi

Categoria:

Pipino I il Vecchio maggiordomo di Austrasia

Maggiordomo (n. 580 circa - m. 640) di Dagoberto I re dell'Austrasia (fino al 629), divise l'effettivo potere con Arnoldo vescovo di Metz; caduto in disgrazia fu esiliato in Aquitania, poi divenne nuovamente maestro di palazzo (638) del re Sigeberto II.... Leggi

Categoria:

Tags:

Ladislào I il Breve re di Polonia

Figlio (1260-1333) di Casimiro duca di Cuiavia, riuscì a riunire nelle sue mani molti dei principati in cui era divisa la Polonia, ma dovette rinunciare alla corona polacca a vantaggio di Venceslao II, re di Boemia, che lo aveva sconfitto nel 1300. Riuscì a recuperare la Grande Polonia (Posnania) solo più tardi, con l'aiuto di Bonifacio VIII e degli Ungheresi, e fu incoronato a Cracovia (1320). Lottò inutilmente contro i Cavalieri... Leggi

Ladislao I detto il Breve

Ladislao I detto il Breve Re di Polonia (n. 1260-m. 1333). Figlio di Casimiro duca di Cuiavia, riuscì a riunire nelle sue mani molti dei principati in cui era divisa la Polonia, ma dovette rinunciare alla corona polacca a vantaggio di Venceslao II, re di Boemia, che lo aveva sconfitto nel 1300. Riuscì a recuperare la Grande Polonia (Posnania) solo più tardi, con l’aiuto di papa Bonifacio VIII e degli ungheresi, e fu incoronato a Cracovia (1320). Lottò inutilmente contro i Cavalieri teutonici... Leggi

Categoria:

Il breve interregno della 'rivoluzione arancione' in Ucraina

Il breve interregno della ‘rivoluzione arancione’ in UcrainaL’esito del primo turno delle elezioni presidenziali ucraine del 2004 aveva visto il candidato governativo, Viktor Janukovyč, e il leader della coalizione d’opposizione Nostra Ucraina, Viktor Jušˇcenko, giungere praticamente appaiati. Il ballottaggio di fine novembre sembrò assegnare la vittoria a ;Janukovyč. L’Osce, tuttavia, certificò brogli e illegalità diffuse durante lo svolgimento del voto, scatenando una lunga serie di proteste... Leggi