1. Pólvere da sparo

    pólvere da sparo Sostanza deflagrante adoperata come esplosivo di lancio nelle armi da fuoco e per cariche esplodenti in artifici (→ pirotecnica). Vi sono due tipi principali di p. da s.: la polvere nera, una mescolanza di salnitro (nitrato di potassio), carbone e zolfo, e le polveri che non producono fumo e non lasciano residuo solido (polveri infumi); tra queste ultime si distinguono quelle alla nitroglicerina e quella alla nitrocellulosa, quest'ultima ottenuta sciogliendo il cotone nitrato... Leggi

  2. Polvere

    Insieme di minutissime particelle incoerenti (detriti, terra arida, sabbia ecc.), che si stende sul suolo e, sollevato facilmente dal vento, si deposita ovunque. Per estensione, ogni materiale che, per sua natura o perché sia stato finemente suddiviso, mediante una macinazione spinta, si presenta in particelle solide che in massa non assumono forma propria. astronomiaParticelle solide, le cui dimensioni sono dell’ordine del micron, presenti negli spazi cosmici. La p. interplanetaria (o... Leggi

  3. Ruscha, Ed

    Pittore, grafico e fotografo statunitense (n. Omaha 1937). Cresciuto a Oklahoma City, si è stabilito poi a Los Angeles dove ha studiato al Chouinard art institute (1956-60). L'interesse per la grafica e i caratteri tipografici, per la fotografia, la sperimentazione compositiva e l'uso di materiali eterogenei (polvere da sparo, sciroppi, materiali organici, ecc.) sono elementi ricorrenti nel suo percorso artistico, che è stato spesso associato a... Leggi

  4. Bossolo

    Nelle munizioni per armi da fuoco, recipiente (oggi generalmente d’ottone) destinato a contenere gli elementi della carica (capsula d’innesco, polvere da sparo, proietto e, nelle cartucce a pallini, borraggio). Prende il nome dai contenitori in bosso per le cariche di polvere nera che nel 16° e 17° sec. gli archibugieri portavano appesi alla bandoliera.... Leggi

    Categoria: Militaria
    Tags:
    bosso
  5. Spingarda

    Macchina da guerra usata nel Medioevo per lanciare grosse pietre e, dopo l’invenzione della polvere da sparo, bocca di fuoco leggera e di piccolo calibro, intermedia tra le armi portatili e le artiglierie su affusto a ruote.... Leggi

    Categoria: Militaria
  6. Lavoisier, Antoine-Laurent

    Scienziato (Parigi 1743 - ivi 1794). Figlio di un noto avvocato parigino, fu indirizzato dal padre verso gli studî giuridici. Non trascurò tuttavia le scienze e seguì corsi di matematica e di fisica, di botanica (con B. de Jussieu) e di chimica (con Guillaume-François Rouelle). Nel 1767 accompagnò il geologo J.-É. Guettard in un viaggio di esplorazione nell'est della Francia, collaborando così alla realizzazione della prima mappa geologica di Francia... Leggi

  7. Paraffina

    Miscela di idrocarburi paraffinici (➔ alcani) saturi e non saturi, a catena lineare o ramificata, contenenti in genere da 20 a 40 atomi di carbonio circa; presente in quantità variabile nei petroli grezzi, si forma anche a volte dalla distillazione di alcuni tipi di ligniti. La p. è una massa bianca cerosa, translucida, insapore, inodore, avente un punto di fusione tra 40 e 60 °C circa, insolubile in acqua, poco solubile nell’alcol, solubile nell’etere, nel solfuro di carbonio ecc... Leggi

  8. Monopolio

    È una forma di mercato caratterizzata dall’accentramento dell’offerta o della domanda nelle mani di un solo venditore o di un solo compratore (m. unilaterale) o di entrambi (m. bilaterale) e di conseguente chiusura del mercato stesso. Per questa sua caratteristica, le posizioni di monopolio sono oggetto di controllo antitrust. 1. TipologieIl m., intendendo con tale termine la forma di mercato in cui è accentrata l’offerta, è detto monopolionaturale o monopoliotecnico se deriva da... Leggi

  9. Europa

    (gr. Εὐρώπη, lat. Europa) Parte occidentale del continente eurasiatico, delimitata a O dall’Oceano Atlantico, a N dal Mar Glaciale Artico, a S dal Mar Mediterraneo; tutt’altro che ben definiti sono invece i suoi limiti orientali. 1. Il problema dei confiniIn origine il nome greco Eὐρώπη sembra aver designato un territorio ristretto, forse a N dell’Egeo, ma già i geografi ionici chiamavano E. tutta la terra a N del Mediterraneo; il suo limite verso E fu considerato il corso del Tanai (Don). Nella riforma dioclezianea dell’amministrazione dell’Impero romano, fu detta E... Leggi

  10. Scherma

    Disciplina sportiva olimpica che si pratica con armi bianche incruente (fioretto, spada e sciabola; v. fig.) e che oppone, uno di fronte all’altro, due schermidori, i quali scelgono di difendere determinati bersagli e colpiscono quelli dell’avversario. 1. Cenni storiciLa s. è nata come tecnica di difesa personale nel momento in cui si è diffuso l’uso di armi bianche... Leggi

  11. Du Pont de Nemours, Éleuthère-Irénée

    Industriale (Parigi 1771 - Filadelfia 1834), figlio di Pierre-Samuel. Allievo di A.-L. Lavoisier, si occupò presso gli stabilimenti reali di esplosivi, ma lasciò questo lavoro per dedicarsi all'industria editoriale paterna. Sostenitore della monarchia, fu costretto a emigrare in America (1799), dove impiantò nel Delaware (vicino a Wilmington) una prima fabbrica di polvere da sparo, la Du Pont de Nemours Company (1802)... Leggi

  12. Focaia, pietra

    Varietà di calcedonio compatta, opaca, di colore vario (bruno, rossastro, grigio, nerastro), chiamata anche selce piromaca. In petrografia, è così denominata una roccia sedimentaria organogena costituita essenzialmente da pietra f.; è frequente in Italia in vari terreni calcarei mesozoici dell’Appennino centro-meridionale e delle Prealpi. La pietra f. fu usata, nell’età preistorica, per trarne armi a punta e da taglio. Per la sua proprietà di sprigionare scintille con la... Leggi

    Categoria: Petrografia
    Tags:
    calcedonio,
    prealpi
  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • POLVERI, Congiura delle

      POLVERI, Congiura delle. - Complotto, ordito nel 1604-1605 per uccidere, mediante lo scoppio di una quantità di polvere da sparo Giacomo I re d'Inghilterra, suo figlio Enrico principe di Galles e i lord riuniti, in occasione dell'apertura della seconda sessione del suo primo parlamento. Leggi

    • FIASCO

      FIASCO (dal germ. *flaska, *flaskun). - Bottiglia di vetro dal collo lungo, panciuta, senza piede, impagliata; appartiene alla categoria dei vetri soffiati (v. vetro).Da questa parola deriva fiaschetta (francese flasque; sp. frasco; ted. Pulverflasche; inglese flask) che indicava un recipiente di corno o di latta ricoperta di pelle o panno, in cui gli archibugieri portavano la polvere da sparo.Metrologia. - Misura di capacità per i liquidi, usata specialmente in Toscana prima dell'adozione del. Leggi

    • STACCIO

      STACCIO (fr. tamis; sp. tamiz, cedazo; ted. Sieb; ingl. tieve). - Con il termine generico di staccio, si indica ogni arnese destinato a vagliare o separare le parti più fini o più fluide dalle più grosse o più dense di sostanze solide in polvere o in grani o semiliquide, comprendendo, di conseguenza, anche il crivello che si differenzia dallo staccio propriamente detto solo per le dimensioni dei fori.L'uso dello staccio è antichissimo, anzi preistorico. Già nell'età della pietra dovettero. Leggi

    • MUNIZIONI

      MUNIZIONI. - Il termine indicava, in passato, tutte le armi offensive e difensive, gli attrezzi, gli strumenti e il materiale bellico in genere (con significato limitato ai proietti, esplosivi, cariche, artifizî varî delle armi da fuoco). Munizionamento di un'arma (intesa come modello) è il complesso dei varî tipi di proietti, delle cariche, ecc., studiate per l'arma considerata. Munizionamento di un soldato, di un pezzo, di un'unità, è la dotazione, in numero di colpi, loro assegnata. Leggi

    • IMPUTABILITA

      IMPUTABILITÀ. - I. L'elemento obiettivo nell'imputabilità. - La questione del nesso causale. - L'istituto dell'imputabilità penale è costituito da un elemento obiettivo e da un elemento subiettivo. L'elemento obiettivo è il rapporto causale tra l'agente e il fatto punibile; rapporto che si suol chiamare nesso causale. Il fatto punibile può consistere semplicemente nella condotta (es. diffamazione), oppure richiedere, oltre la condotta, il verificarsi di un'effetto specifico (es. truffa). Leggi

    • FORTIFICAZIONE

      FORTIFICAZIONE (lat. fortificatio; fr. fortification; sp. fortificación; ted. Festungswerk; ingl. fortification). - Cenni generali. Leggi

    • CAVALLERIA e CAVALIERI

      CAVALLERIA e CAVALIERI. - Duplice è il significato di questi due termini, che da una parte hanno indicato e indicano semplicemente una suddivisione delle forze armate di un paese, e dall'altra, più largamente, ordini e classi sociali e politiche, che in origine costituiscono insieme un'aristocrazia e cavalleria nel senso militare della parola, ma si vennero poi variamente sviluppando anche indipendentemente da quel loro primo aspetto. Leggi

    • ARANY, Janos

      ARANY [pr. òrogn], János. - Nato il 2 marzo 1817 a Nagyszalonta, oggi Salonta-Mare (Romenia), morto il 22 ottobre 1882 a Budapest. Insieme col romanziere Jókai e col Petöfi è il maggior poeta classico della letteratura ungherese. Nato da famiglia povera, di religione calvinista, ebbe come prime letture la Bibbia e i Salmi, e, proclive com'era alla solitudine e alla meditazione, ne subì una influenza decisiva per tutta la vita. Frequemtò regolarmente le scuole, ma cercò da sé il nutrimento. Leggi

    • MADAGASCAR

      MADAGASCAR (A. T., 118-119). - Grande isola dell'Oceano Indiano, posta di fronte alla costa orientale dell'Africa, da cui la separa il canale di Mozambico: la minima larghezza di questo, press'a poco all'altezza di Mozambico sulla costa africana, di Capo Sant'Andrea su quella di Madagascar, è di 392 km. Politicamente l'isola costituisce una colonia francese, sottoposta a un governatore civile.Sommario. - Storia della conoscenza (p. 808); Caratteri naturali (p. 809); La popolazione (p. 812. Leggi

    • CORDITE

      CORDITE. - Polvere da sparo senza fumo, il cui nome generico deriva dalla forma; è a base di nitroglicerina, nitrocellulosa e olio minerale, gelatinizzata con acetone, che a lavorazione finita si elimina mantenendo l'esplosivo a una temperatura conveniente. La sua composizione è varia: il tenore di nitroglicerina oscilla infatti dal 23% al 58% circa e quello dell'olio minerale dal 3% al 5%; alcuni tipi poi contengono anche l'1% di bicarbonato sodico.E adoperata in fili e tubi da molte marine da. Leggi