1. Public choice

    public choice Scuola di pensiero economico, chiamata anche economia delle scelte pubbliche, che utilizza i metodi e gli strumenti della teoria economica per l’analisi dei processi politici finalizzati alle scelte collettive. La p., in particolare, fa suoi due paradigmi fondamentali della teoria economica, assumendo in tal modo connotati ben distinti rispetto alla tradizionale scienza della politica: il libero scambio di mutuo vantaggio fra i membri della collettività e l’obiettivo di... Leggi

  2. Tullock, Gordon

    Economista statunitense (n. Rockford, Illinois, 1922). T. lega il suo nome soprattutto alla teoria delle scelte collettive, la cui base è nella sua prima e fondamentale opera The calculus of consent: logical foundations of constitutional democracy (1962), scritta in collab. con J. M. Buchanan. Si occupa inoltre di teoria della burocrazia e di teoria economica.VitaDopo il dottorato conseguito presso la Law School di Chicago (1947), intraprese la carriera diplomatica che lo portò in Cina (paese di cui studiò lingua e cultura), Hongkong e Corea... Leggi

  3. Scelta

    Libero atto di volontà per cui, tra due o più offerte, proposte, possibilità o disponibilità, si manifesta o dichiara di preferirne una (in qualche caso anche più di una), ritenendola migliore, più adatta o conveniente delle altre, in base a criteri oggettivi oppure personali di giudizio, talora anche dietro la spinta di impulsi momentanei, che comunque implicano sempre una decisione. economia L’economia politica è stata definita anche teoria delle s... Leggi

    Categoria: Logica Matematica
    Tags:
    assiomi,
    elettori,
    pareto,
    levi
  4. Finanza

    I mezzi (patrimonio, reddito, credito) di cui si dispone per raggiungere i propri fini e, più specificamente e comunemente, i mezzi (beni in natura, servizi personali e soprattutto denaro) di cui dispongono lo Stato e gli altri enti pubblici. Anche il complesso dei fatti o atti con cui un soggetto economico (imprenditore, società, banche ecc.), e in particolare lo Stato e gli enti pubblici, si procurano i mezzi per la realizzazione dei loro fini. 1. DefinizioniLa f... Leggi

  5. Monopolio

    È una forma di mercato caratterizzata dall’accentramento dell’offerta o della domanda nelle mani di un solo venditore o di un solo compratore (m. unilaterale) o di entrambi (m. bilaterale) e di conseguente chiusura del mercato stesso. Per questa sua caratteristica, le posizioni di monopolio sono oggetto di controllo antitrust. 1. TipologieIl m., intendendo con tale termine la forma di mercato in cui è accentrata l’offerta, è detto monopolionaturale o monopoliotecnico se deriva da un’assoluta esclusività data dalla natura (per es... Leggi

  6. Buchanan, James McGill

    . – Economista statunitense (n. Murfreesboro, Tennessee, 1919 - Blacksburg, Virginia, 2013), è il fondatore della "teoria delle scelte pubbliche", per la quale ha vinto nel 1986 il Premio Nobel per l'economia. Le sue opere si sono specificamente occupate di come gli interessi personali dei politici e componenti non economiche possano influire sulla politica economica dei governi.Vita. Prof. nelle univ... Leggi

  7. Huntington, Samuel Phillips

    Politologo statunitense (New York 1927 - Martha's Vineyard, Massachusetts, 2008). Intellettuale prolifico e sistematico, si è occupato delle modalità e delle esperienze di controllo politico sulle organizzazioni militari. Autore di un classico in materia, The soldier and the state. The theory and politics of civil-military relations (1957), ha poi pubblicato quella che rimane la più originale ed efficace analisi comparata dei rapporti fra modernizzazione socio-economica e sviluppo politico: Political order in changing societies (1968; trad. it... Leggi

  8. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • MUELLER, Dennis Cary

      MUELLER, Dennis CaryEconomista statunitense, nato nel 1940 a Milwaukee (Wisconsin). Dopo aver studiato alle università del Colorado (1962) e di Princeton (1966), ha insegnato Economia all'università del Maryland e alla Cornell University e ha svolto ricerca presso la Brookings Institution, l'International Institute of management, il Center for study of public choice dell'università della Virginia. È stato presidente della Public choice society.I suoi interessi, nati dagli studi iniziali di. Leggi

    • FINANZA PUBBLICA

      Finanza pubblicaI primi studi a carattere sistematico sui problemi della f. p. si possono far risalire all'inizio del sec. 18°, quando l'emergere degli Stati nazionali in Europa pose l'esigenza di una gestione più razionale delle entrate e delle spese pubbliche in funzione del consolidamento degli apparati amministrativi. Da allora tali studi hanno conosciuto una continua evoluzione teorica e, pur intrecciandosi con gli sviluppi dell'economia politica, si sono ben presto resi autonomi anche da quest'ultima. Tale processo evolutivo è illustrato nell'Enciclopedia italiana (v. finanza, XV, p. Leggi

    • NISKANEN, William Arthur

      NISKANEN, William ArthurEconomista statunitense, nato a Bend (Oregon) il 13 marzo 1933. Laureatosi ad Harvard (1954), ha conseguito varie specializzazioni a Chicago (1955, 1962), e ha insegnato alle università di Berkeley e di Los Angeles in California. Leggi

    • TULLOCK, Gordon

      TULLOCK, Gordon. - Economista americano, nato a Rockford (Illinois) il 13 febbraio 1922. La sua carriera è molto inconsueta per le tradizioni accademiche nordamericane: conseguì il dottorato presso la Law School di Chicago nel 1947 e, dopo aver lavorato per breve tempo come legale, entrò nel Foreign Service come vice-console in Cina (Tientsin), dopo la cui conquista da parte dei comunisti tornò negli Stati Uniti per studiare lingua e cultura cinese. Leggi

    • BUCHANAN, James McGill

      anche direttore del Center for study of public choice. Leggi

    • GIERSCH, Herbert

      GIERSCH, HerbertEconomista tedesco, nato a Reichenbach l'11 maggio 1921. Professore di Economia nell'università di Saarbrücken (1955-69) e in quella di Kiel (1969-89), dove attualmente è professore emerito, è stato visiting professor nell'università di Yale (USA) nel 1962-63 e nel 1977-78. British Council honorary fellow della London School of Economics nel 1971, è stato membro del Comitato tedesco di esperti economici dal 1964 al 1970, presidente della Mont Pélèrin Society (1986-88) e dell'Istituto dell'economia mondiale di Kiel (1969-89). Leggi

    • AMERICA

      AMERICA(II, p. 837; App. I, p. 108; II, I, p. 152; III, I, p. 79; IV, I, p. 111)Evoluzione del quadro politico− Il quadro politico ha subito diversi cambiamenti negli ultimi decenni: è aumentato il numero dei paesi indipendenti, è mutato lo status di alcuni territori e sono state risolte alcune questioni di confine in aree contese. I paesi di nuova indipendenza sono, sul continente, il Belize e, nella zona insulare, Antigua e Barbuda, Bahama, Dominica, Grenada, St. Christopher e Nevis, St. Lucia, St. Vincent e Grenadine. Leggi

    • PRIVATIZZAZIONE

      PrivatizzazionePrivatizzazione delle imprese pubbliche e liberalizzazione dei mercatiIl termine privatizzazione può essere impiegato con numerosi significati e accezioni, trattandosi, in termini lessicali, di una qualunque cessione a un soggetto privato di beni patrimoniali da parte dello Stato o degli enti pubblici territoriali. Leggi

    • PRIVATIZZAZIONE

      PRIVATIZZAZIONEAspetti generali. A partire dagli anni Ottanta in alcuni paesi occidentali e, successivamente, dagli anni Novanta, nei paesi ex socialisti, ha ricevuto grande attenzione la questione della ridefinizione del ruolo e della dimensione del settore pubblico dell'economia e, più in particolare, del ruolo dell'impresa privata rispetto ai problemi dell'efficienza e della crescita. Nel corso degli anni precedenti, in gran parte delle economie occidentali, era sistematicamente aumentato il peso del settore pubblico in relazione a esigenze sia specifiche che generali. Leggi

    • WELFARE STATE

      WELFARE STATEL'espressione w.s. (in italiano "stato di benessere") entrò nell'uso in Gran Bretagna negli anni della seconda guerra mondiale, a indicare l'insieme delle condizioni economico-sociali derivanti dall'intervento dello stato, in un'economia di mercato, per garantire il benessere dei cittadini. Il w.s. comprende pertanto il complesso di interventi pubblici (stato, regioni, enti locali) diretti a migliorare le condizioni di vita dei cittadini e in una prospettiva di ''contratto sociale'' in cui lo stato si assume il ruolo di garante del benessere dei cittadini. Leggi

Argomenti correlati