1. Salmonella

    Genere di Batteri della famiglia Enterobatteriacee che comprende un gruppo molto numeroso di batteri gram-negativi. Il nome deriva da quello del medico statunitense Daniel Elmer Salmon (Mount Olive, New Jersey, 1850 - Butte, Montana, 1914). I microrganismi appartenenti al genere S. sono ubiquitari e patogeni per l’uomo e per gli animali, nei quali provocano solitamente una gastroenterite acuta, detta salmonellosi, a decorso benigno. Fanno eccezione gli agenti responsabili della febbre tifoide e paratifoide che colpiscono solo l’uomo e provocano sempre un’infezione generalizzata Leggi

    salmonella si trova anche nelle opere:
    Dizionario di Medicina (2010)

    Salmonella Genere di batteri della famiglia Enterobatteriacee che comprende un gruppo molto numeroso di microrganismi gram-negativi. La s

    Enciclopedia Italiana - V Appendice (1994)

    (v. salmonelle e salmonellosi, App. III, II, p

  2. Paratifo

    medicina Termine utilizzato per contrassegnare due malattie infettive (p. A e p. B), clinicamente simili al tifo e sostenute da due distinti microrganismi del genere Salmonella (Salmonella paratyphi A e Salmonella paratyphi B). Rappresenta una entità nosologica distinta, una terza forma rara in Europa: il p. C, provocato da Salmonella paratyphi C. zoologiaIn veterinaria, il termine paratifosi comprende un gruppo di malattie infettive causate da batteri del genere Salmonella... Leggi

    Categoria: Patologia
    Tags:
    pollame,
    equini,
    microrganismi
  3. Tifo

    medicina Quadro morboso determinato fondamentalmente da 2 tipologie di agenti infettivi: Salmonella typhi e taluni microrganismi del genere Rickettsia. T addominale Malattia infettiva e contagiosa acuta (detta anche ileotifo o febbre tifoide) causata da Salmonella typhi, bacillo gram-negativo, mobile con flagelli peritrichi, facilmente coltivabile. Fonte dell’infezione sono i portatori (malati o sani), i quali eliminano salmonelle con l’urina e con le feci... Leggi

  4. Salmonellòsi

    Malattie infettive prodotte dai batteri del genere Salmonella, ubiquitari e parassiti intestinali dei Vertebrati. Costituiscono un vasto gruppo di malattie che presentano quadri morbosi assai diversi, caratterizzati per lo più da disturbi gastroenterici. Alle s., oltre al tifo addominale, appartengono le diverse forme di paratifo, alcune tossinfezioni di origine alimentare e diverse forme di enterocolite che nell'adulto sono per lo più a carattere benigno ma possono presentare una... Leggi

    Categoria: Patologia
  5. Arizona

    Genere di batteri Eubatteriali (fam. Enterobacteriaceae) comprendente forme patogene distinte dalle salmonelle per la fermentazione tardiva (5-21 giorni) del lattosio. Specie tipica: A. arizonae, già Salmonella (o Paracolobactrum) arizonae.... Leggi

  6. Pullorosi

    Malattia dei pulcini; detta anche diarrea bianca bacillare provocata da Salmonella pullorum. L’infezione si trasmette tramite acqua e alimenti inquinati da feci di individui ammalati e può passare anche dalla madre all’embrione attraverso l’ovario infetto.... Leggi

    Categoria: Patologia Animale
    Tags:
    diarrea
  7. Vi

    Antigene termolabile presente nella parte periferica del corpo batterico di alcune Salmonelle; in Salmonella typhi, l’antigene V. è legato alla virulenza.... Leggi

    Categoria: Immunologia
    Tags:
    salmonelle
  8. O 901 Felix

    In immunologia, ceppo batterico atrico (soli antigeni O), privo di antigene Vi di Salmonella typhosa, scelto dal Comitato internazionale per la standardizzazione delle agglutinazioni sierodiagnostiche per l’infezione tifosa.... Leggi

    Categoria: Immunologia
    Tags:
    immunologia
  9. Cocco-bacillo

    Microrganismo di forma ovalare, intermedia tra quella del cocco e quella del bacillo. Esempi di tale microrganismo sono il c.-b. di Yersin: Klebsiella pestis e il c.-b. fetido di Perez: Salmonella foetida.... Leggi

    Categoria: Microbiologia
  10. Aorta

    Il più grosso e centrale dei vasi sanguiferi presente negli animali con circolazione sanguigna in sistema vasale chiuso. Nei Vertebrati è il più grosso vaso sanguifero arterioso del corpo: esiste però, nelle forme a respirazione branchiale, un’ a. ascendente ventrale, in cui scorre sangue venoso e che parte dal cuore, ramificandosi negli archi aortici, e un’ a. discendente, dorsale rispetto all’intestino, che contiene sangue arterioso. Nei Pesci l’a. si origina dalla confluenza di due vasi ( radici dell’a.); dagli Anfibi in su, fino ai Mammiferi, dal 4° arco aortico... Leggi

  11. Suidi

    Famiglia di Mammiferi Artiodattili Suiformi, a diffusione paleoartica, che comprende, oltre al cinghiale e alla sua forma domestica (maiale), babirussa, facocero, potamocero e ilocero. Di dimensioni medie, in genere hanno forma tozza, testa conica allungata in un grifo o grugno, tronco a forma di disco, nel quale si aprono le narici; occhi piccoli, orecchie di grandezza media, a punta, erette; arti corti e robusti, che poggiano sugli zoccoli del terzo e quarto dito. Rivestiti di setole, con pelame fitto, talora hanno una criniera lungo il dorso... Leggi

  12. Enterobatteriacee

    Famiglia di Batteri Eubatteriali, comprendente forme a bastoncino, gram-negative, atriche o peritriche; acidificano il glucosio. Vi appartengono i generi Escherichia, Aerobacter, Klebsiella, Erwinia, Serratia, Proteus, Salmonella e Shigella.... Leggi

    Categoria: Microbiologia
    Tags:
    aerobacter,
    proteus,
    glucosio
  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • SALMONELLA

      SALMONELLA(v. salmonelle e salmonellosi, App. III, II, p. 651)I microrganismi appartenenti al genere Salmonella sono ubiquitari (anche se nelle diverse aree geografiche esistono notevoli differenze nella prevalenza dei diversi sierotipi), e sono patogeni per l'uomo e per gli animali, nei quali provocano solitamente una gastroenterite acuta, detta ''salmonellosi'', a decorso benigno. Fanno eccezione gli agenti responsabili della febbre tifoide e paratifoide che colpiscono solo l'uomo e provocano. Leggi

    • SALMONELLE e SALMONELLOSI

      SALMONELLE e SALMONELLOSI. - Col termine salmonella (in onore del batteriologo inglese E. D. Salmon) si designa nella moderna nomenclatura batteriologica un genere di batterî appartenenti alla famiglia Enterobacteriaceae, cui appartengono, tra l'altro, gli agenti causali del tifo e dei paratifi. Leggi

    • INFETTIVE, MALATTIE

      Infettive, malattie(App. IV, ii, p. 182)Malattie infettive emergenti L'espressione malattie infettive emergenti indica le malattie causate da microrganismi patogeni (agenti infettivi) che presentano un incremento dell'incidenza rispetto a quanto previsto dai dati epidemiologici. All'inizio del 20° sec. l'applicazione razionale dei principi della vaccinazione, stabiliti empiricamente da E. Jenner più di cento anni prima (v. vaccino, App. Leggi

    • MALATTIE INFETTIVE

      Malattie infettiveNel corso della seconda metà del 20° sec. iniziò a diffondersi nell'ambito della comunità biomedica la convinzione che il problema della diffusione delle m. i. fosse destinato a una rapida quanto definitiva soluzione. Questa convinzione si basava sulla tendenza alla diminuzione dell'incidenza delle m. i. e della mortalità a essa correlata che si osservava nel mondo industrializzato a partire dalla fine del 19° secolo. Leggi

    • IMMUNITA

      IMMUNITA. - Medicina (XVIII, p. 893; App. II, 11, p. 8; III, 1, p. 844). - Durante gli ultimi vent'anni, l'immunologia ha molto beneficiato dell'esplosivo sviluppo della biologia molecolare, incorporandone i concetti fondamentali in quasi tutte le sue branche e diventando un campo di ricerca di elevato valore euristico nelle scienze biologiche e mediche. Leggi

    • BATTERIO

      BATTERIO (VI, p. 383; App. I, p. 247; II,1, p. 366.). - Sistematica. - Le definizioni e delimitazioni degli ordini, famiglie, generi e specie nella classe degli Schizomiceti-raggruppante i batterî - sono periodicamente oggetto di revisione, soprattutto ai livelli tassonomici inferiori, ad opera di commissioni dell'Associazione Internazionale delle Società di Microbiologia. Quella che segue è la più recente classificazione in ordini con l'indicazione di alcuni tratti caratteristici degli stessi (D.H. Bergey, Manual of determinative bacteriology, 7ª ed., Baltimora 1957).Morfologia. Leggi

    • TOSSINE

      TOSSINE(XXXIV, p. 112; App. II, II, p. 1009)Con il nome di t. vengono indicate in medicina e in biologia numerosissime sostanze prodotte da organismi viventi, capaci di svolgere, secondo diversi meccanismi d'azione, un effetto tossico su cellule, tessuti e apparati di altri organismi. Possono dimostrare proprietà antigeniche, la capacità cioè di essere riconosciute come molecole estranee dagli organismi in cui esplicano la loro attività specifica.Fra le t. Leggi

    • BATTERIO

      BATTERIO (VI, p. 383; App. I, p. 247; II,1, p. 366; III,1, p. 208). - Negli ultimi due decenni vi è stato un enorme sviluppo nella conoscenza dei b. e, allo stesso tempo, un mutato interesse verso questi microrganismi. Infatti, mentre da un lato alcuni b. Leggi

    • GENETICA

      GENETICA (XVI, p. 509; App. II, 1, p. 1022). - La g., negli ultimi anni, ha continuato a svilupparsi e progredire molto rapidamente, e ha acquisito molti fatti di grande rilievo per la biologia, sia pura sia applicata, continuando a mantenere la posizione di punta, fra le varie discipline biologiche, che aveva conquistato negli anni precedenti. Leggi

    • STREPTOMICINA

      STREPTOMICINA (App. II, 11, p. 922). - Dalla s., per idrogenazione catalitica, si è ottenuta la Diidrostreptomicina, che presenta una maggiore stabilità e non è idrolizzata dagli alcali, neppure con il riscaldamento a 100 °C; biologicamente però i due prodotti si equivalgono, eccetto che per alcune differenze riguardanti la tossicità.L'azione della s. è essenzialmente battericida, ma è influenzata da varî fattori, come il numero dei batterî, la fase di crescita ed il pH del mezzo.La s. Leggi

Argomenti correlati