1. Lineare, scrittura

    lineare, scrittura Ogni sistema di scrittura che adopera segni a sviluppo lineare non interpretabili come pittogrammi. In particolare, in archeologia si dice lineare (distinto in due tipi, detti rispettivamente A e B) un sistema grafico usato in iscrizioni trovate a Creta, Micene, Pilo e risalenti alla seconda metà del secondo millennio a.C. (→ cretese-micenea, civiltà).... Leggi

  2. Lineare

    linguistica In riferimento ai sistemi di scrittura, si dice scrittura l. ogni sistema grafico adoperante segni a sviluppo l. non interpretabili come pittogrammi; in particolare, in archeologia si dice l. (distinta in due tipi, detti rispettivamente A e B) un sistema grafico usato in iscrizioni trovate a Creta, Micene, Pilo, e risalenti alla seconda metà del secondo millennio a.C. matematica Si dice l. un’equazione o un’espressione algebrica in cui l’indeterminata o le indeterminate... Leggi

  3. Scrittura

    antropologia e linguistica Modo di rappresentare visivamente, attraverso tracce grafiche, i segni linguistici o le loro sequenze.Nei segni linguistici si distinguono un significante e un significato; le forme più primitive di s. si fondano sulla rappresentazione del contenuto: è questa la pittografia, i cui prodotti più stilizzati e convenzionalmente collegati alla funzione d’individuare un determinato contenuto sono i pittogrammi... Leggi

  4. Cipro

    Isola del Mediterraneo orientale, a S della costa turca, a O di quella siriana. Dal 1974 è di fatto divisa in due Stati: la Repubblica di Cipro e la Repubblica turca di Cipro del Nord, stato non riconosciuto dalla comunità internazionale. Fra i due Stati si estende una fascia cuscinetto sotto il controllo dell’ONU. Nell’isola vi sono inoltre due aree a sovranità britannica, sede di basi militari: Akrotìrion e Dekèleia.1. Caratteristiche fisicheLe coste, alte e importuose nel tratto settentrionale, si articolano altrove in ampie insenature (baie di Famagosta e Larnaca)... Leggi

  5. Posidone

    (o Poseidone; gr. Ποσειδῶν) Divinità degli antichi Greci, identificata dai Romani con Nettuno. Secondo un antico mito, nella divisione del mondo tra i figli di Crono, a P. spettò il mare e in genere il regno delle acque. Divinità già conosciuta nell’età micenea, P. è tra le maggiori del pantheon greco, inferiore (ma in certo senso pari) solo al fratello Zeus... Leggi

  6. Ventris ‹vè-›, Michael

    Filologo (Wheathampstead 1922 - Hatfield 1956), decifratore dei documenti micenei in scrittura lineare B. Applicatosi all'analisi di tali documenti, poté pubblicare insieme al linguista J. Chadwick i primi risultati definitivi delle sue ricerche (Evidence for Greek dialect in the Mycenaean archives, nel Journal of Hellenic Studies, 1953), consistenti nell'identificazione della lingua "micenea" in una forma di greco. Sempre in collaborazione con Chadwick scrisse il... Leggi

  7. Cuneiforme, scrittura

    cuneifórme, scrittura Scrittura in uso presso gli antichi popoli mesopotamici (sumeri, assirobabilonesi) e poi presso molte popolazioni del Medio Oriente (e talvolta anche in Egitto), i cui caratteri erano composti da una o più incisioni lineari a forma di cuneo impresse con una punta acuminata nell'argilla fresca. Dall'iniziale valore ideografico, i segni si semplificarono graficamente assumendo poco a poco valore fonetico.... Leggi

    Categoria: Sistemi Di Scrittura
    Tags:
    sumeri,
    mesopotamia
  8. P

    Quindicesima lettera dell’alfabeto latino. linguistica La forma è rimasta pressoché immutata dalla scrittura romana del periodo imperiale fino all’età moderna. La P della scrittura romana più antica differiva solo in un piccolo particolare da quella poi divenuta definitiva: il tratto di destra, a semicerchio, non giungeva a saldarsi con l’asta costituente il tratto di sinistra... Leggi

  9. Alfabeto

    linguistica Complesso di segni ciascuno dei quali indica un suono consonantico o vocalico di una lingua determinata. L’antichità ha conosciuto vari sistemi di scrittura, ciascuno dei quali è giunto dalla primitiva fase ideografica a un grado più evoluto, in cui determinati segni hanno acquistato un valore fonetico, come nella scrittura cuneiforme e in quella geroglifica, le quali offrono un sistema misto di ideogrammi e di segni fonetici... Leggi

  10. Codice

    biblioteconomia1. Cenni storiciIl termine latino codex, nel suo significato originario, indicava, come liber, la parte interna del fusto degli alberi, cioè il legno; designò poi le tavolette cerate a uso di scrittura e infine il libro manoscritto formato di più fogli, come il libro moderno, in opposizione al rotolo.  Come termine bibliografico, nel senso di libro manoscritto, il c. si oppone tanto a rotolo quanto a libro stampato. Il c. come complesso di fascicoli fece la prima... Leggi

  11. Polonia

    Stato dell’Europa centro-orientale, che si affaccia per circa 500 km sul Mar Baltico. I confini terrestri corrono a S lungo la linea spartiacque delle catene montuose dei Sudeti e dei Beschidi, che separano la P. dalla Repubblica Ceca e dalla Slovacchia; a O, lungo il corso dell’Oder e del suo affluente di sinistra Neisse che la delimitano dalla Germania; a E e NE, lungo una linea convenzionale, corrispondente solo in parte al corso del Bug, che la divide dall’Ucraina, dalla Bielorussia, dalla Lituania e dall’oblast´ di Kaliningrad, exclave della Russia. 1. Caratteristiche fisiche1... Leggi

  12. Maschera

    antropologia Finto volto, di cartapesta, legno o altro materiale, riproducente lineamenti umani, animali o del tutto immaginari e generalmente fornito di fori per gli occhi e la bocca. L’uso rituale delle m. è documentato fin dal Paleolitico superiore ed è diffuso ancor oggi in tutti i continenti, sebbene non in tutte le culture. Dal punto di vista esteriore, la m. può far parte di un travestimento completo o può farne le veci. Significato e funzione delle m... Leggi