Serapide

Enciclopedie on line

Divinità greco-egiziana. La fondazione del suo culto ad Alessandria da parte di Tolomeo I all'inizio del 3° sec. a.C. è un raro esempio d'istituzione di [...] un culto nuovo, con lo scopo di integrare la religione greca e quella egiziana. Serapide infatti univa in sé elementi di entrambe le religioni: pur derivando dal culto di Osiride- ... Leggi

SERAPIDE

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

(Σαράπις, raro Σεράπις, Σοράπις, Σοροάπις; Serapis, raro Sirapis). - Divinità risultante da un sincretismo dell'egizio Osiride-Apis col greco Zeus-Hades [...] in un busto con piede umano per base a cui si ricollega tutta una serie di "piedi di Serapide" ecc. Bibl.: Roeder, in Pauly-Wissowa, I A, 1920, cc. 2394-2426, s. v. Sarapis; C. F ... Leggi

SERAPEO

Enciclopedia Italiana (1936)

. - Il tempio del dio Serapide (v.). Quello di Alessandria contava fra i più belli d'Egitto. Si elevava l'edificio quadrato sopra una scala di 100 gradini [...] ḥápe ovvero Ḥap-wśîre, cioè connesso con Osiri, rende verosimile la tesi che il dio Serapide sia di origine egizia. Le tombe, scoperte dal Mariette verso il 1851, erano state quasi ... Leggi

SERAPIAS

Enciclopedia Italiana (1936)

(nome derivato dalla divinità egiziana Serapide). - Genere di piante della famiglia Orchidacee, sottofamiglia Monandre, caratterizzato dal labello senza sprone, dai pollini stipitati e dalginostemio munito alla sommità di un' appendice mediana prolungata. Comprende 5 specie della regione Leggi

SERAPEO

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

. - È l'appellativo generico dei templi dedicati al culto di Sarapis (Serapide). Il più illustre, nell'antichità, fu quello di Alessandria, ma sotto questo nome in archeologia egiziana si intende il sepolcro dei tori Apis presso Memfi, a Saqqārah. Al posto delle singole cappelle funerarie, sotto Leggi

KLASSIKOS

Enciclopedia dell' Arte Antica (1961)

(Κλασσικός). - Il nome, che appare in caratteri greci su una gemma romana con la raffigurazione di Giove Serapide seduto in trono, è stato inteso da Clarac e Mariette come firma dell'incisore, ma con ogni probabilità siamo dinanzi ad un'iscrizione moderna aggiunta successivamente sulla pietra, la Leggi

Briàsside

Enciclopedie on line

Briàsside ‹-i-à-› (gr. Βρύαξις, lat. Bryaxis -ĭdis). - Scultore greco (sec. 4º a. C.), probabilmente di origine caria, sebbene detto ateniese forse perché [...] di attribuirgli alcune lastre del fregio con l'amazzonomachia. Era autore del simulacro di Serapide ad Alessandria, d'un gruppo di Apollo e Dafne presso Antiochia, di cinque statue ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

APOLLONIO di Alessandria

Enciclopedia Italiana (1929)

APOLLONIO di Alessandria. - Architetto, figlio di Ammonio. Ebbe l'incarico dai magistrati romani di costruire, per la salute di Traiano, un altare a Serapide, presso il monte Claudiano; in vicinanza del quale, a oriente del Nilo e non lungi dal Mar Rosso, si trovava una cava di granito. Pare che Leggi

ISIDE

Enciclopedia Italiana - I Appendice (1938)

(XIX, p. 600). - I misteri isiaci nell'età ellenistica. - Durante il periodo ellenistico Iside, pure essendo sempre associata a Osiride, cambiato in Serapide dalla sagace politica di Tolomeo Sotere, finì col concentrare in sé tutto il meglio del mito osiriano, diventando la figura centrale dei Leggi

Timòteo

Enciclopedie on line

Timòteo (gr. Τιμόϑεος). - Mitografo e indovino della famiglia sacerdotale eleusina degli Eumolpidi (4º sec. a. C.), autore di scritti teologici. Fu consigliere [...] per il culto di Serapide istituito da Tolomeo I in Alessandria. ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE
pagina 1