pagina 1 di 75 - 895 risultati

LA MODA GLOBALE

La nuova geografia della moda Il Novecento è stato il secolo dei couturiers e degli stilisti, dell’alta moda parigina e del prêt-à-porter milanese: istituzioni che hanno diffuso la moda occidentale, i suoi modi di creazione, produzione, comunicazione, consumo, e hanno affermato il predominio europeo e occidentale in fatto di lusso e di gusto. Il nuovo secolo si è aperto all’insegna di un ampliamento di questa prospettiva, con l’emergere di una nuova moda globale, contaminata e pluralistica... Leggi

I percorsi della moda made in Italy

Siamo così abituati a pensare alla moda italiana come a un elemento costitutivo dell’identità del nostro Paese, da dimenticarci spesso che essa è, invece, una realtà abbastanza recente. Tanto recente che, di fatto, si pone come identità della Repubblica italiana, più che dell’Italia in senso stretto. Certo sin dall’Unità la necessità di creare una moda nazionale era stata avanzata da più parti, ma senza successo... Leggi

Viktor&Rolf

Viktor&Rolf. ‒ Casa di moda fondata nel 1993 dagli stilisti olandesi Viktor Horsting (n. Geldrop 1969) e Rolf Snoeren (n. Dongen 1969). Dopo le collezioni femminili di alta moda e prêt-à-porter, nel 2003 hanno lanciato la linea maschile Monsieur, per poi sviluppare collaborazioni in licenza per occhiali e calzature e di co-branding (per esempio, con Samsonite). Con L’Oréal hanno prodotto i profumi Flowerbomb e Antidote, e sono stati tra i primi stilisti a realizzare una linea di abbigliamento a... Leggi

MODA

(XXIII, p. 503)Costume, moda, avanguardie. − Dal secondo dopoguerra e più ancora dagli anni Settanta il fenomeno m. ha assunto un rilievo e un peso diversi nel contesto della cultura europea. Il problema non è legato soltanto, come potrebbe sembrare, al fortissimo impatto delle esportazioni sulla bilancia dei pagamenti di alcuni paesi industrializzati (Francia, Italia, Germania, USA), e ai rapporti, anche di dipendenza e di colonizzazione, che questi paesi finiscono per stabilire, proprio a livello di cultura della m... Leggi

Moda. Vestiti di bottiglie

Come coniugare ecologia e moda: grandi stilisti si cimentano con la nuova generazione di fibre sintetiche ottenute dalla plastica, come il Newlife. E, per finire, vestiti che si sciolgono in acqua.  La plastica era un mito degli anni Sessanta, era il simbolo della modernità. Poi è diventata out: inquinante, eterna, pericolosa, cheap. Adesso il concept è cambiato: la plastica è green, ecosostenibile, fashion. La bottiglia di acqua minerale, uno scarto, è il baco da seta del futuroe non... Leggi

L'industria tessile

L’industria tessile Nel confronto con l’agguerrita concorrenza di Paesi emergenti come la Cina, in questi primi anni del 21° sec. l’Italia ha saputo mantenere la propria posizione di vantaggio sul mercato globale, soprattutto nei segmenti collegati alla moda e ai beni di lusso... Leggi

Il museo veste Prada

Al Victoria and Albert Museum di Londra una mostra sulla moda italiana ripercorre le tappe della sua affermazione dal dopoguerra a oggi, attraverso le invenzioni dei grandi stilisti, da Pucci ad Armani, ma anche la manualità delle anonime sarte capaci di confezionare abiti perfetti. Allestimento mostraThe glamour of Italian fashion. 1945-2014, il catalogo – curato da Sonnet Stanfil – dell’omonima mostra inaugurata il 5 aprile presso il Victoria and Albert Museum di Londra, conferma che la moda... Leggi

Armani, Giorgio

. – Stilista italiano (n. Piacenza 1934). Come pochi altri stilisti, tra cui Chanel, che decretò l’ingresso della donna nella modernità, A. ha impresso un segno indelebile nel costume del suo tempo, quello della libertà e della semplicità. Fin dagli esordi (1975) il simbolo dello stile A. è una giacca rilassata e informale realizzata in versione maschile e femminile... Leggi

Linke, Armin

Fotografo tedesco (n. Milano 1966). Da autodidatta si è dedicato alla fotografia, collaborando con gruppi teatrali e attori (T. Kantor, M. Marceau, ecc.), musicisti (J. Cage), artisti (K. Haring), designers e stilisti (A. Castiglioni, B. Munari, Dolce & Gabbana, R. Gigli, ecc). Ha seguito anche esposizioni internazionali (Documenta di Kassel). Particolarmente interessato al ritratto (Dell'arte dei volti, 1994), ha collaborato con varie riviste internazionali (Abitare... Leggi

Valentino

Creatore di moda italiano (n. Voghera, Milano, 1932). V. va annoverato tra i più i raffinati stilisti al mondo. Tra i fili conduttori dello stile di V., i cui modelli sono contraddistinti da una perfetta conoscenza delle tecniche sartoriali dovuta alla sua formazione di couturier, si ricordano il suo amore per il drappeggio e il plissé, i temi animalier, i riferimenti al mondo dell'arte e, soprattutto, la passione per quella particolare sfumatura... Leggi

Bruni, Carla

Bruni (propr. Bruni Tedeschi), Carla. – Modella e cantautrice italiana (n. Torino 1967). Trasferitasi in Francia con la famiglia, negli anni Novanta ha raggiunto grande notorietà internazionale come modella, lavorando con i più importanti stilisti. Dal 1997, lasciato il mondo della moda, si è dedicata alla musica realizzando album caratterizzati da un raffinato stile anni Sessanta (Quelqu’un m’a dit, 2002; No promises, 2007, su testi di poeti di lingua inglese; Comme si de rien n’était, 2008... Leggi

DALLA MODA ALLO STILE

Nel 21° sec., come nei secoli passati, la moda è dappertutto: in particolare per la nostra mente di consumatori è un’ossessione apparentemente incurabile che muove un’imponente industria mondiale. Anche per questa ragione ci sentiamo fortemente sollecitati a tentare di definire che cosa essa sia o anche, nella sua ubiquità, che cosa effettivamente non sia... Leggi