1. Tauromachia

    Nell’antichità greca, spettacolo consistente in un combattimento tra tori; nell’uso moderno, designa la lotta tra uomini e tori (corrida). Leggi

  2. Corrida

    Spettacolo consistente nella lotta di uomini contro tori. Ha origine dalla tauromachia greca e romana, ma nella sua forma attuale è nato in Spagna nell’11° sec. circa, e da lì si è diffuso in Portogallo, nella Francia del Sud e in America Latina. Il luogo della c. è un’arena circolare (plaza de toros); lo spettacolo comprende di solito 6 combattimenti, nei quali 3 matadores affrontano 2 tori ciascuno. Il matador ha ai suoi ordini una squadra (cuadrilla) di 5 uomini: i peones o... Leggi

  3. Goya y Lucientes, Francisco José

    Pittore e incisore (Fuendetodos, Saragozza, 1746 - Bordeaux 1828). Dopo aver frequentato, dal 1760, lo studio di J. Luzán y Martínez a Saragozza, nel 1766 si recò a Madrid, dove studiò a fondo le opere di D. Velázquez, conobbe G. Tiepolo ed entrò nella cerchia di R. Mengs. Forse per consiglio di questo, nel 1769 si recò a sue spese (era nato povero e tale rimase per tutta la vita) in Italia. Fu a Roma, e probabilmente anche a Venezia. Tornato in Spagna, decorò la cupola di N. S... Leggi

  4. Masson, André

    Pittore francese (Balagny, Oise, 1896 - Parigi 1987). Subì l'influsso dapprima dei cubisti, specialmente di J. Gris, e fece parte del gruppo surrealista dal 1924 (data a cui risale il quadro Les quatre éléments) fino al 1929, legato soprattutto a Miró, Ernst e Artaud. Dopo una lunga serie di viaggi in Germania e in Olanda e dopo un periodo di lavoro isolato in Catalogna, dedicato soprattutto a dipingere scene di tauromachia e all'illustrazione (tra l'altro del Don... Leggi

  5. Cossìo, José Marìa de

    Scrittore spagnolo (Valladolid 1892 - ivi 1977); ha pubblicato una raccolta di poesie di notevole valore (Epìstolas para amigos, 1920), saggi (La obra literaria de Pereda, 1934; Poesìa española, 1936; Siglo XVII, 1939; El Romanticismo a la vista, 1942) e un importante trattato di tauromachia (Los toros, 3 voll., 1943-47). In collab. con T. Maza y Solano ha curato la raccolta Romancero popular de la montaña (2 voll., 1933-34).... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    valladolid,
    romanticismo
  6. Belmonte y García, Juan

    Torero spagnolo (Siviglia 1892 - Utrera 1962), fino al suo ritiro definitivo (1927) fu popolarissimo e acclamato come il più grande campione del suo tempo. Il suo stile ha lasciato un'impronta nella tauromachia moderna.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    torero,
    siviglia
  7. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • MORATIN, Nicolas Fernandez de

      MORATÍN, Nicolás Fernández de. - Poeta e autore teatrale spagnolo, nato nel 1737 a Madrid, dove morì l'11 maggio 1780: fu padre di Leandro Fernández de Moratín. Passò i primi anni della giovinezza a La Granja presso la corte dove il padre aveva una carica. Laureatosi in leggi a Valladolid, si stabilì a Madrid, dove esercitò la professione, che presto abbandonò per seguire (1772) la sua inclinazione alle lettere. A Madrid divenne la figura centrale di quel circolo letterario della Fonda de San Sebastián, che tanta efficace influenza ebbe nel diffondersi del neoclassicismo in Spagna. Leggi

    • CORRIDA

      CORRIDA (sp. corrida de toros). - Questo spettacolo, prettamente spagnolo, si svolge in un'arena chiamata ruedo, circondata da un recinto (barrera); tra questa e le gradinate per gli spettatori vi è uno spazio detto callejón, destinato ai toreros durante il loro riposo, agli aiutanti e agli altri inservienti che prendono parte alla fiesta nacional. Non v'è solennità più o meno importante che non sia accompagnata da una corsa di tori, grandiosa o meno secondo l'importanza dei luoghi dove si celebra. Leggi

    • CRETA

      CRETA(XI, p. 847)Archeologia. L'isola nel suo insieme. - Le ricerche più importanti degli ultimi dieci anni, pur estese a tutte le fasi archeologiche di C., hanno dato i risultati più originali nel campo riguardante le fasi più antiche di alcuni insediamenti, specie nella zona orientale dell'isola. Leggi

    • GOYA y LUCIENTES, Francisco Jose

      GOYA y LUCIENTES, Francisco José. - Pittore, nato a Fuendetodos (Aragona) presso Saragozza il 30 marzo 1746, morto a Bordeaux il 16 aprile 1828. Mostrò fin dalla più tenera età disposizioni notevolissime per il disegno e per la pittura. Leggi

    • CRETESE-MICENEA, CIVILTA

      CRETESE-MICENEA, CIVILTA. - La civiltà e la Storia. - Gli scavi e le scoperte. - La tradizione ellenica additava Creta come culla di una vetustissima civiltà in una cospicua serie di leggende, che si riferiscono al re Minosse e alla sua talassocrazia, all'ingegnoso suo artefice Dedalo, e ai suoi figli, i primitivi maestri erranti dell'arte ellenica, al labirinto di Cnosso, alla nascita di Zeus sul monte Ida, al suo allevamento da parte dei Coribanti e dei Dattili, alla tomba del dio sul monte Iuktas presso Cnosso. Leggi

    • MONTHERLANT, Henri de

      MONTHERLANT, Henri de. - Scrittore francese, nato a Parigi il 21 aprile 1896. Oriundo catalano, praticò in gioventù gli sport e prese parte a varie tauromachie. Dal 1925 al 1932 fece numerosi viaggi (Spagna, Italia, Africa settentrionale, Sahara).Il suo primo romanzo, La relève du matin (1920), è un'esaltazione dell'adolescenza e della giovinezza come depositaria dell'avvenire; sulla stessa linea è Le songe (1922), pieno d'influssi di altre personalità letterarie, nonostante i quali il M. è riuscito a rivelarsi a sé stesso. Leggi

    • LEIRIS

      LEIRIS, MichelScrittore ed etnologo francese, nato a Parigi il 20 aprile 1901, morto a Saint-Ilaire (Parigi) il 3 ottobre 1990. Partecipò (1924-29) al movimento surrealista, da cui in seguito si dissociò insieme a Masson, Limbour e Boiffard. La sua opera ha esercitato una forte influenza soprattutto sul nouveau roman per aver preso come punto di riferimento un concetto chiave già lucidamente formulato in De la littérature considérée comme une tauromachie (1939; ripubblicato in ediz. definitiva in L'âge d'homme, 1946; trad. it. Leggi