teco

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Ricorre per lo più nella Commedia; una sola occorrenza nelle Rime, due nel Fiore. In parecchi casi esprime un rapporto di compagnia, con verbi di stato [...] il passo di XXVIII 138 né credo che 'l mio dir ti sia men caro, / se oltre promession teco si spazia, / se il mio discorso con te si allarga al di là di quanto avevo promesso. Le ... ... Leggi

Pieve di Teco

Enciclopedie on line

Comune della prov. di Imperia (40,6 km2 con 1421 ab. nel 2008). ... Leggi
CATEGORIA: EUROPA ITALIA

Bènso, Giulio

Enciclopedie on line

Bènso, Giulio. - Pittore italiano (Pieve di Teco 1601 - ivi 1668); scolaro di G. B. Paggi, fu soprattutto affreschista interessato alla grandiosità degli sfondi architettonici, realizzati con abile ed efficace illusionismo (Genova, chiesa dell'Annunziata). Lavorò anche in Austria. ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

Pannofino, Francesco

Enciclopedie on line

Pannofino, Francesco. - Doppiatore e attore italiano (n. Pieve di Teco, Imperia, 1958). Si è formato nella compagnia del Teatro Stabile di Trieste e in quella di A. Steni ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

tastare

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Solo in Pg XXII 58: dice Virgilio a Stazio che per quello che Cliò teco lì tasta, " per quel che si può giudicare dalle cose che dici, ispirato da Clio " (Sapegno), cioè dalla Tebaide, non sembra che Stazio stesso fosse cristiano. Come spiega il Sapegno, " tastare potrebbe aver qui il senso di ... Leggi

conservo

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - " Colui che serve con altri al medesimo signore ": nell'unica attestazione di Pg XIX 134 conservo sono / teco e con li altri ad una podestate, dal [...] ' emerge quello del ‛ servire come gli altri ': parità che trova un rafforzativo nel non pleonastico teco e con li altri, con cui D. traduce l'espressione " tuus et fratrum tuorum ... ... Leggi

Clio

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - La prima delle nove Muse, figlie di Zeus e di Mnemosine, il cui nome deriva da ϰλέος, " fama ". Fu considerata la musa della storia. È ricordata in [...] Pg XXII 58 per quello che Clïò teco lì tasta, con riferimento alle invocazioni rivoltele da Stazio come ispiratrice e narratrice del racconto poetico in Theb. I 41 e X 630 ss. ... ... Leggi
TAGS: MNEMOSINE STAZIO MUSE ZEUS

rissarsi

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Appare una sola volta, col valore di " contendere " (v. RISSA) e in forma mediale: If XXX 132 Ad ascoltarli er' io del tutto fisso, / quando 'l maestro [...] mi disse: " Or pur mira, / che per poco che teco non mi risso ! ", " vix me contineo quod non altercor tecum " (Benvenuto). ... ... Leggi

stile

Enciclopedia Dantesca (1970)

(stilo). - Verghetta d'osso o di metallo, appuntita da un'estremità e piatta dall'altra, con la quale gli antichi scrivevano su tavolette cerate: Come [...] 'l verace stilo / ne scrisse, padre, del tuo caro frate / che mise teco Roma nel buon filo, / fede è sustanza di cose sperate (Pd XXIV 61; si allude alla " verace penna " di s. ... ... Leggi

figlio

Enciclopedia Dantesca (1970)

(fi '; filio; figlia). - Per la distribuzione nelle opere dantesche di figlio - ‛ figliuolo ', v. FIGLIUOLO. 1. Significa la condizione di parentela del [...] primo parente, / d'Abèl suo figlio; X 60 mio figlio ov 'è ? e perché non è teco ? (Cavalcante Cavalcanti chiede del figlio senza fare il proprio nome - come poi D. nota nei vv. 64 ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1