1. Teruel

    Cittadina della Spagna orientale (Aragona), capoluogo dell’omonima provincia. D’origine ibera, fu distrutta dai Romani per rappresaglia dopo la presa di Sagunto da parte di Annibale. Dominata dagli Arabi (da cui deriva il nome attuale), conquistata e ricostruita da Alfonso II di Aragona nel 1171, fu ripresa dai Mori che vi rimasero a lungo. Nel 1874 venne attaccata senza successo dai carlisti di don Alfonso. Durante la guerra civile (1936-38) fu teatro di una battaglia che causò gravi danni alla città.Caratteristiche di T Leggi

    teruel si trova anche nelle opere:
    Enciclopedia dell' Arte Medievale (2000)

    (lat. Turolium)Città della Spagna orientale (Aragona), posta lungo il corso del fiume Guadalaviar.Città di origine romana, T. è importante soprattutto per gli edifici di epoca medievale conservati

    Enciclopedia Italiana (1937)

    Capoluogo dell'omonima provincia spagnola, nell'Aragona. La città sorge sopra una collina (890-915 m

  2. Aragona

    (sp. Aragón) Regione della Spagna di NE (47.650 km2 con 1.296.655 ab. nel 2007). Comunità autonoma dal 1983; comprende le province di Huesca, Teruel e Saragozza; capoluogo Saragozza. È attraversata dal fiume Ebro; a N abbraccia la sezione centrale dei Pirenei, con molte cime oltre 3000 m (Pico de Aneto, 3404 m, M. Perdido, 3352 m). Clima rigido, con inverni lunghi ed estati brevi e non calde; la piovosità è notevole (2000 mm) e i pascoli sono abbondanti (allevamento di bovini, ovini... Leggi

    Categoria: Europa
    Tags:
    ilergeti,
    huesca,
    oliveti,
    equini,
    pico,
    vigneti,
    saragozza
  3. Laín Entralgo, Pedro

    Saggista e filosofo spagnolo (Urrea de Gaén, Teruel, 1908 - Madrid 2001), prof. di storia della medicina nell'univ. di Madrid. Oltre a essersi occupato di medicina e psicologia in una serie di studî storici di particolare importanza, si affermò come pensatore e saggista sotto l'influenza di J. Ortega y Gasset e di X... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    jose ortega,
    panorama,
    monografie
  4. Joly, Gabriel

    Scultore in legno francese (m. Teruel 1538). Attivo a Saragozza (1515-32), a Jaca, a Táuste, a Roda e poi a Teruel, dove restano alcuni frammenti del suo capolavoro, l'altare maggiore della Cattedrale. Fu influenzato sia dalla scultura tardogotica, che dall'arte di Michelangelo dei primi anni romani.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    saragozza
  5. Palau, Bartolomé

    Ecclesiastico e scrittore spagnolo (n. Barbáguena, Teruel, 1525 circa). Compose Farsa llamada Salmantina (1552), di carattere realista; Farsa llamada Custodia del hombre (1547); una commedia allegorico-religiosa, Victoria de Cristo (1569), in cui rappresentò le sei età del mondo dal peccato di Adamo al giorno del giudizio, e il primo dramma storico di argomento nazionale, Vida de santa Orosia (pubbl. 1637), in cui rappresentò la caduta dell'Impero visigotico e la... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    palau
  6. Calomarde, Francisco Tadeo

    Uomo politico spagnolo (Villel, Teruel, 1773 - Tolosa 1842) di tendenze reazionarie. Ministro (1824-1832) di Grazia e Giustizia, fece pubblicare un codice penale e un codice commerciale; la sua attività fu caratterizzata da ogni sorta di arbitrî antiliberali. Divenuto carlista, convinse Ferdinando VII, moribondo, a restaurare la legge salica (poi, peraltro, abolita definitivamente). Per questo, divenuta reggente Maria Cristina, dovette andare in esilio.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    legge salica,
    arbitri,
    tolosa
  7. Peña, Francisco

    Canonista aragonese (Villarroya de los Pinares, Teruel, 1540 circa - Roma 1612). Ebbe importanti cariche presso la curia romana e collaborò all'edizione romana del Corpus iuris canonici. Lasciò varie opere, soprattutto in materia d'inquisizione dell'eresia: in parte trattazioni nuove, in parte ampî commentarî a precedenti trattatisti della materia (N. Eymerich, A. Vignati, P. Grillandi, B. Rategno).... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    corpus iuris canonici
  8. Mudéjar

    mudéjar In Spagna, i musulmani rimasti fedeli alla loro religione anche dopo la riconquista cristiana. Ai m. si deve la continuazione dell’arte ispano-araba, pur con qualche variante dovuta alla sua utilizzazione in edifici cristiani. Dopo la riconquista di Toledo artefici m. ne caratterizzarono l’aspetto: le prime chiese m. sono della fine del 12° sec.-inizio del 13° (la moschea trasformata in chiesa del Cristo de la Luz, 12° sec.; San Roman, 1221; leggermente posteriori: S. Ursula, S. Bartolomeo, S. Leocadia, S... Leggi

  9. Navarra y Rocafull, Melchor, duca de la Palata

    Funzionario spagnolo (Torrelacárcel, Teruel, 1626 - Portobello, Colombia, 1691). Dopo aver occupato varie cariche in Castiglia, Aragona e Napoli, fu viceré del Perù (1681-89). Ricostruì Lima dopo il terremoto del 1687, combatté contro i pirati, soprattutto a Cartagena, ed emanò disposizioni sul lavoro nelle miniere di mercurio.... Leggi

  10. Levante

    Termine che in varie determinazioni geografiche ricorre con il significato di oriente. Nel significato di paese posto a E rispetto a una data località, come L., a partire dal 13°-14° sec., nell’uso marittimo e commerciale furono indicati i paesi del Mediterraneo orientale. La denominazione è stata ora sostituita da quella di Medio Oriente e talvolta di Vicino Oriente. In disuso anche la designazione di levantini per indicare gli appartenenti al ceto europeizzante delle città commerciali della Grecia, della Turchia (Costantinopoli e Smirne), della Siria, della Palestina e dell’Egitto... Leggi

  11. Palmireno, Lorenzo

    Umanista (Alcañiz, Teruel, forse 1514 - Valenza 1580), tardo rappresentante dell'erasmismo. Insegnò greco e latino a Saragozza e a Valenza. Della sua vastissima opera si ricordano principalmente: Silva de vocablos y phrases de monedas y medidas (1563), Rhetorica (1566-67), Vocabulario del humanista (1569), El estudioso cortesano (1573).... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    saragozza,
    valenza
  12. Chomón, Segundo de

    Operatore cinematografico spagnolo (Teruel 1871 - Parigi 1927); creatore di numerosi trucchi, ideò tra l'altro un sistema di coloritura della pellicola (1902). Nel 1910 usò il carrello per le riprese, nel 1912 fu a Torino (operatore di Cabiria, ecc.), nel 1926 operatore di A. Gance per Napoléon.... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    coloritura,
    carrello
  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • TERUEL

      TERUEL (A.T., 41-42). - Capoluogo dell'omonima provincia spagnola, nell'Aragona. La città sorge sopra una collina (890-915 m.), sulla sinistra del Turia, o Guadalaviar, non lungi dal punto in cui confluisce in questo l'Alfambra, lungo la grande via di comunicazione - oggi anche ferroviaria - che dalla costa levantina adduce alla media valle dell'Ebro. Sebbene di origine antichissima, il suo sviluppo urbano data dall'ultimo Medioevo. Leggi

    • SPAGNA

      SPAGNA (España, A. T., 37-38, 39-40, 41-42, 43).Sommario. - Nome e confini (p. 196); Struttura e morfologia (p. 197); Clima (p. 200); Idrografia (p. 201); Suoli (p. 202); Flora e vegetazione (p. 202); Fauna (p. 203); Popolazione (p. 203); Condizioni economiche (p. 206); Comunicazioni (p. 212); Commercio estero (p. 213). - Ordinamento: Ordinamento costituzionale (p. 214); Culti (p. 215); Forze armate (p. 15); Organizzazione scolastica (p. 216); Finanze (p. 216). - Preistoria (p. 217). - Storia: Antichità (p. 217); Le origini del cristianesimo (p. 221); La dominazione visigota (p. Leggi

    • ARAGONA

      ARAGONA (A. T., 37-38). - Regione della Spagna settentrionale, che comprende la conca del medio Ebro, una parte dei monti che limitano la conca stessa (Pirenei, Monti Iberici e Monti di Catalogna), e il bacino dell'alto Guadalaviar. Ha una superficie di 47.391 kmq. e una popolazione (1926) di 1.022.000 abitanti.L'Aragona è un paese molto vario per rilievo, clima, vegetazione, insediamento umano, colture. Dalle più alte vette dei Pirenei superiori ai 3000 m., si scende al bassopiano dell'Ebro, elevato non più di 200-300 m. Leggi

    • SPAGNA

      SPAGNA (XXXII, p. 196). - Storia (p. 217).Primo de Rivera, pieno di energia e di buon volere ma impari al gravoso compito, senza una vera base politica nel paese, e in ultimo abbandonato anche dal re, che chiese le dimissioni del dittatore, lasciava il potere il 28 gennaio 1930. A suo successore fu scelto il generale Berenguer, essendo evidente la necessità di una dittatura militare di trapasso tra il vecchio regime e il nuovo. Leggi

    • IBERI

      IBERI. - Nome. - Il nome degl'Iberi non compare negli autori antichi prima del sec. VI a. C. L'antico Periplo probabilmente massaliota che è la fonte di Avieno, ora maritima, chiama Iberi i popoli dell'E. della Spagna (a partire dal fiume Jucar) e li mostra dominanti le tribù non iberiche del NE. della Catalogna e le liguri del S. della Francia fino al fiume Oranus (Lez vicino a Montpellier), mantenendo la distinzione di popoli del S. e SE. della Spagna che formano il regno di Tartesso. Leggi

    • SAGUNTO

      SAGUNTO (A. T., 41-42). - Città della Spagna, capoluogo di partido judicial nella provincia spagnola di Valenza; il centro s'adagia sul fianco di una collina lambita a N. dal corso del Palancia, stendendosi fra la riva del fiume e la sommità di quella, su cui s'alzano le mura d'un castello. È nel cuore di una delle più feraci huertas iberiche, dove la ferrovia litoranea Barcellona-Valenza incrocia quella scendente da Teruel, che le apporta il minerale di ferro della Sierra Menera. Il recente. Leggi

    • LAIN ENTRALGO, Pedro

      LAÍN ENTRALGO, Pedro. - Saggista e filosofo spagnolo, nato a Urrea de Gaén (Teruel) nel 1908. Ha insegnato storia della medicina nell'università di Madrid, di cui è rettore dal 1952. Ha diretto la rivista Escorial dal 1940 al 1944. Leggi

    • REY de ARTIEDA, Andres

      REY de ARTIEDA, Andrés. - Scrittore spagnolo, nato a Valenza nel 1549, ivi morto il 16 novembre 1613. Studiò diritto a Lérida e Tolosa; fu capitano di fanteria per più di trent'anni; camerata del Cervantes, combatté a Lepanto. A Valenza fece parte dell'Academia de los Nocturnos.Gli si attribuiscono varie opere teatrali di fondo sentimentale, ma ci resta solo la tragedia Los amantes de Teruel (1581), il cui assunto ebbe tanta fortuna nel teatro di Tirso, Montalbán e Hartzenbusch. Leggi

    • CALOMARDE, Taddeo

      CALOMARDE, Taddeo. - Uomo politico spagnolo, nato a Villel (Teruel) il 10 febbraio 1773. Di famiglia men che agiata, ma di nobile origine, mostrò presto inclinazione per gli studî e nel 1788 abbandonò il villaggio natio per recarsi a Saragozza. Qui percorse una rapida e brillante carriera nel giure. A Madrid, grazie all'aiuto del suo compaesano don Antonio Beltrán, medico del Godoy, ottenne di entrare prima nella segreteria delle Indie e, più tardi, nella Segreteria di stato e di grazia e. Leggi

    • HARTZENBUSCH, Juan Eugenio

      HARTZENBUSCH, Juan Eugenio. - Poeta drammatico spagnolo, nato il 6 settembre 1806 a Madrid, dove morì il 2 agosto 1880. Dal padre, ebanista tedesco, e dalla madre spagnola apprese una vita modesta e laboriosa. Operaio nella bottega del padre, lavorò alla sua morte in altre officine. Leggi

Argomenti correlati