1. Titania

    Il satellite maggiore di Urano e il penultimo in ordine di distanza dal pianeta. Fu scoperto da W. Herschel nel 1787. Ha un diametro di 1580 km, una massa di 3,5∙1021 kg e una densità di circa 1,7 g/cm3. Il semiasse maggiore dell’orbita misura 436.000 km, il periodo di rivoluzione è di 8,71 giorni. La sua superficie ha una riflettività di circa il 28%. Presenta strette analogie con il vicino Oberon: i due satelliti, infatti, oltre che dimensioni quasi identiche, hanno densità e albedo simili Leggi

    titania si trova anche nelle opere:
    Dizionario delle Scienze Fisiche (1996)

    Titània [Nome della mitica moglie del re degli Elfi, Oberon] Satellite del pianeta Urano, 3° in ordine di scoperta (W. Herschel, 1787) e 14° in ordine di distanza dal pianeta: v. Sistema Solare: V 272 Tab. 1.3, 273 Tab. 1.4.

  2. Titanio

    Elemento chimico di transizione, di simbolo Ti, peso atomico 47,88, numero atomico 22, appartenente al gruppo IV A del sistema periodico, di cui sono noti gli isotopi stabili 4822Ti (74%), 4622Ti, 4722Ti, 4922Ti, 5022Ti. 1. GeneralitàIl t. fu scoperto da W. Gregor nel 1791... Leggi

  3. Titani

    Nella mitologia greca, i 6 figli maschi di Urano e di Gaia (Oceano, Ceo, Crio, Iperione, Giapeto, Crono), della generazione più antica degli dei. Dal più giovane dei T., Crono, derivò la generazione degli Olimpi. In Esiodo i T. sono protagonisti della cosiddetta Titanomachia, che narra la lotta di Zeus e degli altri dei dell’Olimpo contro i T. per la conquista del trono celeste. La lotta si conclude con la sconfitta dei T., fatti precipitare nel Tartaro... Leggi

  4. Urano

    (gr. Οὐρανός) mitologiaDivinità greca, rimasta solo nel mito. Secondo Esiodo è figlio e sposo di Gaia, con la quale genera le categorie divine primordiali, alcune delle quali di natura mostruosa (Ciclopi, Ecatonchiri). U. occulta i figli, man mano che nascono, nelle viscere della terra, finché il più giovane dei Titani, Crono, doma il padre, lo mutila dei genitali (dai quali nasce Afrodite) e prende il suo posto. astronomia Settimo pianeta del Sistema solare, in ordine di distanza dal Sole. 1. EsplorazioneU... Leggi

  5. Nannini, Gianna

    Cantautrice italiana (n. Siena 1956). Artista provocatoria e trasgressiva, ironica e sentimentale, N. è conosciuta come la più grande interprete femminile del rock italiano.Vita e opere. Ha studiato pianoforte al conservatorio di Lucca, che ha lasciato nel 1974 prima di sostenere l'esame dell'ottavo anno. Nel 1975 si è trasferita a Milano, dove ha studiato composizione con B. Bettinelli. Nel 1976 ha pubblicato il suo primo album, Gianna Nannini, a cui ha fatto seguito Una radura (1978)... Leggi

  6. Herschel, Sir Frederick William

    Astronomo tedesco naturalizzato britannico (Hannover 1738 - Slough 1822). Dal 1755 in Inghilterra, si occupò inizialmente di musica, ma coltivò sempre gli studi di astronomia: scoprì il pianeta Urano (1781) con il telescopio riflettore da lui realizzato; studiò le nebulose e gli ammassi stellari, mostrò l'esistenza di stelle doppie, scoprì la radiazione infrarossa, individuò alcune lune di Giove e Urano e giunse a un primo modello del sistema solare costituente la Via Lattea... Leggi

  7. Füssli ‹fü´üsli› (o Füessli), Johann Heinrich (anglicizz. Henry Fuseli o Fusely)

    Pittore e scrittore d'arte (Zurigo 1741 - Londra 1825). Figlio di Johann Kaspar, nel 1761 prese gli ordini nella chiesa evangelica riformata. Costretto, per le sue idee politiche, a lasciare la Svizzera, nel 1763, dopo un breve soggiorno a Berlino presso G. Sulzer, giunse a Londra dove, incoraggiato da J. Reynolds, decise di dedicarsi alla pittura... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    william blake,
    detroit
  8. Zirconio

    Elemento chimico appartenente al IV gruppo del sistema periodico, sottogruppo del titanio, con simbolo Zr, numero atomico 40, peso atomico 91,22. 1. Caratteri generaliDello z. sono noti gli isotopi stabili: 9040Zr (51,5%), 9140Zr (11,2%), 9240Zr (17,1%), 9440Zr (17,4%), 9640Zr (2,8%). Lo z. è un metallo bianco splendente, duttile, tenace, di densità 6,5 g/cm3; fonde a 1850 °C e bolle a circa 4375 °C; ha reticolo cristallino di tipo esagonale compatto, stabile fino a 865 °C; da 865 °C fino alla temperatura di fusione è stabile invece la fase cubica a corpo centrato... Leggi

  9. Teresah

    Pseudonimo della scrittrice Corinna Teresa Ubertis (Frassineto Po 1877 - Roma 1964), moglie del giornalista e uomo politico E. M. Gray (v.). Pubblicò numerosi volumi di versi (Il libro di Titania, 1908; Il cuore e il destino, 1910; ecc.) e di novelle (Pare un sogno, 1902; Il corpo e l'ombra, 1910; ecc.), e alcuni romanzi. Scrisse anche per il teatro (Il giudice, 1909, rappresentato da E. Zacconi; Per non morire, 1909; ecc.), e molti libri per l'infanzia, nei quali è forse il... Leggi

    Categoria: Biografie
  10. Vulcano

    Struttura morfologica formatasi intorno a una fenditura della crosta terrestre, attraverso la quale si ha la fuoriuscita di materiale profondo, generalmente ad alta temperatura, costituito da fasi solide e/o fluide.L’attività vulcanica (vulcanismo o vulcanesimo) costituisce il principale processo attraverso il quale viene formata la crosta terrestre e viene modificata la composizione originaria dell’atmosfera della Terra.La vulcanologia è la scienza che ha per oggetto lo studio dei v... Leggi

  11. Perowskite

    (o perovskite) Minerale, ossido di calcio e titanio, CaTiO3, rombico pseudomonometrico, di colore dal giallo bruno al nero, talvolta costituente accessorio in rocce effusive e in rocce metamorfiche; si rinviene in begli esemplari nella zona alpina (Val Malenco; Valle d’Aosta). La locuzione Mg, Fe-perowskite indica la fase mineralogica (Mg, Fe)SiO3, che si ritiene predominante nel mantello inferiore, nella struttura densa della perowskite... Leggi

    Categoria: Mineralogia
    Tags:
    val malenco,
    titanio,
    silicio
  12. Giapeto

    (gr. ̓Ιαπετός) mitologia Uno dei Titani, figlio di Urano e di Gea, sposo dell’oceanina Climene e padre di Atlante, Menezio, Prometeo, Epimeteo. Con gli altri Titani fu fatto precipitare da Zeus nel Tartaro. astronomia Satellite di Saturno (il 3° in ordine di grandezza) scoperto da G.D. Cassini nel 1671. Ha un diametro di 1435 km e una massa di ∼2∙1021 kg. Il semiasse maggiore dell’orbita misura 3.561.000 km, il periodo di rivoluzione 79,3 giorni. Il basso valore della densità (∼1,2 g/cm3) fa pensare che G. sia costituito in gran parte di ghiaccio e, forse, di metano e ammoniaca... Leggi

1 | 2 | 3 | 4 | 5