pagina 1 di 15 - 172 risultati
Il satellite maggiore di Urano e il penultimo in ordine di distanza dal pianeta. Fu scoperto da W. Herschel nel 1787. Ha un diametro di 1580 km, una massa di 3,5∙1021 kg e una densità di circa 1,7 g/cm3. Il semiasse maggiore dell’orbita misura/">misura 436.000 km, il periodo di rivoluzione è di 8,71 giorni. La sua superficie ha una riflettività di circa il 28%. Presenta strette analogie con il vicino Oberon: i due satelliti, infatti, oltre che dimensioni quasi identiche, hanno densità e albedo simili... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Titania

Titania (1996)

Titània [Nome della mitica moglie del re degli Elfi, Oberon] Satellite del pianeta Urano, 3° in ordine di scoperta (W. Herschel, 1787) e 14° in ordine di distanza dal pianeta: v. Sistema Solare: V 272 Tab. 1.3, 273 Tab. 1.4.... Leggi

titanio

titànio [Der. del nome mitico Titania] Elemento chimico, di simb. Ti, numero atomico 22 e peso atomico 47.90, scoperto da W. Gregor nel 1789; se ne conoscono cinque isotopi stabili, con numero di massa 46 (abbond. relat. 8.0 %), 47 (7.3 %), 48 (73.8 %), 49 (5.5 %) e 50 (5.4 %), e vari isotopi instabili (v. App. I: VI 672 c)... Leggi

Titani

I primordiali figli della Terra e del Cielo Antichissime divinità simboleggianti elementi naturali, i Titani sono dotati di forza straordinaria... Leggi

titanio

Elemento chimico di transizione, di simbolo Ti, peso atomico 47,88, numero atomico 22, appartenente al gruppo IV A del sistema periodico, di cui sono noti gli isotopi stabili 4822Ti (74%), 4622Ti, 4722Ti, 4922Ti, 5022Ti. 1. GeneralitàIl t. fu scoperto da W. Gregor nel 1791... Leggi

Titani

Nella mitologia greca, i 6 figli maschi di Urano e di Gaia (Oceano, Ceo, Crio, Iperione, Giapeto, Crono), della generazione più antica degli dei. Dal più giovane dei T., Crono, derivò la generazione degli Olimpi. In Esiodo i T. sono protagonisti della cosiddetta Titanomachia, che narra la lotta di Zeus e degli altri dei dell’Olimpo contro i T. per la conquista del trono celeste. La lotta si conclude con la sconfitta dei T., fatti precipitare nel Tartaro... Leggi

Catalisi per il disinquinamento

sommario: 1. Introduzione e aspetti generali. 2. Depurazione delle emissioni da sorgenti mobili: a) catalizzatori per le emissioni da motori a benzina; b) sviluppi recenti nei catalizzatori per le emissioni da autoveicoli; c) controllo del particolato carbonioso. 3. Eliminazione di NOx da sorgenti fisse. 4. Combustione catalitica di composti organici volatili: a) alternative di processo; b) caratteristiche dei catalizzatori; c) applicazioni recenti. 5. Problematiche ambientali connesse all'uso di catalizzatori per il disinquinamento. □ Bibliografia. 1... Leggi

SHAKESPEARE, William

Nacque a Stratford-on-Avon nell'aprile 1564; s'ignora la data precisa della nascita; si presume che questa precedesse di poco il battesimo, che avvenne il 26 aprile; l'opinione che nascesse il 23 aprile (lo stesso giorno in cui morì nel 1616) sembra dovuta a un errore commesso verso la metà del Settecento... Leggi

TITANITE

. - Oltre ai puri titanati nei quali, come nella perowskite, è solo presente l'anidride titanica TiO2, si hanno altre specie minerali nelle quali la anidride titanica forma anioni complessi con l'anidride silicilica, dando origine a un gruppo di silicotitanati le principali specie dei quali sono le seguenti:Titanite (sfeno). - È un silicotitanato di calcio della formola CaCaTiSiO5 contenente 30,6% di silice, 40,5% di anidride titanica e 28,6% di calce. Spesso però contiene quantità non trascurabili di FeO, di MnO, di Y2Og e di Ce2O3, oltre a tracce di MgO e di ZrO2... Leggi

TITANIO

Le eccellenti caratteristiche meccaniche e la discreta resistenza a corrosione del t., unitamente al suo basso peso specifico, hanno aperto di recente a questo metallo numerosi campi di applicazione, in cui si è già rivelato pressoché insostituibile, e altrettante possibilità d'impiego sarebbero facilmente prevedibili qualora si riuscisse a portarlo sul mercato a prezzi competitivi con altri materiali... Leggi

TITANI

Il nome contraddistingue una classe di divinità dell'antico ordine, anteriori agli dèi dell'Olimpo. I T. sono figli di Urano e Gea, il Cielo e la Terra che stanno ai primordi dell'esistenza, e si ordinano intorno a Kronos. Alcuni di essi posseggono una personalità precisa e delle funzioni particolari al di fuori del carattere primigenio e condannato del gruppo. Il numero stesso di essi è incerto prima della sistemazione duodecimale provveduta dalla Teogonia di Esiodo... Leggi

TITANIO

. - Elemento chimico: simbolo Ti; peso atomico 47,90; numero atomico 22; 5 isotopi. Il titanio fu scoperto da Gregor nel 1789, ma fu ottenuto puro per la prima volta da Berzelius nel 1825 per riduzione del fluotitanato potassico con sodio.Si trova in natura come biossido TiO2 in tre diverse modificazioni: rutilo, anatasio e brookite, come metatitanato ferroso, FeTiO3, o ilmenite. Sono frequenti anche altri minerali, come la perovskite o titanato di calcio CaTiO3, e la titanite, silicotitanato di calcio CaO . TiO2. SiO2... Leggi