pagina 1 di 19 - 221 risultati

Risultati relativi a Tripodi

TRIPODE

Enciclopedia Italiana (1937)

Come dice la stessa parola (da τρεῖς "tre" e πούς "piede") il tripode era un sostegno a tre piedi. Usato fino dalle età più antiche dai popoli d'Oriente, solo presso i Greci assunse forme svariatissime, di una bellezza costantemente perfetta e armoniosa. I tripodi erano generalmente di bronzo, ma si sa, benché pochi esemplari ce ne siano pervenuti, che ve n'erano di marmo, di rame, d'oro, d'argento, di legno e persino di terracotta.Spesso i Greci diedero ai loro tripodi... Leggi

Tìmilo

Enciclopedie on line

Scultore greco (sec. 4º a. C.), autore di un gruppo di Dioniso ed Eros, ad Atene, in un tempio di Dioniso, non lontano dalla via dei Tripodi. Si vuole riconoscerne una copia in un gruppo non finito dell'Olimpieo ateniese.... Leggi

Tags:

Gitìada

Enciclopedie on line

Architetto, scultore e poeta spartano (sec. 6º a. C.). Fece ad Amicle due tripodi bronzei sostenuti l'uno da una figura di Afrodite l'altro da una di Artemide. Restaurò il tempio di Atena Calcieco ("dalla casa di bronzo") sull'acropoli di Sparta, decorandolo con rilievi in bronzo sbalzato ispirati al repertorio mitico arcaico, ed eseguì la statua cultuale della dea. Pare che la sua arte si ricolleghi alla corrente ionica.... Leggi

THYMILOS

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

Scultore greco, attivo ad Atene forse nel IV sec. a. C.È ricordato da Pausania per aver eseguito un Eros ed un Dioniso in un edificio sacro sulla Via dei Tripodi (Paus., i, 20, 2). Il passo è assai dubbio riguardo la collocazione del monumento, l'eventuale composizione delle figure in gruppo tra loro o anche con una terza statua, un Satiro, certamente presente nello stesso sacello, e infine circa l'attribuzione a Prassitele del Satiro, che darebbe anche una indicazione cronologica... Leggi

TRIPODE

Enciclopedia dell' Arte Antica (1997)

Il termine τρίπους è un aggettivo che può essere associato a sostantivi diversi e può applicarsi a varî tipi di mobilio (sedie, tavoli, ecc.): tra questi il τρίπους λέϐηςè divenuto nell'uso corrente il t. per eccellenza, sia nel tipo con bacino unito sia indipendente. T. a bacino inchiodato. - Il tipo è attestato a Cipro, a Creta e nel Peloponneso in epoca micenea. Nella Grecia continentale la metallurgia del bronzo conobbe un'eclisse di circa un secolo, dalla fine dell'XI alla fine del X sec. a.C., che viceversa non si riscontra né a Cipro né a Creta. Il t... Leggi

TRIPODE

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

. - La parola, che nell'uso moderno può indicare sia recipienti che sostegni a tre piedi, è già testimoniata in età micenea da due tavolette in scrittura Lineare B trovate a Pilo (Ta 641 e Ta 709) che presentano la forma tiripo al singolare e tiripode al duale. Il testo è accompagnato da ideogrammi di tripodi a bacino emisferico o cilindrico con gambe che si attaccano all'altezza della spalla e anse orizzontali o verticali.Omero conosce il t. che si mette sul fuoco e serve a scaldare l... Leggi

Cina. L'archeologia delle Tre Dinastie

Il Mondo dell'Archeologia (2005)

L'ARCHEOLOGIA DELLE TRE DINASTIEdi Roberto CiarlaNella tradizione storiografica cinese, saldamente basata sulla prima sintesi storica della Cina, lo Shiji, del grande storico di corte della dinastia Han Occidentali, Sima Qian (145?-89? a.C... Leggi

tripode

Enciclopedie on line

Sostegno a tre piedi generalmente di bronzo, talvolta di altro materiale (oro, argento, rame, marmo e terracotta). Usati fin dalle età più antiche dai popoli d’Oriente, i t. assunsero presso i Greci forme svariate; avevano piedi umani o zampe ferine o di toro, talvolta i sostegni erano a forma di figura umana. I t. avevano un uso pratico (sorreggere un bacile per scaldare l’acqua o cuocere le carni o sostenere un recipiente da vino) e servivano anche come premio, per es. nelle gare sportive o nelle feste dionisiache, in cui il corego vincitore consacrava a Dioniso il t. ricevuto... Leggi

Il Neolitico in Cina

Il Mondo dell'Archeologia (2005)

IL NEOLITICOdi Xiaoneng YangL'ARCHEOLOGIA DEL NEOLITICOGli esordi dell'archeologia preistorica cinese risalgono al 1921 con lo scavo del villaggio di Yangshao (contea di Mianchi, Prov. di Henan), che rappresenta anche la nascita della moderna archeologia cinese. Da allora, sono stati localizzati oltre 10.000 siti preistorici e centinaia sono stati sottoposti a scavi, consentendo l'individuazione di circa 50 culture, grazie alle quali il panorama culturale dei periodi Neolitico e Calcolitico (ca. 10.000-2000 a.C... Leggi

TOREUTICA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

2. Il materiale. - 3. Testimonianze indirette. - 4. I tipi. - 5. Difficoltà metodologiche. - B) Svolgimento storico: 1. Asia Anteriore ed Egitto (III-II millennio a. C.). - 2. T. minoica e micenea. - 3. T. greca del periodo geometrico. - 4. T. dell'Asia Anteriore alla metà del I millennio a. C. - 5. T. della Scizia e dei dominî scitici. - 6. T. preistorica nelle regioni settentrionali. - 7. T. etrusca. - 8. T. greca del VII e VI sec. a. C. - 9. T. achemenide. - 10. T. greca dell'epoca classica. - 11. T. ellenistica. - 12. T. romana fino al I sec... Leggi

COREGICI, Monumenti

Enciclopedia dell' Arte Antica (1959)

Piccoli sacelli eretti in Atene a ricordo dei coreghi, cioè dei patroni degli spettacoli teatrali e dei cori, nella via dei Tripodi, nelle immediate vicinanze del teatro di Dioniso Eleutereo; non tutti ci sono conservati, di parecchi abbiamo ricordo soltanto attraverso iscrizioni (I. G., 12, 769, 770, 771; ii, 1234, 1250), ovvero da testimonianze letterarie, come a proposito del Satiro di Prassitele che era sulla via dei Tripodi (Plin., Nat. hist., xxxiv, 69; Paus., i, 20... Leggi

GEOMETRICA, Arte

Enciclopedia dell' Arte Antica (1994)

La transizione dalla cultura micenea a quella protogeometrica, avvenuta, secondo la cronologia corrente, verso la metà dell'XI sec. a.C., è uno dei momenti più oscuri e dibattuti della storia greca; la sua interpretazione è resa ancor più difficile dalla mancanza di una terminologia univoca e generalmente accettata. Per segnare il periodo tra il Tardo Elladico III C ι dell'Argolide e l'inizio del Protogeometrico in Attica (Tardo Elladico III C 2, secondo la classificazione di A. Furumark) si impiegava correntemente il termine «Submiceneo». Nel 1964 V... Leggi