1. Tullo Ostìlio

    Terzo re di Roma (673-642 a. C.); avrebbe ripreso la politica guerriera di Romolo: venne a conflitto con gli Albani, comandati prima da Cluilio, che morì alle fosse Cluilie, e poi da Mezio Fufezio; la guerra si risolse a vantaggio dei Romani, con il duello degli Orazî e Curiazî. Per sospetto di tradimento nei confronti degli Etruschi, T. O. fece giustiziare Mezio e distruggere Alba, accogliendone la popolazione sul Celio e le famiglie nobili nel... Leggi

  2. Orazi e Curiazi

    Nella guerra sorta tra Alba e Roma sotto Tullo Ostilio, i tre gemelli romani (O.) e i tre albani (C.), scelti a decidere in combattimento diretto circa la supremazia delle due città rivali. In un primo momento prevalsero i C.: battuti due O., il terzo, incolume, riuscì a separare i C. con una finta fuga e li uccise. Alla leggenda, elaborata nel 5° o 4° sec. a.C., erano collegati alcuni monumenti: le tombe degli O. e C. sulla Via Appia, la pila Horatia nel Foro, colonna alla... Leggi

    Categoria: Mitologia
    Tags:
    appia,
    gemelli,
    tombe
  3. Mezio Fufezio

    (lat. Metius Fufetius) Leggendario dittatore albano, sotto il quale sarebbe avvenuto lo scontro fra Orazi e Curiazi destinato a risolvere la lotta per la supremazia tra i Latini di Roma e di Alba Longa. Invece di sottomettersi a Tullo Ostilio come vinto, incitò contro Roma i Fidenati e i Veienti: fu squartato e Alba Longa venne rasa al suolo.... Leggi

    Categoria: Mitologia
    Tags:
    orazi e curiazi,
    alba longa
  4. Roma

    Città del Lazio, capitale della Repubblica Italiana; capoluogo di regione e di provincia (Comune di 1307,7 km2 con 2.718.768 ab. nel 2008).Il problema dell’etimologia del nome di R. si era presentato già alla mente degli antichi, ma le soluzioni da essi offerte non reggono alla critica scientifica. È impossibile che Rōma derivi da Rōmŭlus, vero pare piuttosto l’inverso (come aveva già intravisto Filargirio). La derivazione accolta più favorevolmente nell’antichità era quella del gr. ῥώμη «forza», ma questa sembra solo un’etimologia erudita... Leggi

  5. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • TULLO Ostilio

      TULLO Ostilio (Tullus Hostilius). - Il terzo re di Roma, che, dopo la parentesi pacifica del regno di Numa, riprese la tradizione guerriera di Romolo. Sorte delle divergenze fra Romani e Albani per reciproci danni, gli Albani col re Cluilio invasero il territorio romano sino alle Fosse dette appunto Cluilie. 'Quivi Cluilio morì e gli succedette il dittatore Mezio Fufezio, il quale, per evitare ai due popoli consanguinei una strage che sarebbe andata a tutto vantaggio degli Etruschi, offrì a. Leggi

    • ORAZI e CURIAZI

      ORAZÎ e CURIAZÎ. - Sorta guerra tra Alba e Roma sotto il regno di Tullo Ostilio (data tradizionale 673-642 a. C.), si stabilì che l'esito d'un duello fra tre guerrieri di ciascuno dei due popoli avrebbe deciso intorno alla supremazia dell'una o dell'altra delle due città. Campioni romani furono i tre Orazî, albani i tre Curiazî, gli uni e gli altri trigemini. Nel combattimento sulle prime i Curiazî ebbero il vantaggio: feriti tutti e tre, uccisero due degli Orazî. Leggi

    • ROMA

      ROMA (A. T., 24-25-26). SOMMARIO. - Il nome (p. 589); Roma antica (p. 593); Roma medievale (p. 749); Roma nel Rinascimento (p. 780); Roma nel Sei e Settecento (p. 802); Roma dalla fine del Settecento al 1870 (p. 827); Roma capitale (p. 841); L'idea di Roma (p. 906). TAVOLE CXLI-CCXLVIII; TAVOLE A COLORI. IL NOME. - Già gli antichi, naturalmente, si erano domandato quale fosse l'etimologia del nome dell'Urbe; ma le loro spiegazioni non reggono alla critica. Che Roma derivi da Romulus è impossibile, e ovvio, invece, il contrario (cfr., del resto, già Philarg., Ad Verg. Ecl. Leggi

    • ANCO MARCIO

      ANCO MARCIO (Ancus Marcius). - Quarto re di Roma (secondo la cronologia vulgata, dal 640 al 616 a. C.). Come Numa, del quale è detto nipote, sarebbe stato amante della pace e restauratore della religione (Ancus sacrificus: Ovidio, Fasti, VI, 803); ma costretto a guerreggiare per la difesa dello stato, si dimostrò valoroso come Romolo; perciò Livio, I, 32, 4: et Numae et Romuli memor. Gli si attribuisce la conquista di molte città latine intorno a Roma (Politorio, Tellene, Ficana, Medullia, ecc. Leggi

    • ALBA LONGA

      ALBA LONGA. - Antichissima città del Lazio, che, secondo la tradizione, dette i natali alla stirpe di Roma. Sorgeva sui colli da essa chiamati Albani, circa venti chilometri a SE. di Roma: fu fondata, secondo la leggenda, da Ascanio figlio di Enea, con la deduzione di alcune popolazioni latine e di un gruppo di abitanti di Lavinia, la città costruita da suo padre Enea sul litorale presso Ardea. L'esistenza di Alba Longa, come città, è fuori di dubbio; essa è provata infatti, sia dalla vasta necropoli scoperta sul Monte Cucco e sul Monte Crescenzo, a NO. Leggi

    • GIULIA, GENTE

      GIULIA, GENTE. - È il nome di una delle più famose genti patrizie romane, che poi, a partire dal sec. I a. C., vediamo diffuso anche fra i plebei. Dai fasti consolari risulta che la gente patrizia fu molto in fiore nel sec. I della repubblica, ma poi, press'a poco, non se ne sente più parlare sino alla fine del sec. III a. C., alla quale appartiene un Sesto Giulio Cesare, pretore in Sicilia nel 208 a. C. Leggi

    • MARTE

      MARTE (Mars, Marspĭter). - Una delle maggiori divinità venerate dai Romani, appartenente a quel gruppo di dei chiamati indigetes e considerati come legati alle origini stesse della loro religione e distinti perciò dalle divinità derivate, in età successive, dalle religioni di altri popoli. Leggi

    • VEIO

      VEIO. - Antica città etrusca, situata su un'altura naturalmente fortificata, vicino all'odierna Isola Farnese, e circondata dai Fossi di Formello e dai Due Fossi, che, riunendosi, formano il Fosso Valchetta, l'antico Cremera, affluente del Tevere. Leggi

    • CURIA

      CURIA. - Storia Antica. - È il nome della più antica ripartizione del popolo romano ai fini politici e militari. Secondo la tradizione, ne fu autore Romolo, il quale avrebbe diviso la cittadinanza fra le tribù dei Tities, Ramnes, Lucĕres, e ciascuna di queste in dieci curie e - aggiunge Dionisio di Alicarnasso - ciascuna curia in dieci decurie. Alle singole curie si sarebbero dati, secondo qualche scrittore, nomi di donne sabine rapite dai Romani. Leggi

    • AGRO

      AGRO (lat. ager). - È in senso lato, nell'età romana, il territorio di uno stato politicamente costituito, sia che si tratti dello stato di Roma, sia che si tratti di uno stato straniero. In tal senso Livio ci parla dell'ager Romanus, Albanus, Capenas, Paelignus, ecc., e, fuori d'Italia, dell'ager Corinthius, Pellenensis; nella lex Antonia de Termessibus del 71 a. C. (Corp. inscript. lat., I, 1ª ediz., 204; 2ª ediz., 589) è parola dell'ager Thermensium (II, lin. 8) e nel decreto di L. Emilio Paolo del 189 a. C. (Corp. inscript. lat., II, 5041; I, 2ª ediz., 614) dell'ager Hastensium. Leggi