1. Tutankhamon

    Faraone (sec. 14º a. C.) della XVIII dinastia, successore e forse fratello di Ekhnaton. Pose fine alla riforma religiosa di Amenofi IV, restituendo ad Amon il posto di divinità principale. Morì diciottenne, dopo nove anni di regno (1358-1349 circa) spesi a riportare l'Egitto sul piano della vecchia tradizione religiosa e politica, grazie soprattutto all'energia dell'allora generale Haremhab. La tomba del giovane sovrano, scoperta (1923) da una missione inglese, è celebre per le ricchezze e l'abbondanza della mobilia funebre. Leggi

    tutankhamon si trova anche nelle opere:
    Dizionario di Storia (2011)

    Faraone della XVIII dinastia egiziana (regno 1336-1327 a.C.). Era figlio del faraone eretico Akhenaton (➔) e il suo nome era Tutankhaten («immagine vivente di Aton»)

    Enciclopedia dei ragazzi (2006)

    Un giovane faraone tutto d’oro Faraone dell’antico Egitto, Tutankhamon fu il successore di Ekhnaton (14° secolo a.C.). Ripristinò la religione tradizionale del dio Amon e riportò la capitale a Tebe

    Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

    Sovrano egiziano della XVIII dinastia (metà XIV sec. a. C.) succeduto al suocero Amenophis IV-Ekhnaton. Si ignora chi fossero i suoi genitori; si è anche supposto che fosse figlio di Amenophis III e di Tiy (v

  2. Tebe

    (gr. Θῆβαι) Antica città dell’Alto Egitto, sul luogo odierno di Karnak e Luxor.Ignota per tutto l’Antico Regno, assume importanza, per la posizione commercialmente felice, nel I periodo intermedio, quando i principi di T., prima sottomessi alla dinastia di Copto, si contrappongono come rivali ai re legittimi di Eracleopoli e con la XI dinastia li vincono ricostituendo l’unità egiziana, con T. capitale del regno. La dinastia successiva, pur tebana d’origine, trasporta nel nord la capitale, ma arricchisce T. di monumenti e templi. Con gli Hyksos T... Leggi

  3. Haremhab

    Ultimo faraone della XVIII dinastia (1345 a. C. circa - 1318). Sovrano sotto il cui regno venne saldamente riaffermato il potere del clero tebano di Amon dopo l'eresia della fase di Tell el-‛Amārna, H. operò per una restaurazione culturale e politica dell'Egitto attraverso il risanamento dell'amministrazione statale e una aggressiva strategia di riaffermazione dei limiti territoriali del paese... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    karnak,
    amon,
    ugarit,
    faraone,
    ortodossia,
    clero
  4. Shuppiluliumash

    Nome di due re ittiti. 1. S. I (1380-1340 a. C.) era figlio di Tutkhaliyash III; con lui il Nuovo Impero ittita raggiunse la massima potenza. La massima impresa di S. fu l'assoggettamento dello stato urrita di Mitanni, del quale egli conquistò e saccheggiò la capitale Washukkani, uccidendo il re Tushratta (1365 a. C. circa). Eliminato in tal modo il maggiore avversario, S... Leggi

  5. Egitto

      Stato dell’Africa nord-orientale, che si estende anche in territorio tradizionalmente considerato asiatico, a E dell’istmo di Suez (penisola del Sinai). Il nome deriva da quello dell’antica città di Menfi, in babilonese Hikuptah, divenuto in greco Αἴγυπτος... Leggi

  6. Carter, Howard

    Archeologo (Swaffham, Norfolk, 1874 - Londra 1939). Come ispettore generale della direzione delle antichità egiziane, riorganizzò il servizio per l'alto Egitto, iniziò l'esplorazione scientifica nella Valle dei Re, scoprendo, oltre a tombe private, quelle di Hashepsowe, di Tutmosi IV, di Amenofi I, e insieme con lord Carnarvon quella famosa di Tutankhamon.... Leggi

  7. Oreficeria

    L’arte di lavorare i metalli nobili e le pietre preziose per farne gioielli, oggetti d’ornamento, d’arredamento o di culto. 1. Tecniche di lavorazioneI metalli che sono impiegati nella fabbricazione degli oggetti di o. sono oro, argento e platino. Il platino è sempre usato puro; l’oro e l’argento invece sono usati quasi sempre alligati, poiché la loro duttilità allo stato puro ne rende difficile la lavorazione. L’argento è alligato con rame per ridurlo ai diversi titoli (in genere 900 e 800 millesimi)... Leggi

  8. Carnarvon, George Edward Stanhope Molyneux Herbert conte di

    Egittologo inglese (Highclere, Berkshire, 1866 - Cairo 1923); in collaborazione con H. Carter, iniziò nel 1906 degli scavi in Egitto, presso Tebe, scoprendo tombe di faraoni della 12a e della 18a dinastia (Five years' explorations at Thebes, 1912). Gli scavi, ripresi alcuni anni dopo, portarono ancora alla scoperta, nel 1922, della tomba di Tutankhamon.... Leggi

  9. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • SAQQARAH

      SAQQĀRAH(XXX, p. 821; v. anche egitto: Archeologia, App. II, I, p. 821; III, I, p. 515; IV, I, p. 649)L'importanza dei risultati archeologici realizzati negli ultimi anni nella zona prestigiosa della necropoli di S. consiglia di organizzarne il quadro di aggiornamento distinguendo l'attività missione per missione. L'Egypt Exploration Society e il Rijksmuseum van Oudheden di Leida hanno continuato le indagini nel settore sud-ovest (dove a partire dal 1975 era stata riportata alla luce la tomba che il generale Horemheb si era fatta costruire prima di salire al trono verso il 1340 a.C.). Leggi

    • ESOTISMO

      EsotismoModaTra la fine degli anni Novanta e il principio del Duemila, nel contesto della globalizzazione, la dimensione mitica dell'e. inteso come 'altro' è andata definitivamente scomparendo. L'e. è divenuto così una ricerca esistenziale individuale che ha espresso, in maniera soggettiva e multiforme, stati d'animo e sensazioni attraverso un abito, un profumo o un ornamento.Si pensi a questo proposito a J.-P. Gaultier (n. 1952) che ha reso la commistione degli stili il principale filo conduttore delle sue creazioni. Leggi

Argomenti correlati