1. Derivazione

    mediante suffisso (per es., lat. virtus da vir), mediante prefisso (per es., lat... Leggi

  2. Onore

    In senso ampio, la dignità personale in quanto si riflette nella considerazione altrui (il significato coincide con quello di reputazione) e, in senso più positivo, il valore morale, il merito di una persona, non considerato in sé ma in quanto conferisce alla persona stessa il diritto alla stima e al rispetto altrui (con significato equivalente a quello di onorabilità). antropologia L’ideologia dell’o... Leggi

  3. Aretè

    aretè Parola greca (ἀρετή) che in origine significava la capacità di qualsiasi cosa, animale o persona di assolvere bene il proprio compito: così c’è un’a. dell’arco, un’a. del cavallo ecc. Di qui il successivo accostamento al tema semantico del latino virtus (questa infatti non è che l’a. del vir, la bravura dell’‘eroe’) per designare il valore spirituale e la bravura morale dell’uomo.... Leggi

  4. Virtù

    Disposizione a fuggire il male e fare il bene, perseguito questo come fine a sé stesso, al di fuori di ogni considerazione di premio o castigo. filosofiaPer i Greci più antichi il termine ἀρετή designava la «capacità», l’«attitudine», la «valentia» e, in primo luogo, quella del combattente; e così anche in latino la virtus, derivata da vir, indica la dote propria dell’uomo, la forza, soprattutto d’animo, in quanto disprezzo della morte e del dolore, e quindi anche il valore militare.La v... Leggi

  5. Epesegetica, proposizione

    In stilistica proposizione che si aggiunge a un’altra come sviluppo esplicativo di un concetto già chiaramente enunciato. In grammatica latina, genitivo e. o dichiarativo o anche appositivo, quello che specifica con una determinazione particolare un concetto generico (per es.: virtus prudentiae, «la virtù della prudenza»).... Leggi

  6. Danilović, Sasha

    Cestista serbo (n. Sarajevo 1970). Impostosi nel ruolo di guardia, dal talento finissimo, ha esordito nel 1989 nel Partizan Belgrado, dove ha militato fino al 1992 vincendo un campionato nazionale (1989) e un’Eurolega (1992). È quindi approdato in Italia, dove ha giocato ininterrottamente fino al 1995 nelle file della Virtus Bologna, aggiudicandosi tre scudetti (1992-95)... Leggi

  7. Etica

    In senso ampio, quel ramo della filosofia che si occupa di qualsiasi forma di comportamento (gr. ἦθος) umano, politico, giuridico o morale; in senso stretto, invece, l’e. va distinta sia dalla politica sia dal diritto, in quanto ramo della filosofia che si occupa più specificamente della sfera delle azioni buone o cattive e non già di quelle giuridicamente permesse o proibite o di quelle politicamente più adeguate. I filosofi nelle loro dottrine etiche hanno avuto di mira due differenti obiettivi, spesso ricercati congiuntamente... Leggi

  8. Mùcio, Gaio

    Architetto romano e scrittore di architettura (sec. 2º-1º a. C.). Costruì per iniziativa di Gaio Mario, dopo le vittorie sui Cimbri e sui Teutoni, il tempio periptero di Honos e Virtus a Roma ai piedi dell'area capitolina; il tempio è lodato da Vitruvio, che riporta le teorie di M. sulla simmetria della cella e delle colonne del tempio periptero senza posticum.... Leggi

  9. Laurinus, Marcus

    Forma latina umanistica del nome dell'amatore d'arte Marc Lauweryn (Bruges 1530 - Calais 1581), signore di Watervliet presso Bruges. Le legature eseguite per lui si distinguono per il motto Virtus in arduo e per la dicitura M. Laurini et amicorum; se ne conoscono 25, fatte a Parigi (1550-60 circa).... Leggi

    Categoria: Biografie
    Tags:
    marc lauweryn,
    calais,
    bruges,
    umanistica
  10. Belinelli, Marco

    Cestista italiano (n. San Giovanni in Persiceto, Bologna, 1986). Cresciuto in una famiglia di sportivi, ha dimostrato uno straordinario talento sin da bambino. Nel 1998 è entrato come playmaker nella Virtus Bologna, per poi debuttare in prima squadra all’età di sedici anni. Passato alla Fortitudo (2003), nel 2005 ha conquistato lo scudetto italiano e due anni più tardi ha ricevuto il Premio Reverberi... Leggi

    Categoria: Biografie
  11. Barzagli, Andrea

     Calciatore italiano (n. Fiesole 1981). Veloce e robusto, è considerato uno dei migliori difensori europei. Ha iniziato a giocare con la società fiorentina della Cattolica Virtus e la Rondinella ed è passato tra i professionisti nel 1999, dopo aver militato nella Pistoiese, nell’Ascoli e nel Chievo, dal 2004 al 2008 ha giocato per il Palermo. Nello stesso anno è passato al club tedesco del Wolfsburg, con cui l’anno successivo ha vinto il Campionato. Dal 2011 è il difensore... Leggi

    Categoria: Biografie
  12. Malagò, Giovanni

    Imprenditore e dirigente sportivo italiano (n. Roma 1959). Affermato imprenditore nel campo delle automobili di lusso, ha praticato in gioventù vari sport, distinguendosi soprattutto nel calcio a cinque, nel quale ha vinto tre scudetti con la Roma RCB e quattro volte la Coppa Italia, di cui due con il Circolo Canottieri Aniene. Dalla pratica agonistica è passato all'attività di dirigente sportivo, occupandosi di discipline sportive quali il calcio, il tennis, il nuoto, la pallacanestro... Leggi

    Categoria: Biografie
  13. RISULTATI DALL'ENCICLOPEDIA ITALIANA

    • VIRTUS

      VIRTUS. - Divinità astratta dei Romani che personifica il valore militare e appartiene perciò, insieme con Honos, con cui assai spesso è associata, al ciclo di Marte. Un celebre tempio doppio dedicato a questa divinità e all'Onore stava fuori della Porta Capena, presso il tempio di Marte (v. onore). Esistevano anche dedicati a questa divinità un santuario, ἀρετῆς ἱερόν, ricordato da Plutarco (De fortuna Rom., 5) e un simulacro (ἄγαλμα) fuori della Porta Collina, in luogo non precisabile. Leggi

    • MUCIO

      MUCIO (C. Mucius o Mutius). - Architetto romano, apparten-nte all'ultimo periodo repubblicano. Dalla notizia di Vitruvio (De Arch., III, 2, 5; VII, praef. 17) - l'unica che abbiamo sull'artista - apprendiamo che M. non solo fu architetto e costruttore del doppio tempio periptero di Honos et Virtus, ma anche studioso e scrittore di architettura romana. E mentre sono per noi perduti gli scritti del primo trattatista Fuficio, di P. Settimio e di M. Terenzio Varrone, Vitruvio ci conserva almeno in. Leggi

    • SPAGIRICA, MEDICINA

      SPAGIRICA, MEDICINA. - Il termine spagirica fu introdotto da Paracelso, che con esso intese quell'arte che insegnava "purum ab impuro segregare, ut reiectis fecibus, virtus remanens operetur". Nel Paragranum (1530) egli afferma le basi della medicina esser poste nello studio della natura, delle sue leggi fisiche, telluriche e cosmiche, nell'esame critico dei fenomeni biologici e nella preparazione dei rimedî per mezzo della chimica. Leggi

    • VIRTUALE, ESTETICA DEL

      Virtuale, estetica del Il termineL'aggettivo virtuale, dal latino medievale della scolastica virtualis, derivato a sua volta da virtus, ovvero facoltà, potenza, si presenta generalmente nel linguaggio filosofico come sinonimo di ciò che, esistendo soltantoo in potenza, si contrappone all'attuale, all'effettivo. La categoria di virtualità, assimilata a quella di possibilità (con riferimento alla dynamis aristotelica), trova spazio nella riflessione teorica come modalità di esistenza differente. Leggi

    • ROMA

      ROMA (A. T., 24-25-26). SOMMARIO. - Il nome (p. 589); Roma antica (p. 593); Roma medievale (p. 749); Roma nel Rinascimento (p. 780); Roma nel Sei e Settecento (p. 802); Roma dalla fine del Settecento al 1870 (p. 827); Roma capitale (p. 841); L'idea di Roma (p. 906). TAVOLE CXLI-CCXLVIII; TAVOLE A COLORI. IL NOME. - Già gli antichi, naturalmente, si erano domandato quale fosse l'etimologia del nome dell'Urbe; ma le loro spiegazioni non reggono alla critica. Che Roma derivi da Romulus è impossibile, e ovvio, invece, il contrario (cfr., del resto, già Philarg., Ad Verg. Ecl. Leggi

    • MARTE

      MARTE (Mars, Marspĭter). - Una delle maggiori divinità venerate dai Romani, appartenente a quel gruppo di dei chiamati indigetes e considerati come legati alle origini stesse della loro religione e distinti perciò dalle divinità derivate, in età successive, dalle religioni di altri popoli. Leggi

    • VIRTU

      VIRTÙ. - Valore, eccellenza di buona qualità; potenza, vigore, forza, qualità connaturata; retta e costante volontà di fare il bene; armonia di vita. Nella terminologia filosofica e in genere nella lingua italiana si è conservato sempre vivo assieme al significato di ὰρετή, quello di δύναμις; a volte i due significati si sono fusi in uno, come nel concetto di "virtù" proprio dell'uso del Rinascimento italiano (v. rinascimento, XXIX, p. Leggi

    • SPORT

      SPORT (XXXII, p. 415; App. II, 11, p. 879). - Nell'ultimo decennio, superata ormai la fase di assestamento del dopoguerra, l'attività sportiva si è sensibilmente sviluppata in tutti i paesi, favorita da un crescente interesse del pubblico e dall'incoraggiamento di governi e altre autorità. Sul piano internazionale, gli incontri fra atleti di diversi paesi sono stati frequenti, indipendentemente dalle divisioni politiche. In Italia, la pratica degli s. Leggi

    • POPOLAZIONE

      POPOLAZIONE. - Popolazione nel mondo antico. - Salvo che per l'Egitto (per cui v. oltre), non è possibile alcun calcolo sicuro sulla popolazione complessiva di uno stato o di una città dell'antico Oriente: dati parziali, del resto assai scarsi, non si lasciano integrare, essendo ignota la percentuale che essi rappresentano, si tratti di soldati, di contribuenti o di altre categorie. Leggi

    • ONORE

      ONORE (lat. Honos). - Una delle divinità astratte, care all'ideazione religiosa dei Romani, appartenente, insieme con l'affine Virtù (Virtus), al ciclo di Marte; divinità dunque cara ai soldati e che in seguito a vittorie militari vide sviluppare il suo culto e i suoi templi.Il tempio più antico era fuori della Porta Capena, innalzato da Q. Fabio Verrucoso, su una località già sacra all'Onore, nel 233 a. C. dopo la vittoria sui Liguri. M. Leggi