Vēmana

Enciclopedie on line

Vēmana. - Poeta e mistico indiano del Kerala (n. 1412 - m. 1480 circa). Dopo aver provato la vacuità dei desiderî mondani venne introdotto alla mistica [...] ascetica da uno yogin śivaita e divenne un digambara. I suoi canti devozionali, composti in una metrica popolare e incentrati sul rapporto diretto con la divinità, sono talora ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE
TAGS: DIGAMBARA VACUITÀ KERALA

LINGA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1995)

LIṄGA. - Il l., rappresentazione artistica del fallo, è simbolo del dio hindu Śiva (v.). La venerazione del l. costituisce, da tempi remoti, la più importante [...] del tempio. Essendo quest'ultima situata a E o a O, il lato del l. raffigurante lo Yogin poteva essere volto verso una delle due direzioni. I due restanti lati non sono occupati in ... ... Leggi

yoga

Enciclopedie on line

. - Disciplina psico-fisiologica indiana basata su una vasta gamma di tecniche ascetiche. Lo yoga cosiddetto classico costituì uno dei sistemi filosofici [...] al samādhi, costituiscono per l’asceta il più grave rischio di ripiegamento: lo yogin abdicherebbe al suo compito degradandosi a fachiro. ● A seconda delle tecniche impiegate, si ... ... Leggi
TAGS: UPANIṢAD SĀṂKHYA ASCESI ESTASI YOGICA

tapas

Enciclopedie on line

Termine sanscrito («calore»), passato a significare l’esercizio dell’ascesi fin dal Ṛgveda; lo sviluppo semantico in questo senso indica che il calore [...] sentito e concepito quale suo fenomeno centrale e caratterizzante. Sul piano della vita religiosa concreta il tapas comporta la creatività miracolare di asceti, mistici, yogin. ... ... Leggi
TAGS: SANSCRITO ASCESI

Śiva

Enciclopedie on line

Śiva Divinità tra le più venerate della mitologia indù, membro della triade divina (trīmūrti) con Brahmā e Viṣṇu. In virtù dei suoi molteplici aspetti, [...] e come tale è venerato sotto l’aspetto di Mahayogi («il grande yogin») o Yogeśvara («signore degli yogin»). La divinità femminile che spesso lo accompagna, simbolo della sua śakti ... ... Leggi

SIVA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1997)

ŚIVA. - Ś, che insieme a Viṣṇu (v.) occupa il vertice del pantheon hindu, è per un verso un dio terribile, spaventoso, al quale ci si avvicina con profonda [...] Ś. nell'aspetto di uṣṇῑṣin, con turbante regale. Dietro la testa si erge il corpo dello yogin ascetico, che nelle mani alzate regge il disco solare e il crescente lunare, che lo ... ... Leggi

pratyakṣa

Dizionario di filosofia (2009)

pratyakṣa Termine sanscr. («relativo agli organi di senso») che indica la percezione come strumento conoscitivo (➔ pramāṇa). Tutte le tradizioni indiane [...] . Alcuni quindi postulano un tipo di percezione straordinaria, quella dello yogin onnisciente (yogipratyakṣa). Lo yogin è una persona spiritualmente realizzata che ha accesso alla ... ... Leggi

Induismo

Enciclopedia del Novecento (1978)

di Oscar Botto Induismo sommario: 1. Formazione del concetto di induismo. Caratteri generali. Moderne interpretazioni. 2. Induismo antico e induismo [...] le funzioni di dio creatore del mondo, dopo che il processo di involuzione del supremo Yogin ha portato come risultato alla formazione di un uovo cosmico in cui tutto l'universo è ... ... Leggi

SIMBOLI e ATTRIBUTI

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

SIMBOLI e ATTRIBUTI. - I. Egitto. - II. Asia Anteriore. - III. Grecia e Roma. - IV. India. - V. Cina. - VI. Giappone. I. Egitto. - In Egitto dalla più [...] l'immagine di un essere divino, con più teste e corna, assiso nella posizione di uno yogin tra animali di varia specie. È stata avanzata l'ipotesi che si tratti di una delle prime ... ... Leggi

Dharmakīrti

Dizionario di filosofia (2009)

Dharmakīrti Filosofo e logico indiano (n. 600 ca.-m. 660 ca.). Vita e opere. Poco sappiamo della vita di Dh., che secondo la tradizione nacque nell’India [...] ’ottica anche l’accettazione, da parte di Dh., dello yogipratyakṣa («percezione dello yogin», ➔ pratyakṣa), una forma di intuizione intellettuale sorta in contesto meditativo che ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1