Tecnologia e scienze applicate

Industria

La storia dell’industria petrolifera si fa incominciare dal giorno (27 agosto 1859) in cui a Titusville, un villaggio di legnaioli della Pennsylvania, fu perforato il primo pozzo di petrolio. Prima di allora, il petrolio utilizzato era soltanto quello che risultava dal trasudamento in superficie o che poteva essere scremato da venature e da pozzi d’acqua. La trivellazione del pozzo di Titusville, permettendo di utilizzare in quantità commerciali il petrolio per ricavarne il cherosene, aprì improvvisamente ai produttori ampie prospettive di guadagno in un mercato che era stato già preparato convenientemente dai commercianti del cherosene, ottenuto per distillazione del carbone.

Informatica

I supporti di memorizzazione più comuni, magnetici e ottici, non hanno una durata illimitata: la magnetizzazione di dischi (hard disk) e nastri magnetici può risentire di campi elettromagnetici esterni e lo stesso supporto fisico (metallo, plastica) si deteriora col tempo; anche i supporti ottici, come i CD e i DVD possono diventare illeggibili per effetto della luce e della temperatura sui materiali di cui sono costituiti (le previsioni di durata di un CD sono nell’ordine di pochi decenni). L’esperienza maturata è troppo breve per sapere quanto dureranno tali supporti, ma difficilmente resisteranno quanto la carta, la pergamena o il papiro. Ancor più critica è la velocissima evoluzione degli strumenti informatici, che rende rapidamente obsolescenti sistemi anche molto diffusi di archiviazione e gestione.

Informatica

Insieme organizzato di dati gestito da un DBMS. Sue caratteristiche sono la grandezza, la condivisibilità e la persistenza: una banca dati è grande perché in generale ha una dimensione tale da richiedere l’utilizzo della memoria secondaria per la sua gestione, condivisa, perché accessibile da più applicazioni e utenti, e persistente, perché ha un ciclo di vita indipendente da quello dei programmi che la utilizzano. Per organizzare i dati di interesse si utilizza un modello dei dati, costituito da un insieme di costrutti; si distinguono modelli logici e concettuali: un modello logico, per es. relazionale, basato su XML, a oggetti, utilizza strutture logiche adatte a organizzare e memorizzare i dati.