Tecoppa

    Enciclopedie on line

Tecoppa Personaggio del teatro dialettale milanese (così detto dal suo abituale intercalare Dio te coppa «Dio t’accoppi»), creazione di E. Ferravilla, da lui introdotto in molte commedie e imitato da altri attori. Allampanato, curvo, dal passo incerto, nemico del lavoro, strano miscuglio di furberia e ingenuità, è la vivace raffigurazione di un tipo ai margini della società.

Argomenti correlati

Massinelli

Massinelli Personaggio caratteristico del teatro milanese di E. Ferravilla, apparso nella Class di asen e introdotto in altre commedie. È il ragazzo cresciuto, rimasto con una mentalità infantile, presuntuoso e precocemete voglioso. Molte sue frasi di proverbiale ignoranza sono passate nel linguaggio scherzoso dei milanesi.

Ferravilla, Edoardo

Ferravilla, Edoardo. - Attore e autore del teatro dialettale milanese (Milano 1846 - ivi 1915); filodrammatico, nel 1870 entrò nella compagnia del Teatro milanese, nel 1876 ricostituì, in associazione con Gaetano Sbodio ed Edoardo Giraud, la compagnia milanese (nella quale, ritiratosi lo Sbodio, fu poi socia E. Ivon), da lui diretta con successo per oltre un ventennio; dal 1902 le sue apparizioni sulla scena si alternarono a sempre più lunghi periodi di riposo

Giràud, Edoardo

Giràud, Edoardo. - Attore e autore del teatro dialettale milanese (Milano 1839 - Lugano 1912); nel 1872 fu accolto al Teatro Milanese diretto da C. Arrighi; nel 1876, socio di E. Ferravilla con G. Sbodio, quindi con E. Ivon; e accanto a Ferravilla rimase poi sempre. Attore elegante, misurato, efficace, fu autore di più di cento commedie e scherzi comici, originali o in collaborazione o tradotti e ridotti per le scene milanesi; pubblicò Le mie memorie (1911).

Carnaghi, Davide

Carnaghi, Davide. - Attore italiano (Milano 1865 - ivi 1903) del teatro dialettale milanese; esordì come filodrammatico, nel 1880 fece parte della compagnia di E. Ferravilla, dal 1891 e per molti anni fu in quella diretta da G. Sbodio; interpretò con efficacia personaggi del teatro milanese (es., la figura del "Carlin", creata da C. Colombo); pubblicò scene, dialoghi e monologhi.

Invia articolo Chiudi