TINDALIZZAZIONE

TINDALIZZAZIONE

Enciclopedia Italiana (1937)
di Costantino Gorini

TINDALIZZAZIONE (dal nome del fisico ingl. John Tyndall). - È una sterilizzazione discontinua o frazionata dei liquidi, la quale si ottiene sottoponendo il liquido per 2-4 e anche più volte a condizioni termiche mortali per le forme vegetative dei microbî (fra 60° e 100°) con intervalli di 12-24 ore, durante i quali esso viene mantenuto a temperatura favorevole alla germinazione delle spore così che il successivo riscaldamento trovi soltanto le meno termoresistenti forme vegetative giovanili da annientare. Le condizioni più favorevoli di temperatura e di durata del riscaldamento possono variare secondo i casi; la tindalizzazione ordinaria è fatta per tre volte alla temperatura di 100° per 15-30 minuti ogni volta. Quando venga fatta a temperatura inferiore a 100° deve essere ripetuta un maggior numero di volte e per una durata maggiore ogni volta. La ripetizione e la durata di azione per l'uccisione dei germi dipende molto anche dalla natura e dallo spessore della soluzione che li tiene in sospensione; per es., nel latte, i germi sono più termoresistenti che nelle gelatine e nei brodi nutritivi.

Pubblicità