tormalina

tormalina

Enciclopedie on line

tormalina Minerale, o propriamente gruppo di minerali, costituito da un’ampia serie di miscele isomorfe con caratteristiche chimico-fisiche molto variabili: si tratta di borosilicati fluoriferi di sodio, calcio, magnesio, ferro e alluminio, a cui può essere data la formula NaR3Al6(Si6O18)(BO3)3(OH,F)4, dove R può essere Fe+2, nelle varietà schöal o sciorlo, Mg nella dravite, Al+Li nell’elbaite. Cristallizza nel sistema trigonale, classe piramidale ditrigonale, e si trova in cristalli prismatici a sezione triangolare oppure in aggregati fibrosi e bacillari. Date le larghe possibilità di sostituzioni isomorfe fra i cationi elencati, le t. presentano una costituzione molto variabile, tuttavia si possono classificare in tre tipi chimici: t. nobili o alcaline, t. brune o magnesiache, e t. nere o di ferro, a seconda del metallo che vi prevale. Le t. nobili sono incolori (acroite), verdoline, giallognole, rosee e rosse (rubellite), azzurre (indicolite); quelle di magnesio sono brune o gialle, mentre le t. di ferro sono nere in massa e trasparenti, con tinte dal bruno al verde cupo, in sezioni sottili. Frequenti i cristalli policromi che presentano variazioni di colore nel senso dell’allungamento o in zone concentriche parallele all’allungamento stesso, con passaggio graduale o con forte distacco di tinta come avviene per la cosiddetta testa di moro dei filoni elbani, che sono cristalli di tinte chiare con un’estremità nera.

La t. presenta piroelettricità e piezoelettricità; è fortemente pleocroica: l’assorbimento della luce è quasi totale nelle t. di color verde bottiglia di un certo spessore (2 o 3 mm) per le radiazioni luminose il cui campo elettrico vibra normalmente all’asse di simmetria ternaria A3. Tale proprietà viene utilizzata per la costruzione dei polarizzatori pleocroici detti a t. (➔ polarizzazione).

Le varietà trasparenti, d’ogni colore, si utilizzano come pietre preziose che vanno in commercio sotto nomi diversi: smeraldo brasiliano, la varietà verde, rubino siberiano, rubino del Madagascar, topazio del Madagascar, le rubelliti che sono le varietà più pregiate, zaffiro brasiliano, la varietà azzurra che è molto rara.

Pubblicità

Categorie

Altri risultati per tormalina

  • tormalina
    Dizionario delle Scienze Fisiche (1996)
    [Der. del fr. tourmaline, forse di origine singalese] Nome di un gruppo di minerali (tormalina nobile o alcalina, bruna o magnesica, nera o di ferro, ecc.), miscele isomorfe di ciclosilicati di alluminio e metalli diversi (che danno il nome); si presentano in cristalli prismatici a sezione triangolare ...
  • TORMALINA
    Enciclopedia Italiana (1937)
    (dal singalese turamali, nome usato originariamente dai gioiellieri di Ceylon; fr. e ingl. tourmaline; sp. tormalina; ted. Turmalin). - Composizione chimica. - Il gruppo delle tormaline è costituito da silicati a composizione alquanto varia e complessa. Essi contengono sempre boro e alluminio, quest'ultimo ...