VA, VA’ O VÀ?

    La grammatica italiana (2012)

VA, VA’ O VÀ?

Va e va’ sono due ➔omonimi.

a, senza apostrofo, è la 3a persona singolare del presente indicativo del verbo andare

Oggi Filippo va al lavoro in treno

Va’, con l’apostrofo, è la 2a persona dell’imperativo del verbo andare (➔troncamento di vai)

Va’ al diavolo!

La grafia , con l’accento, che talvolta si incontra sia per l’indicativo, sia per l’imperativo, è in entrambi i casi una grafia errata e da evitare (proprio come , e stà).

Il -và accentato si usa soltanto come ➔desinenza nei composti di andare, secondo la regola per cui l’accento grafico è obbligatorio nelle parole composte accentate sull’ultima sillaba, anche se l’ultima parola – da sola – andrebbe scritta senza accento

Quest’anno Francesca rivà (voce del verbo riandare) in Brasile.

USI

Per la 2a persona dell’imperativo, è possibile usare – accanto alla forma va’ –anche la forma piena vai

Vai via di qui!

STORIA

Come nel caso di da’, sta’ e fa’, l’imperativo va’ con l’apostrofo ha sostituito la forma senza apostrofo va in uso ancora nel secolo scorso. Inizialmente, si è usata la forma dell’indicativo vai; poi, secondo la tendenza toscana a ridurre il ➔dittongo ai, si è giunti a va’.

VEDI ANCHE

da, da’ o dà?

fa, fa’ o fà?

sta, sta’ o stà?

apostrofo

accento

Invia articolo Chiudi