Passarèlli, Vincenzo

    Enciclopedie on line

Passarèlli, Vincenzo. - Ingegnere (Roma 1904 - ivi 1985). Figlio di Tullio, ne ereditò, con i fratelli Fausto (n. 1910) e Lucio (n. 1922), lo studio professionale. Nello studio sono successivamente entrati Tullio (n. 1961) e Maria (n. 1964), figli di Lucio, e Tullio Leonori (n. 1946). Lo studio P. ha realizzato (soprattutto a Roma) molte opere per conto di enti pubblici, società commerciali e istituzioni religiose: si ricordano, negli anni Trenta, l'aula magna del collegio Angelicum e l'ospedale di Colleferro; la scuola in via Casale di S. Pio V (1949-57); tra le opere dal 1960 in poi, il pontificio collegio latino-americano, il collegio e la casa generalizia Mary Mount, un palazzo per uffici all'EUR, un palazzo polifunzionale in via Campania (1963-65), la nuova ala dei Musei Vaticani (1966-71), il quartiere IACP di Vigne Nuove (1971-82, in collab.), l'edificio direzionale e il centro sportivo per la FIAT in corso Sempione a Milano (1982), la nuova sede Alitalia alla Magliana a Roma (1991).

Argomenti correlati

Morandi, Riccardo

Morandi, Riccardo. - Ingegnere italiano (Roma 1902 - ivi 1989). Laureatosi a Roma (1927), si è dedicato allo studio e alla sperimentazione del calcolo e della tecnologia dei materiali, in particolare delle strutture cementizie, passando progressivamente dalla progettazione di edifici civili e industriali a quella di grandi strutture e di ponti. In una continua ricerca, che non considera la tecnologia fine a sé stessa e allo stesso tempo è aliena da preconcetti formali, M

Colaninno, Roberto

Colaninno, Roberto. - Manager e imprenditore italiano (n. Mantova 1943). Direttore amministrativo (1969-72) e amministratore delegato (dal 1990) della FIAAM Filter S.p.A., azienda di Mantova produttrice di filtri per auto, ha fondato nel 1981 la Sogefi, divenuta grazie al suo contributo uno dei principali gruppi italiani nel settore, attivo anche sui mercati internazionali. Dal sett

Passarèlli, Tullio

Passarèlli, Tullio. - Architetto (Roma 1869 - ivi 1941), allievo di G. Koch ed esponente dell'eclettismo romano. Costruì numerosi edifici, tra cui S. Teresa nel Corso d'Italia (1901), S. Camillo in via Sallustiana (1906-10), i magazzini del porto fluviale, l'istituto S. Giuseppe.

Paròdi-Delfino, Leopoldo

Paròdi-Delfino, Leopoldo. - Industriale italiano (Milano 1875 - Arcinazzo Romano 1945). Studiò ingegneria al politecnico di Zurigo; uomo di molteplice e feconda attività, fu promotore di varie iniziative industriali (alcole, seta, smalterie, ecc.) e presidente di società. Nel 1912, con G. Bombrini, fondò la Soc. Bombrini P. D. (incorporata nel 1968 dalla SNIA BPD S.p.A.), realizzando il grande complesso di Colleferro per la fabbricazione di concimi chimici, insetticidi ed esplosivi; fondò anche la Soc. Calce e Cementi di Segni (assorbita nel 1973 dall'Italcementi S.p.A.)

Invia articolo Chiudi