Vitale di Blois (lat. Vitalis Blesensis)

Enciclopedie on line

Vitale di Blois (lat. Vitalis Blesensis). - Poeta latino medievale (sec. 12º), autore di due commedie del genere detto elegiaco (il dialogo vi è inserito in una narrazione continuata, in distici elegiaci): il Geta, composto intorno al 1150, e l'Aulularia, composta verso il 1175. La prima è una curiosa trasposizione dell'Amphitryon di Plauto, la seconda deriva dal Querolus, adattamento del sec. 6º dell'Aulularia di Plauto.

Argomenti correlati

Querolus

Querolus Titolo («il brontolone») di un’anonima commedia latina in prosa ritmica, rifacimento dell’Aulularia di Plauto. Composta alla fine del 4° o al principio del 5° sec. d.C., è dedicata a un Rutilio identificato c

Orderico Vitale (lat. Ordericus Vitalis; fr. e ingl. Orderic Vital) Anglìgena

Orderico Vitale (lat. Ordericus Vitalis; fr. e ingl. Orderic Vital) Anglìgena. - Cronista inglese (n. 1075 - m. dopo il 1142). Assunse il nome di Vitale entrando nell'abbazia di Saint-Évroult in Normandia (1085). Scrisse dal 1120 al 1142 una grande H

Vitale (fr. Vital) du Four (lat. Vitalis de Furno)

Vitale (fr. Vital) du Four (lat. Vitalis de Furno). - Teologo francescano (Bazas, Bordeaux, 1260 circa - Avignone 1327), insegnò a Montpellier, poi a Tolosa; prese parte alle polemiche sull'insegnamento di Pier di Giovanni Olivi e contro Ubertino da

Anfitrione

Anfitrione (gr. ᾿Αμϕιτρύων) Nella mitologia greca, figlio del Perseide Alceo, re di Tirinto, e di Astidamia (o di Lisidice). Bramava sposare Alcmena, figlia dell’altro Perseide Elettrione, signore di Micene; ma uc

Invia articolo Chiudi